LE RAGIONI DEL “SI”

Inserito da casoledelsa il 26 Maggio 2016

Le ragioni del Sì
Dopo anni e anni di sforzi vani, il Parlamento della XVII legislatura è riuscito a varare con una
larga maggioranza - quasi il sessanta per cento dei componenti di ciascuna Camera in ognuna
delle sei letture - una riforma costituzionale che affronta efficacemente alcune fra le maggiori
emergenze istituzionali del nostro Paese.
In questa nuova fase, come in quella precedente del dibattito parlamentare, i costituzionalisti,
i giuristi, gli scienziati politici e gli studiosi delle istituzioni pubbliche non sono chiamati a
fungere da terza istanza, bensì a offrire all’opinione pubblica strumenti per meglio orientare il
proprio voto che si riassumono in questo documento di sintesi.
Il testo modifica molti articoli della Costituzione, ma non la stravolge. Riflette anzi una
continuità con le più accorte proposte di riforma in discussione da decenni e, nel caso del
Senato, col modello originario dei Costituenti e poi abbandonato a favore del bicameralismo
paritario impostosi per ragioni prudenziali dopo lo scoppio della Guerra fredda. Né va
dimenticato che la legge costituzionale di revisione del Titolo V approvata nel 2001 prevedeva
che l’attuale Commissione parlamentare per le questioni regionali fosse integrata da
rappresentanti delle autonomie

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

IN RICORDO DI ROBERTO LAPUCCI

Inserito da casoledelsa il 24 Maggio 2016

IL PD DI CASOLE D’ELSA ESPRIME LE PIU’ SENTITE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA LAPUCCI

PER LA SCOPARSA DI ROBERTO.

Categoria: Circolo di Casole, Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

CIRCOLO PD CASOLE - CAVALLANO

Inserito da casoledelsa il 16 Maggio 2016

CIRCOLO PD
CASOLE - CAVALLANO

CENTROSINISTRA PER CASOLE
Giovedì 19/05/2016
ore 21,15

RIUNIONE

dei Consiglieri
con la popolazione

c/o Centro Civico di Cavallano

Discussione e confronto sul percorso
amministrativo

Proposte e suggerimenti

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Unioni civili: un traguardo storico. Ora tuteliamo i bambini - Riceviamo dalla Sen. Valeria Fedeli e pubblichiamo

Inserito da casoledelsa il 12 Maggio 2016

Unioni civili: un traguardo storico. Ora tuteliamo i bambini

Un anno fa, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia che ricorre il 17 maggio, ho organizzato la conferenza “Diritti omosessuali. Diversità come valore”, per denunciare le forme di discriminazione che ancora colpiscono le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender in ogni parte del mondo, e rilanciare l’impegno dell’Italia verso l’adozione di norme nazionali che riconoscano le unioni tra persone dello stesso sesso, un impegno che il nostro paese ha preso anche di fronte alle Nazioni Unite. Oggi non posso che esprimere la massima soddisfazione di fronte al raggiungimento di questo obiettivo, con l’ultimo passaggio parlamentare del disegno di legge sulle unioni civili. Si tratta di un risultato che le persone Lgbt attendono da decenni, e che solo un anno fa sembrava ancora molto lontano.
Da oggi, le coppie dello stesso sesso potranno godere di tutele e diritti che sono stati loro negati troppo a lungo: la possibilità di formare un’unione riconosciuta dallo Stato, con tutto quello che ciò comporta in termini di diritti e doveri dei partner, reversibilità della pensione, possibilità di assumere il cognome del partner. La legge offre inoltre, grazie ai richiami agli articoli 2 e 3 della Costituzione, un percorso verso la piena uguaglianza come prospettiva concreta da percorrere, e sul tema della stepchild adoption non nega, anzi certifica, la bontà della giurisprudenza più recente che l’ha estesa alle coppie omosessuali.
Con questo, però, il nostro impegno non è affatto terminato. Nel disegno approdato alla Camera, infatti, non sono state inserite le previsioni di legge a tutela dei figli di genitori dello stesso sesso, perché è mancata una maggioranza parlamentare capace di sostenere fino in fondo questo obiettivo. A questi bambini e queste bambine va oggi il mio primo pensiero, perché anch’essi, come i loro genitori, meritano di essere protetti da ogni forma di discriminazione. Le numerose sentenze dei Tribunali per i Minorenni che negli ultimi mesi hanno riconosciuto l’adozione a madri e padri “sociali”, in coppie omosessuali, segnano una strada che la politica non può continuare a ignorare. Non possiamo lasciare che questi minori e i loro genitori restino affidati alla sensibilità del giudice: servono certezze per favorire nei minori una crescita sana e attaccamenti stabili.
Dobbiamo riprendere quindi la strada annunciata alcuni mesi fa con l’impegno del Governo verso la riforma delle adozioni. A questo fine, ritengo un segnale molto importante il fatto che il Partito Democratico sia riuscito nei giorni scorsi a superare con una posizione condivisa lo scoglio maggiore incontrato nel corso del dibattito sulle unioni civili: la gestazione per altri (GPA), cosiddetta maternità surrogata. Con la mozione approvata alla Camera, infatti, è stato posto al centro del dibattito il nodo fondamentale di questa discussione, cioè il riconoscimento del diritto dei bambini all’identità personale e alla tutela, indipendentemente dal modo in cui sono venuti al mondo. Il testo chiede al Governo di impegnarsi ad avviare un confronto sulla base della risoluzione inserita dal Parlamento Europeo nella Relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo e sulla politica dell’Unione Europea in materia, e ad attivarsi per il pieno rispetto da parte dei paesi firmatari delle convenzioni internazionali sia per la tutela dei diritti umani e dei bambini, sia per il contrasto della violenza contro le donne.
È questo l’obiettivo che dobbiamo darci: da un lato la tutela delle donne, della loro libertà e autodeterminazione, dall’altro quella dei bambini. Per conseguirlo abbiamo bisogno di una regolamentazione internazionale del ricorso alla GPA, e non di una generica proibizione a priori che oltre a non funzionare nei suoi effetti pratici ha il grave difetto di penalizzare i minori nati con questa pratica e le tante famiglie che non possono avere figli ma vorrebbero crescere dei bambini, dando loro affetto e cure di qualità per nulla inferiore a quelli offerti dai genitori biologici. La questione riguarda, evidentemente, anche i figli di coppie omosessuali. Come ha dimostrato la recente sentenza del Tribunale per i Minorenni di Roma, che ha riconosciuto l’adozione in casi particolari (ex articolo 44 della legge 184) a una coppia di uomini che hanno avuto il figlio grazie alla gestazione per altri, la stepchild adoption è già una realtà nelle istituzioni preposte a difendere l’interesse dei minori. Una realtà in cui i bambini non sono, e non dovranno mai più in futuro, essere discriminati per come sono venuti al mondo

Categoria: Attività, Dibattito, Informazioni | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE DEL 4-5-2016

Inserito da casoledelsa il 10 Maggio 2016

Consiglio Comunale del 04/05/2016
Nel consiglio è stato trattato il seguente O.d.g.
1. Lettura e approvazione verbali seduta precedente
2. Comunicazioni
3. Rendiconto di gestione anno 2015 - Approvazione del conto e degli allegati
In data 2 maggio è stato inviato l’o.d.g. Suppletivo, con i seguenti punti:
1. Interrogazioni, interpellanze, mozioni
2. Piano di lottizzazione “La Vigna” di Pievescola area UMI SD4G art. 91.4 N.T.A. Del
R.U. - Approvazione
Nelle comunicazioni Il sindaco ha espresso la propria solidarietà ai dipendenti degli enti
locali che da sei anni non vedono rinnovato il contratto di lavoro; ha poi parlato del
complesso “Le Vigne”, che è stato acquisito dal Comune e che dovrà essere riqualificato
riportandolo alla volumetria preesistente per utilizzarlo a fini sociali; quindi ha affrontato il
problema della biblioteca, leggendo una relazione sullo stato della stessa, annunciando di
volerle ridare vitalità, istituendo anche delle biblioteche di frazione con il contributo di
volontari, che già ora operano nel capoluogo. Infine ha comunicato che intende fare un
Consiglio straordinario sulla situazione di Casa Ginestra.
Per quanto riguarda il punto 3 all’o.d.g. abbiamo espresso parere contrario, in quanto il
consuntivo presenta tutte le problematiche del Bilancio preventivo con pochi investimenti,
salvo una riduzione della spesa corrente rispetto al consuntivo 2014, ed una perdita
inferiore a quelle degli anni precedenti.
Relativamente al suppletivo, abbiamo lamentato ancora una volta l’inserimento di un
o.d.g. all’ultimo momento,  limitando di fatto la possibilità di esaminare con calma la documentazione.
Sul punto esaminato, “Piano di lottizzazione - Le Vigne -, ” ci siamo astenuti, perché
rispetto all’approvazione precedente, in cui avevamo espresso voto contrario, sono stati
apportati miglioramenti, ed è apprezzabile lo sforzo verso l’edilizia sostenibile.
GRUPPO CONSILIARE
CENTRO SINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Categoria: Attività, Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Informazioni | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30-4-2016

Inserito da casoledelsa il 10 Maggio 2016

Consiglio Comunale del 30/04/2016

Consiglio convocato d’urgenza il 28 aprile, per approvare regolamenti e tariffe di TASI, TARI e IMU. Il materiale da visionare era consistente, nei due giorni a disposizione a malapena potevano fare una lettura affrettata e superficiale, per questo abbiamo deciso di abbandonare la seduta in segno di protesta. Fra l’altro la convocazione d’urgenza, pur essendo contemplata nel regolamento, in questo caso, a nostro parere, non è giustificata, in quanto da tempo sapevamo che i suddetti regolamenti e tariffe dovevano essere approvate entro il 30 aprile.

Questo il documento che abbiamo letto in Consiglio:

“Relativamente alla convocazione d’urgenza del Consiglio Comunale ai sensi dell’Art. 36 comma 7 Regolamento del Consiglio Comunale, pervenuta ai Consiglieri il giorno 28/04/2016, con la presente nota intendiamo rappresentare tutto il nostro disappunto in merito alla condotta, adottata da codesta Amministrazione, nel convocare il presente Consiglio.

Non si può non tener conto infatti, che il materiale e gli argomenti oggetto del presente Consiglio Comunale, sono stati resi disponibili appena due giorni prima del Consiglio stesso.

Tenuto conto degli argomenti trattati e del volume del materiale oggetto di discussione, anche al di là della eventuale legittimità di tale convocazione d’urgenza (peraltro la scadenza del 30/04/2016 era nota da tempo), riteniamo politicamente scorretto impedire di fatto ai gruppi di minoranza di poter apportare una seria ed approfondita discussione su argomenti di tale importanza, quali quelli oggetto del presente Ordine del Giorno.

Alla luce di tutto ciò, abbiamo concordemente deciso di abbandonare, in segno di protesta, la seduta.”
GRUPPO CONSILIARE
CENTRO SINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Categoria: Consiglio Comunale, Dibattito, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Maggio 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta