POLITICHE DEL LAVORO di Valeria Fedeli

Inserito da casoledelsa il 30 Settembre 2014

Il dibattito in corso sul Jobs Act è sicuramente
un’occasione in più per il Partito Democratico per confrontarsi con il paese
reale. Ora sta a tutti noi, decidere se questa discussione di merito dovrà dare
vita a una legge con cui contrastare disoccupazione, burocrazia e precarietà,
oppure lasciare che diventi una delle tante piccole discussioni tra correnti di
partito che poco hanno a che fare sia con il pluralismo interno che con la vita
di lavoratori e imprese.

Di
sicuro, il discorso su come riformare il mondo del lavoro acquisisce valore solo
se incluso in un più ampio scenario di azioni politiche. Penso di doverne
menzionare almeno tre, che sono a mio parere le fondamentali. Primo: occorre una
seria politica di sostegno agli investimenti, sia pubblici che privati, sia
regionali e statali che europei, creando le condizioni affinché il territorio
possa sviluppare poli di attrazione. Secondo: bisogna rilanciare la cultura del
fare impresa, e dunque facilitare la vita delle imprese, incentivando tra
l’altro anche l’autoimprenditorialità, soprattutto per giovani e donne. Terzo:
il diritto alla reintegra in casi di licenziamento per discriminazione va
esercitato sempre per ogni tipologia di contratto o dimensione di impresa. A
partire dal rispetto della differenza di genere (mai dimenticare che siamo il
Paese delle “dimissioni in bianco”), dell’orientamento sessuale,
dell’appartenenza etnica, del credo religioso, della libertà di iscrizione
sindacale e di esercitare i diritti sindacali, sono tutti fattori che mai
potranno giustificare un licenziamento con la sanzione monetaria. Qui un paese
civile e democratico deve prevedere sempre la reintegra nel posto di lavoro, e
con onere della prova di non discriminazione a carico del datore di lavoro e non
certo da parte del lavoratore.

Dico
questo perché è da nodi irrisolti come questi che la crisi dell’occupazione
continua a riprodursi nel nostro paese con disuguaglianze non più tollerabili.
Se riusciremo a realizzare il cambiamento verso questa direzione, andremo ad
agire su un mutamento anche culturale di portata
straordinaria.

Certamente,
non basterà il Jobs Act, a rilanciare l’occupazione nel nostro paese, però una
buona riforma del mercato del lavoro, accompagnata da investimenti e da un nuovo
disegno del welfare e delle relazioni industriali, è uno dei punti chiave con
cui costruire un progetto di rinascita economica. Solo rafforzando il legame tra
politiche pubbliche, imprese e lavoro, estendendo a tutti gli stessi diritti e
semplificando il più possibile la vita di imprese e imprenditori, sarà possibile
attrarre investimenti e competere sui mercati. E questo è il vero dato politico
rilevante che il Partito Democratico dovrà essere in grado di sostenere con
forza, senza contribuire a ulteriori divisioni di cui né la sinistra italiana,
né certamente cittadini e cittadine, hanno bisogno.

Grazie.

VALERIA FEDELI

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

Guicciardini: ”Il Pd unito ha scelto Fabrizio Nepi

Inserito da casoledelsa il 22 Settembre 2014

Guicciardini: ”Il Pd unito ha scelto Fabrizio Nepi per dare un progetto innovativo e che guarda al futuro della
Intervento del segretario provinciale del Pd in merito alla candidatura per la presidenza della
Provincia di Siena
La direzione del Partito democratico ieri, giovedì 18 settembre ha votato all’unanimità per
Fabrizio Nepi, candidato del Pd alla presidenza della Provincia di Siena. Sempre all’unanimità
la direzione ha candidato per il consiglio provinciale i sindaci: Raffaella Senesi (Monteriggioni);
Giacomo Bassi (San Gimignano); Valeria Agnelli (San Quirico d’Orcia); Emiliano Spanu
(Rapolano Terme); Bruno Valentini (Siena); Fabiola Parenti (Murlo) e Riccardo Agnoletti
(Sinalunga). La direzione ha visto un lungo applauso al presidente uscente della Provincia di
Siena, Simone Bezzini, e alla giunta che lo ha accompagnato in questi anni.
“Dopo giorni difficili - ha detto il segretario provinciale del Pd, Niccolò Guicciardini - il
Partito democratico ha fatto uno scatto d’orgoglio, unendosi intorno alla figura di Fabrizio Nepi,
un amministratore serio e amato dalla sua comunità. Sono sicuro che Fabrizio saprà
rappresentare al meglio la nostra comunità e saprà lavorare per dare pari cittadinanza a tutti i
territori e per far crescere la Provincia di Siena. Voglio ringraziare Fabrizio che, fin dalla prima
telefonata, ha affrontato questa sfida con lo spirito giusto e con grande serietà e voglia di
mettersi a disposizione. L’esecutivo provinciale si è immediatamente assunto la responsabilità
di portare in direzione la proposta. Al fianco di Fabrizio, candidati al consiglio provinciale ci sono
sette sindaci, espressione di ciascuna delle nostre aree. A ognuno di loro va il mio in bocca al
lupo, confermando il sostegno di tutto il partito che sarà al loro fianco in questo percorso. Per
quanto riguarda il futuro del Pd voglio sottolineare quanto per me non si torni indietro rispetto al
rinnovamento impresso. Per essere credibili abbiamo il dovere di saper stare al passo con il
cambiamento, con i tempi e con lo stile impressi da Matteo Renzi. Le divisioni interne ci
allontanano da questo obiettivo e da questo percorso. Il cambiamento si misura nelle scelte
concrete, non nei chiacchiericci o nelle illazioni. Ringrazio la giunta ed il Presidente uscente
Simone Bezzini per il lavoro svolto e la direzione provinciale per la maturità dimostrata”.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Lavoro: Serracchiani, proprio il Pd può essere luogo di sintesi

Inserito da casoledelsa il 22 Settembre 2014

Lavoro: Serracchiani, proprio il Pd può essere luogo di sintesi

18 Settembre 2014

“Confidiamo, e non a caso la direzione e’ convocata il 29 settembre, che si possa trovare il luogo della sintesi” sulla riforma del lavoro “proprio all’interno del Partito democratico, un partito che ha dimostrato maturita’ proprio quando si pensava si sciogliesse come neve al sole, come sulle riforme”. Cosi’ risponde Debora Serracchiani, vicesegretario del Pd, a chi la interpella sulle divisioni interne al partito sul Jobs act.

“Il presidente del Consiglio e’ stato chiaro nel dire che non c’e’ piu’ tempo da perdere su temi delicati come il lavoro: su questo Pd e governo hanno fatto proposte chiare e il Parlamento sta facendo la sua parte sul ddl delega. Noi abbiamo presentato il Jobs act, la scelta degli strumenti legislativi sara’ al governo e ai gruppi parlamentari”. Cosi’ Debora Serracchiani, vicesegretario del Pd, risponde a chi le domanda se per la riforma del Lavoro sia in arrivo un decreto legge. “Il tema del lavoro e’ delicato: non sara’ semplice ma siamo determinati. Sul ddl delega continuano i confronti anche con il ministro Poletti: abbiamo raggiunto accordi importanti su alcuni articoli, confidiamo che entro l’anno ci possa essere la definizione del passaggio parlamentare”, aggiunge Serracchiani. “E’ una riforma importante che tocca nodi non banali come l’introduzione del contratto a tutele crescenti, la riforma degli ammortizzatori sociali, l’allargamento delle tutele - prosegue - Stiamo cambiando profondamente il sistema del lavoro toccando anche lo statuto dei lavoratori che e’ ormai datato 40 anni”.

Categoria: Circolo di Casole, Circolo di Mensano -Monteguidi, Segreteria | 1 Commento »

 

PENSIERI IN LIBERTA’ SULLA SCUOLA

Inserito da casoledelsa il 4 Settembre 2014

RICEVIAMO DAL CAPOGRUPPO DEL CENTROSINSITRA PER CASOLE E PUBBLICHIAMO:

Pensieri in libertà sulla scuola

Riparte la scuola con i problemi di sempre, problemi che derivano dalla politica scolastica generale, ma anche dalla situazione nel nostro comune, che riguarda in particolare l’edilizia scolastica e le tariffe relative alla mensa e ai trasporti.

Prima di tutto è necessario un ambiente idoneo, in cui i ragazzi possano disporre di quegli spazi necessari al buon svolgimento dell’attività didattica, per cui è di fondamentale importanza l’adeguamento del plesso di via del Pacchierotto, ristrutturando l’ex scuola media, dove dovrebbe essere collocata l’attuale scuola primaria. Ormai sono anni che la scuola primaria si trova in difficoltà per gli ambienti insufficienti, come gruppo di opposizione faremo un’interrogazione al Sindaco per sapere come intende procedere per portare a compimento il Plesso scolastico.

La scuola deve essere al primo posto nell’azione di governo sia nazionale che locale, in quanto è il luogo preposto alla diffusione della cultura, insieme ad altre agenzie formative, insegna ai giovani ad apprendere per se stessi e per la vita, per accompagnarli nel processo di crescita che li porterà ad essere adulti consapevoli e cittadini in grado di scegliere. Pertanto il nostro impegno deve andare nella direzione di garantire una scuola di qualità, sviluppando al meglio quelle che sono le competenze del comune a partire dagli edifici, mensa e trasporti, ma anche il sostegno alle famiglie per garantire il diritto allo studio a tutti, attraverso contributi e agevolazioni per i redditi più bassi. Sarà necessario rivedere le tariffe della mensa e dei trasporti, perché in un periodo di crisi come questo per alcune famiglie diventa insostenibile provvedere al pagamento, tanto è vero che alcuni bambini, non mangiano a mensa per problemi economici.

Se non riusciamo ad elaborare una propria cultura, si parte svantaggiati; Don Milani affermava, nel suo libro “Lettera ad una professoressa”, che chi possiede mille parole sarà sempre in grado di convincere chi ne possiede solo cento, invitando i propri ragazzi a studiare per migliorare la loro condizione. Alla scuola spetta il compito di sviluppare la conoscenza, fondamentale per acquisire competenze e per costruire uno spirito critico costruttivo, perché non ci può essere crescita se non c’è conoscenza. Noi vogliamo interagire con cittadini consapevoli che siano di stimolo alla nostra azione di governo, pertanto rafforzeremo il principio di centralità della Scuola Pubblica e della sua funzione sociale, che, tramite l’insegnamento in termini educativi e culturali, consenta alle giovani generazioni un maggior coinvolgimento nei processi di sviluppo del paese.

In tal senso andrebbe favorito ogni possibile scambio con la dirigenza scolastica per concordare dei percorsi di studio sistematici che, con cadenze prestabilite, ripercorrano le tappe del nostro passato recente (giorno delle Memoria, del Ricordo, 25 aprile), anche con l’istituzione di un bus della memoria per far conoscere ai giovani i luoghi della nostra Resistenza, oppure percorsi di educazione ambientale (studio di aree protette, raccolta differenziata, percorsi natura, ecc.), un’altra esperienza da valorizzare è senz’altro quella del Consiglio Comunale dei ragazzi.

Nella Valdelsa deve ancora essere completamente realizzato il piano di razionalizzazione dei Plessi scolastici, pertanto la nostra proposta sarà quella di istituire un istituto omnicomprensivo che accompagni i nostri ragazzi fino alla secondaria superiore; alla luce della riforma della Scuola superiore, proponiamo un Istituto professionale a indirizzo agro-forestale, con possibilità di convitto per gli alunni che provengono da lontano. In questo modo potremmo recuperare la Dirigenza scolastica nella nostra scuola.

TERI CARLI

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

LA CORRIDA

Inserito da casoledelsa il 1 Settembre 2014

PISTA RIVELLINO

MERCOLEDI’ 3 SETTEMBRE 2014

ORE 20,00

Mauro Canocchi (Maino)

presenta

La Corrida

gara canora… e altro, fra dilettanti

INGRESSO LIBERO

CENA FREDDA (pasta, affettati, formaggi ) - € 8,00

affettati offerti dalla

“macelleria Pietroni Ermanno e Gabriele” prenotazioni: o577948434 - 3396630308

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Settembre 2014
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Categorie

Archivi

LINK

Meta