NEWSLETTER DAL CONSIGLIERE SIMONE BEZZINI

Inserito da casoledelsa il 17 Agosto 2015

Care e cari,

vi scrivo ancora per alcuni flash, per segnalarvi alcune opportunità per aziende e famiglie, e per aggiornarvi del lavoro in corso.

La Regione Toscana dalla parte di chi fa impresa: 21 milioni per le imprese giovanili o innovative. Ad ottobre usciranno i bandi per sostenere le imprese giovanili o innovative nei settori del manufatturiero, commercio, turismo e terziario. Significa poter finanziare circa 4.000 nuove microimprese garantendo loro prestiti da 5.000 a 15.000 euro a tasso zero da restituire in sei anni. Oppure aiutare i centri di tradizione artigiana a fare investimenti in nuove tecnologie come, ad esempio, stampanti in 3D, tagliatrici laser e prodotti simili. Si parla di oltre 6 milioni di euro destinati al sostegno al manifatturiero giovanile, 10,5 a commercio, turismo, attività terziarie e 4,3 milioni alle imprese innovative.

4 milioni per le famiglie a basso reddito con figli a scuola. La Regione Toscana ha stanziato risorse aggiuntive a quelle statali per aiutare le famiglie dai redditi più bassi che hanno figli alle elementari, medie e superiori (primarie e secondarie di primo e secondo grado). Servirà come sempre l’Isee e saranno direttamente i comuni toscani ad attivare i bandi per il prossimo anno scolastico. Un modo semplice per attivare una misura di equità alle famiglie più in difficoltà. Un modo concreto per contribuire alle spese scolastiche di tante famiglie. Sul ??diritto allo studio‬ non si scherza.

Un bando per l’innovazione urbana. Tra le tante misure di sostegno ai territori la Regione Toscana ha individuato alcune aree urbane con particolari criticità socio-economiche sulle quali investire risorse per finanziare progetti di innovazione urbana. Tra le 14 aree selezionate ci sono anche i comuni di Poggibonsi e Colle Val d’Elsa (unica “area funzionale urbana” del sud della Toscana ) che potranno presentare Progetti di innovazione urbana (Piu) e concorrere ad utilizzare i 46 milioni stanziati per questa misura. Un’occasione da non perdere per investire in mobilità sostenibile, servizi socio-educativi, recupero del patrimonio edilizio, eco-efficienza negli edifici ed altre misure volte a favorire l’inclusione sociale e la riduzione del disagio socio-economico presenti nelle aree con caratteristiche urbane della Toscana.

#buonenotizie

sole 24 ore RT promossa

La fotografia fatta dal Sole 24 Ore lo scorso 3 agosto è chiara: la Regione Toscana è al primo posto per la qualità dei servizi pubblici offerti, riuscendo a tenere bassa la tassazione. In particolare si fa riferimento all’offerta di infrastrutture, possibilità economiche e istruzione. La ricerca conferma la Toscana tra le Regioni italiane ‘ideali’, ovvero con un buon bilanciamento tra servizi e livelli di tassazione. Un equilibrio che dovremo mantenere anche nei prossimi anni.

Siena in Toscana. Qualche giorno fa il Presidente Enrico Rossi ha lanciato la sfida della Toscana come laboratorio nazionale ed europeo per affrontare i cambiamenti climatici. Dissesto idrogeologico, riduzione delle emissioni, energia, approvvigionamento idrico sono temi di stratta attualità. Mi viene in mente il progetto del Siena Carbon Free, con il quale la Provincia di Siena si rivelò un territorio all’avanguardia nelle politiche innovative di monitoraggio delle emissioni ed assorbimento della CO2. Nei prossimi giorni consegnerò al Presidente i risultati di quello che è stato un progetto che destò curiosità ed apprezzamenti in tutto il mondo e che può essere da stimolo per un’azione normativa su scala regionale.

La Toscana a Siena. Dopo tanta attesa finalmente un altro passo avanti verso il completamento del raddoppio della Siena Grosseto. Il 6 agosto il CIPE ha approvato il Contratto di Programma con ANAS che prevede i finanziamenti dei lotti ancora da realizzare. Seguirò con attenzione l’evoluzione della vicenda e vi terrò informati.

Rifiuti di altre regioni in Toscana e a Siena, facciamo chiarezza. Molti amministratori senesi mi hanno chiamato in questi giorni sulla notizia apparsa sulla stampa locale ed ho approfondito la questione assieme alla giunta regionale. Va specificato che si tratta di un conferimento estremamente limitato di rifiuti urbani e non di rifiuti speciali che non altera i parametri della programmazione, sul piano economico interamente a carico delle Regioni Liguria e Calabria, e che comunque sarà sottoposto ai controlli dalle autorità competenti e su quello vigileremo affinché tutto proceda al meglio. In ogni caso, qui trovate le informazioni utili promosse dalla giunta regionale sulla questione.

Buon ferragosto a tutti voi!

Un saluto,
Simone

Categoria: Comunicazioni dai Consiglieri Regionali, Dibattito, Informazioni

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Agosto 2015
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Categorie

Archivi

LINK

Meta