EMENDAMENTI PROPOSTI DAL CENTROSINSITRA PER CASOLE AL REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SULL’AMBIENTE

Inserito da casoledelsa il 10 Luglio 2014

DI SEGUITO PRIMA IL REGOLAMENTO PROPOSTO DALLA MAGGIORANZA E POI LE VARIAZIONI PROPOSTE DAL CENTROSINISTRA PER CASOLE

REGOLAMENTO PER L’ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA PER

L’AMBIENTE DEL COMUNE DI CASOLE D’ELSA

Art. 1

ISTITUZIONE

È istituita la Consulta Comunale per l’ambiente allo scopo di coinvolgere i soggetti operanti sul territorio comunale nelle proposte di politiche e programmi in campo ambientale L’attività della consulta è ispirata dai principi di tutela e valorizzazione dell’ambiente nell’ottica di fornire all’amministrazione comunale e, per essa, alla collettività tutta, uno strumento funzionale ad una politica basata sui principi di sviluppo sostenibile.

Art. 2

FINALITÀ

È compito della consulta:

1) essere luogo di confronto e di collaborazione tra associazioni, enti, cittadini e gruppi per sviluppare la capacità di comprendere i valori dell’ambiente come bene comune;

2) essere occasione per valorizzare le risorse, al fine di promuovere nuove iniziative, capaci di diffondere la cultura della difesa del territorio e della valorizzazione dell’ambiente urbano e naturale;

3) promuovere il dialogo e il confronto tra i cittadini, l’amministrazione comunale ed in genere le istituzioni, con la discussione dei programmi d’intervento sulla natura, sul territorio e sul patrimonio artistico, storico e culturale della città;

4) promuovere la reale partecipazione dei cittadini al governo dell’ambiente;

ART.3

COMPITI

E’ compito della Consulta svolgere attività consultiva e propositiva in materia di valorizzazione e tutela dell’ambiente. La stessa favorisce il collegamento tra i cittadini e l’Amministrazione Comunale con la quale collabora fattivamente.

Tale compito si esercita in particolare:

1. nell’esprimere il proprio parere sul bilancio pluriennale e sulla programmazione annuale del Comune dì Casole d’Elsa, relativamente agli ambiti di propria competenza

2. nel presentare proprie proposte per la formulazione di nuovi criteri e per eventuali modifiche ai regolamenti comunali in campo ambientale.

3. nello svolgere attività propositiva e consultiva non vincolante per l’Amministrazione sui progetti che abbiano chiara e rilevante valenza ambientale e che, pertanto, l’Amministrazione stessa proporrà all’esame della Consulta.

4. nel rispondere a richieste dì parere inoltrate dagli uffici comunali in relazione alle materie dì competenza della Consulta e nel presentare proposte all’Amministrazione Comunale finalizzate ad un miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente nel territorio comunale.;

5. nel favorire l’informazione e l’educazione ambientale sia su temi di valenza globale che locale.

Art. 4

COMPOSIZIONE E NOMINA DEI COMPONENTI

La Consulta è così composta:

1. Sindaco o suo delegato;

2. Assessore o consigliere delegato per le Politiche Ambientali che assume la funzione di Coordinatore

3. Un Consigliere Comunali per ogni gruppo consiliare regolarmente costituito;

4. Un rappresentante effettivo e uno supplente per ogni Associazione operante sul territorio del Comune di Casole d’Elsa dal cui statuto si evincano chiaramente le finalità di tutela e valorizzazione ambientale.

5. rappresentanti di associazioni e movimenti aventi nel proprio Statuto chiare finalità di salvaguardia dell’ambiente operanti sul territorio nazionale che , pur non avendo circoli nel Comune di Casole d’Elsa ma presenti nel contesto provinciale, ne facciano espressa richiesta successivamente all’approvazione del presente regolamento. La Giunta Comunale valuterà le richieste e procederà comunque con specifiche motivazioni.

I componenti rappresentati delle Associazioni Ambientaliste di cui al punto 4 e 5 vengono nominati dagli organi direttivi delle Associazioni stesse, secondo le modalità previste dai propri regolamenti. I nominativi dei rappresentanti vanno comunicati in forma scritta al Sindaco del Comune di Casole d’Elsa entro 30 giorni dall’approvazione del presente regolamento e, successivamente entro trenta giorni dall’insediamento del Consiglio Comunale.

Il mancato rispetto di tale termine comporta la facoltà della Giunta Comunale di escludere dalla consulta i rappresentanti delle associazioni ritardatarie.

Ogni membro della consulta non può rappresentare più di una associazione.

Non possono fare parte della consulta tra i rappresentanti delle Associazioni coloro che abbiano incarichi politici nell’ambito dell’Amministrazione Comunale.

Non possono altresì far parte della Consulta Associazioni e/o Enti che, in modo prevalente, svolgano attività imprenditoriali o abbiano rapporti contrattuali in atto con il comune in forza dei quali il Comune stesso sia tenuto ad erogare corrispettivi per prestazione di servizi o fornitura di beni.

I componenti la Consulta vengono nominati con decreto sindacale ai sensi dell’alt 50 del D. Lgs.267/2000 per lo stesso periodo di durata del Consiglio Comunale e restano comunque in carica fino alla nomina della successiva.

Il Sindaco insedierà La Consulta quando sia stata nominata almeno la metà dei suoi componenti.

ART.4

FUNZIONAMENTO

La Consulta sì riunisce periodicamente e comunque almeno due volte all’anno presso i locali indicati con specifico atto dalla Giunta Municipale.

Durante la prima seduta, la Consulta per l’Ambiente prende visione dello statuto comunale e ne accetta totalmente e incondizionatamente i contenuti.

Il Coordinatore dispone l’ordine del giorno inviandolo almeno 10 gg. prima ai componenti la Consulta.

In caso di particolari urgenze, la Consulta può essere convocata per le vie brevi dal Coordinatore o su richiesta di almeno 1/3 dei componenti, rendendo noto almeno 24 ore prima l’ordine del giorno.

Alle sedute della Consulta possono essere espressamente invitati soggetti diversi che, non avendo diritto dì voto, siano considerati dì supporto all’argomento in discussione.

Le sedute sono tenute a porte aperte. E’ tuttavia facoltà della Consulta stessa stabilire se le sedute debbano essere chiuse sulla base di valide motivazioni da riportare nel verbale della seduta stessa.

Al suo interno, la Consulta incarica un componente delle funzioni di segreteria in supporto al lavoro del coordinatore; per dette funzioni, l’incaricato potrà avvalersi degli strumenti e dei mezzi in dotazione messi a disposizione dalla Giunta Comunale.

Di ogni incontro viene redatto apposito verbale lasciato a disposizione per la consultazione presso l’Assessorato alle Politiche Ambientali.

La Consulta presenta annualmente al Consiglio Comunale una relazione sull’attività svolta e sui risultati conseguiti.

In caso di dimissioni di uno dei rappresentanti è facoltà dell’Associazione da questo rappresentata di nominare un sostituto.

ART. 6

DURATA DEL MANDATO

Il mandato di tutti i componenti della Consulta coincide con quello del Consiglio Comunale che li ha eletti.

ART.7

PARTECIPAZIONE ALLA CONSULTA

La partecipazione alla Consulta è a titolo gratuito, senza che ciò comporti richiesta alcuna di somme a qualsiasi titolo, neanche di rimborso spese eventualmente sostenute per la partecipazione medesima.

ART. 5

DISPOSIZIONI FINALI

Per ogni altro aspetto non espressamente previsto nel presente regolamento, si fa riferimento al Regolamento Comunale sugli Organismi di Partecipazione.

EMENDAMENTI PROPOSTI DA CENTROSINSITRA PER CASOLE D’ELSA
(in rosso i cambiamenti)
ART. 3 - COMPITI
E’ compito della Consulta svolgere attività consultiva e propositiva in materia di
valorizzazione e tutela dell’ambiente. La stessa favorisce il collegamento tra i
cittadini e l’Amministrazione Comunale con la quale collabora fattivamente.
Tale compito si esercita in particolare:
1. nel contrastare ogni tipo di inquinamento: atmosferico, acustico, luminoso, ecc.,
con particolare riguardo alla tutela della salute;
2. nella salvaguardia della biodiversità, individuando aree da proteggere per il loro
valore naturalistico;
3. nel favorire lo sviluppo di fonti energetiche alternative, finalizzate al risparmio
energetico;
4. nel favorire la raccolta differenziata per lo smaltimento dei rifiuti, per
realizzare l’obiettivo “rifiuti zero”

5. nell’esprimere il proprio parere sul bilancio pluriennale e sulla programmazione
annuale del Comune dì Casole d’Elsa, relativamente agli ambiti di propria
competenza
6. nel presentare proprie proposte per la formulazione di nuovi criteri e per
eventuali modifiche ai regolamenti comunali in campo ambientale.
7. Nello svolgere attività propositiva e consultiva non vincolante per
l’Amministrazione sui progetti che abbiano chiara e rilevante valenza
ambientale e che, pertanto, l’Amministrazione stessa proporrà all’esame della
Consulta.
8. nel rispondere a richieste dì parere inoltrate dagli uffici comunali in relazione
alle materie dì competenza della Consulta e nel presentare proposte
all’Amministrazione Comunale finalizzate ad un miglioramento della qualità della
vita e dell’ambiente nel territorio comunale;
9. nel favorire l’informazione e l’educazione ambientale sia su temi di valenza
globale che locale.
Art. 4 - COMPOSIZIONE E NOMINA DEI COMPONENTI
La Consulta è così composta:
1. Sindaco o suo delegato;
2. Assessore o consigliere delegato per le Politiche Ambientali che assume la
funzione di Coordinatore
3. Un Consigliere Comunali per ogni gruppo consiliare regolarmente costituito;
4. Un rappresentante effettivo e uno supplente per ogni Associazione operante sul
territorio del Comune di Casole d’Elsa dal cui statuto si evincano chiaramente le
finalità di tutela e valorizzazione ambientale.
5. rappresentanti di associazioni e movimenti aventi nel proprio Statuto chiare
finalità di salvaguardia dell’ambiente operanti sul territorio nazionale che , pur
non avendo circoli nel Comune di Casole d’Elsa ma presenti nel contesto
provinciale, ne facciano espressa richiesta successivamente all’approvazione del
presente regolamento. La Giunta Comunale valuterà le richieste e procederà
comunque con specifiche motivazioni.
6. Possono far parte della Consulta anche cittadini non facenti parte di Associazioni,
Enti o Istituzioni (in numero non superiore a 10), che dovranno specificare le
motivazioni per cui intendono partecipare
7. i componenti della Commissione per il regolamento valuteranno le richieste e
procederanno con specifiche motivazioni
I componenti rappresentati delle Associazioni Ambientaliste di cui al punto 4 e 5
vengono nominati dagli organi direttivi delle Associazioni stesse, secondo le modalità
previste dai propri regolamenti. I nominativi dei rappresentanti vanno comunicati in
forma scritta al Sindaco del Comune di Casole d’Elsa entro 30 giorni dall’approvazione
del presente regolamento e, successivamente entro trenta giorni dall’insediamento del
Consiglio Comunale.
Il mancato rispetto di tale termine comporta la facoltà della Giunta Comunale di
escludere dalla consulta i rappresentanti delle associazioni ritardatarie.
Ogni membro della consulta non può rappresentare più di una associazione.
Non possono fare parte della consulta tra i rappresentanti delle Associazioni coloro che
abbiano incarichi politici nell’ambito dell’Amministrazione Comunale.
Non possono altresì far parte della Consulta Associazioni e/o Enti che, in modo
prevalente, svolgano attività imprenditoriali o abbiano rapporti contrattuali in atto con il
comune in forza dei quali il Comune stesso sia tenuto ad erogare corrispettivi per
prestazione di servizi o fornitura di beni.
I componenti la Consulta vengono nominati con decreto sindacale ai sensi dell’alt 50 del
D. Lgs.267/2000 per lo stesso periodo di durata del Consiglio Comunale e restano
comunque in carica fino alla nomina della successiva.
Il Sindaco insedierà La Consulta quando sia stata nominata almeno la metà dei suoi
componenti.

ART.4
FUNZIONAMENTO
All’interno della Consulta vengono eletti un Presidente e un Vice Presidente. Il Presidente
ha il compito di rappresentare la Consulta presso il Sindaco, la Giunta,
l’Amministrazione; convoca le sedute e coordina i lavori, redige gli atti con l’ausilio del
segretario.

La Consulta sì riunisce periodicamente e comunque almeno due volte all’anno presso i
locali indicati con specifico atto dalla Giunta Municipale.
Durante la prima seduta, la Consulta per l’Ambiente prende visione dello statuto
comunale e ne accetta totalmente e incondizionatamente i contenuti.
Il Coordinatore dispone l’ordine del giorno inviandolo almeno 10 gg. prima ai
componenti la Consulta.
In caso di particolari urgenze, la Consulta può essere convocata per le vie brevi dal
Coordinatore o su richiesta di almeno 1/3 dei componenti, rendendo noto almeno 24 ore
prima l’ordine del giorno.
Alle sedute della Consulta possono essere espressamente invitati soggetti diversi che,
non avendo diritto dì voto, siano considerati dì supporto all’argomento in discussione.
Le sedute sono tenute a porte aperte. E’ tuttavia facoltà della Consulta stessa stabilire
se le sedute debbano essere chiuse sulla base di valide motivazioni da riportare nel
verbale della seduta stessa.
Al suo interno, la Consulta incarica un componente delle funzioni di segreteria in
supporto al lavoro del coordinatore; per dette funzioni, l’incaricato potrà avvalersi degli
strumenti e dei mezzi in dotazione messi a disposizione dalla Giunta Comunale.
Di ogni incontro viene redatto apposito verbale lasciato a disposizione per la
consultazione presso l’Assessorato alle Politiche Ambientali.
La Consulta presenta annualmente al Consiglio Comunale una relazione sull’attività
svolta e sui risultati conseguiti.
In caso di dimissioni dei Consiglieri dalla loro carica, il Consiglio Comunale provvede alla
loro sostituzione.
In caso di dimissioni di uno dei rappresentanti di Associazioni, Enti o Istituzioni è
facoltà delle stesse nominare un sostituto.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE DEL - 7 07-2014 - MOTIVAZIONI DI VOTO DEL GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Inserito da casoledelsa il 10 Luglio 2014

________________________________________________________________________
ORDINE DEL GIORNO
________________________________________________________________________________
1. Lettura e approvazione verbali seduta precedente
2. Comunicazioni
3. Interrogazioni, interpellanze, mozioni
4. Istituzione della Consulta per l’Ambiente e approvazione relativo Regolamento
5. O.d.g. presentato dai gruppi consiliari di Pensare Comune,Rifondazione Comunista e Centro Sinistra
per Casole avente ad oggetto “Informazione e iniziative per contrastare l’uso dei diserbanti”.
6. O.d.g. presentato dal gruppo consiliare Rifondazione Comunista di Casole avente per oggetto:
“Modifica art.15 del Regolamento dei Consigli di frazione e di quartiere”.
7. Artt. 42 e 50 Decreto Legislativo 18/08/2000 n.267 – Definizione degli indirizzi per la nomina, la
designazione e la revoca di rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende e Istituzioni.
8. Piano di Lottizzazione “IL PIANO” Area AT 4.7 art. 93.2 c. 11 N.T.A. del R.U. Adozione
F.to Il Sindaco
Piero Pii

MOTIVAZIONI DEL CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Consiglio Comunale del 07/07/2014:

Riguardo al punto 4 all’o.d.g. abbiamo chiesto la costituzione di una commissione formata da tre consiglieri di maggioranza e due dell’opposizione per stilare un regolamento condiviso, proposta che è stata respinta, abbiamo però ottenuto di rinviare la discussione degli emendamenti presentati dal gruppo consiliare “Centrosinistra per Casole d’Elsa” e dal gruppo di “Rifondazione” in un prossimo Consiglio, che si terrà il 14 p.v., dopo un incontro con il Sindaco, l’Assessore all’ambiente e i Capigruppo dei gruppi consiliari.

Abbiamo approvato gli altri punti all’o.d.g.

Il punto 5, che abbiamo presentato insieme, prevede un convegno sull’agricoltura biolagica da tenere durante la Fiera dell’Alberaia e porre la basi per un distretto dell’agricoltura biologica, con gli altri comuni della valdelsa e quelli limitrofi, come da nostra richiesta.

Il punto 8 è una variante che prevede la costruzione di serre per la produzione di ortaggi, vicino all’ex Alba, anche questo è un punto che avevamo previsto nel nostro programma elettorale.

GRUPPO CONSILIARE

CENTROSINISTRA PER CASOLE

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Luglio 2014
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta