MOZIONE DEL CENTROSINISTRA PER CASOLE SULLA FUSIONE DEI COMUNI

Inserito da casoledelsa il 1 Febbraio 2016

PUBBLICHIAMO LA MOZIONE DEL CENTROSINISTRA PER CASOLE DA DISCUTERE E VOTARE AL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE.

CENTRO SINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Documento sulla Fusione dei Comuni

Il Gruppo Consiliare del Centro Sinistra per Casole intende esprimere con il

presente documento il proprio dissenso nei confronti del disegno di legge

presentato alla Camera dei Deputati da alcuni parlamentari del Partito

Democratico (primo firmatario on. Lodolini) finalizzato a proporre la fusione

obbligatoria dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti.

Se vogliamo, come vogliamo, far rimanere vivi anche piccoli centri urbani,

questo non è certo il modo giusto di procedere, anzi la fusione forzata dei

comuni porterebbe senz’altro ad un ulteriore spopolamento di certe zone, in

cui i cittadini si vedrebbero costretti ad abbandonare quei territori,

trasferendosi nelle aree urbane, dove avrebbero garantiti servizi più efficienti.

Ci sembra importante sottolineare che la Toscana, insieme all’ Umbria, ha la

maggiore estensione media per comune d’Italia, 80 km quadrati, contro la

media italiana di 37. Questo per dire che ogni realtà ha le proprie peculiarità e

le proprie esigenze e che ogni Comune si è modellato attorno alle proprie

vocazioni e quindi qualsiasi tipo di fusione a freddo sarebbe illogica e

ingiusta.

Purtroppo abbiamo già visto precedenti attacchi ai piccoli comuni con la

chiusura degli uffici postali, delle scuole, delle caserme dei Carabinieri, dei

presidi sanitari e altri servizi essenziali per concentrarli nei capoluoghi, la

nostra opinione è che la fusione di enti (con il conseguente spostamento di

servizi) potrebbe determinare un incentivo allo spopolamento di queste zone.

E questo è rischio che non possiamo correre.

Noi siamo favorevoli a processi di integrazione amministrativa con

conseguente sviluppo delle gestioni associate tra comuni (anche attraverso

l’unione di più Comuni) per assicurare servizi migliori ai cittadini a costi ridotti.

Unioni di Comuni comunque intese come un modello istituzionale stabile, non

preordinato alla fusione degli enti partecipanti.

Come discusso altre volte, non siamo contrari a priori alle fusioni di comuni,

mirate a una maggiore efficienza e efficacia dell’azione amministrativa,

riteniamo però che sia un processo che deve partire dal basso, non devono e

non possono essere calate dall’alto. Infatti eventuali fusioni tra comuni

devono avvenire su base volontaria, dopo aver interpellato la popolazione

con appositi referendum, il cui esito sia vincolante per il Consiglio Regionale

in fase di decisione dell’assetto istituzionale di un territorio.

Riteniamo quindi che non si possa avallare il fatto che, per ragioni

esclusivamente economiche, si pretenda di calare dall’alto un provvedimento

che, senza approfondimento e confronto con le realtà locali ne rischi di

compromettere, se non cancellare, la storia e l’identità.

GRUPPO CONSILIARE

CENTRO SINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Informazioni

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Febbraio 2016
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  

Categorie

Archivi

LINK

Meta