PISTA RIVELLINO: SERATE DI MUSICA E SPETTACOLO 2014

Inserito da casoledelsa il 30 Giugno 2014

IL GRUPPO DIRENGENTE PD DI CASOLE D’ELSA, NELL’OTTICA DI VALORIZZARE LA PISTA DI RIVELLINO, BENE COMUNE DI TUTTA LA POPOLAZIONE, STA DANDO VITA AD UN PROGRAMMA ESTIVO DI APPUNTAMENTI VARI: SPETTACOLI  MUSICALI ED EVENTI CULTURALI.

LA SERATA INAUGURALE DI  SABATO SCORSO,  BALLO CON BUFFET,  HA FATTO REGISTRARE UNA BUONA PARTECIPAZIONE DI PUBBLICO IN  UN CLIMA DI ENTUSIASMO ED ALLEGRIA.

GLI ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA SONO:

10 LUGLIO 2014 :  ORE 21,30 SPETTACOLO MUSICALE - NOTTE DI NOTE E DI STELLE CON DANIELE AMOROSO

19 LUGLIO 2014:  ORE 20,00 - SERATA DANZANTE CON BUFFET - NANDO E LA SUA ORCHESTRA

2 AGOSTO 2014 : ORE 21,30 - SERATA DANZANTE CON GLI O.S.E. BAND

9-AGOSTO 2104 : ORE 20,00 SERATA DANZANTE CON BUFFET - NANNI TEAM

LA STRUTTURA E’ A DISPOSIZIONE DELLE  ASSOCIAZIONI CHE INTENDONO PROGRAMMARE EVENTI NEL PERIODO ESTIVO,   IN  DATE ANCORA DISPONIBILI.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A ENZA TRAMONTE : TEL 339 -6630308

PD CASOLE D’ELSA

ORGANIZZAZIONE  EVENTI

Categoria: Attività, Informazioni | Nessun Commento »

 

OSSERVAZIONE PRESENTATA DAL CENTROSINISTRA PER CASOLE ALLA REGIONE TOSCANA SUL PROGETTO DI RICERCA DENOMINATO MAZZOLLA

Inserito da casoledelsa il 29 Giugno 2014

 

Alla cortese attenzione di

Regione Toscana

Settore Valutazione di Impatto Ambientale –

Opere pubbliche di interesse strategico

Piazza dell’Unità Italiana, 1

50123 Firenze (FI)

regionetoscana@postacert.toscana.it

 

 

Casole d’Elsa, 24 Giugno 2014

 

OGGETTO: Presentazione osservazioni alla Domanda di avvio del procedimento di valutazione di impatto ambientale (VIA) relativa al .Progetto per la realizzazione di pozzi esplorativi nel PR “Mazzolla” ai sensi della art. 52 comma 6 della L.R. 10/2010

PROPONENTE: GESTO ITALIA SRL

DATA: 31/03/2014

Premessa

Con nota del 16 dicembre 2009 (prot. 324930/P.120.60) la Soc. GeSto Italia Srl ha richiesto alla Regione Toscana il rilascio di Permesso di ricerca di risorse geotermiche (da ora in poi semplicemente “Permesso”) denominato “Mazzolla” che riguarda complessivamente un’area di 72.60 Km2 nel territorio provinciale di Pisa nei Comuni di Volterra, Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina e nel territorio provinciale di Siena nel Comune di Radicondoli. Tale Permesso è relativo ad un sistema geotermico a media entalpia, con temperature attese del fluido geotermico di circa 110-120 °C, ipotizzabile alla profondità di circa 1.000-1.500 m.

L’area interessata dal permesso di ricerca contiene varie aree protette, tra cui la “Macchia di Tatti-Berignone”, classificata come Sito di Importanza Regionale (SIR), l’area del “Fiume Cecina da Berignone a Ponteginori”, classificata come Sito di Importanza Regionale (SIR), l’area della “Valle del Pavone e Rocca Sillana”.

Inoltre l’area interessata dal permesso di presenta alcune aree soggette a tutela paesaggistica ai sensi del D.lgs. 42/2004 e s.m.i..

Osservazioni: Alla luce della premessa che precede, con la presente osservazione siamo a significarVi la nostra contrarietà all’individuazione della zona per la collocazione dei due pozzi esplorativi proposta dalla società Gesto Italia s.r.l. e ciò sia perché , pur essendo al di fuori della Riserva Naturale di Berignone, è comunque molto vicino al suo confine sia perché non lontana da una zona di estrema importanza e pregio naturalistico e paesaggistico come il “Masso delle Fanciulle”.

Inoltre, ed in generale, riteniamo che il posizionamento dei due pozzi esplorativi in tale zona non possa essere condiviso anche perché ci troviamo in un’area di pianura vicino al corso di un fiume - il Fiume Cecina - zona peraltro di grande peculiarità ambientale - che, invece, riteniamo debba essere tutelata e salvaguardata in tutte le sue caratteristiche. In tal senso, sarebbe addirittura auspicabile l’istituzione di una ulteriore area protetta che riguardi proprio il corso del Cecina sia a valle, che a ricomprendendo anche le aree di pianura lungo il corso del fiume comprese nel territorio di Comune di Casole d’Elsa, fin sotto la frazione di Monteguidi.

L’area individuata per i due pozzi esplorativi è, infine ed inoltre, un’ area potenzialmente soggetta a eventi di criticità idraulica.

Dunque, nel ribadire la ferma opposizione alla collocazione dei pozzi esplorativi così come proposta dalla società titolare del permesso riteniamo sia necessario individuare un’ulteriore zona che, sempre nel rispetto di tutti i criteri di tutela dell’ambiente, della salute e del paesaggio, sia di tutela e di garanzia per la valle del Fiume Cecina e che, comunque, non infici in alcun modo con la conservazione e la salvaguardia del nostro territorio.

Infine, posto che nello studio di impatto ambientale si parla di pozzi verticali, sempre nel rispetto del territorio, ma al contempo con l’obiettivo di ridurre il consumo di fonti fossili e l’emissione di gas climalteranti, visto anche lo stato dell’arte della tecnologia, una diversa collocazione dei pozzi esplorativi potrebbe comportare si metodologie diverse dalla semplice perforazione verticale, ma tutelerebbe il territorio in misura maggiore.

 

Per le motivazioni sopra citate, la sottoscritta Teri Carli nata Castelnuovo Val di Cecina (Pi) il 02/07/1950, residente a Casole d’Elsa in via Isola d’Elsa, 47, a nome del “Centrosinistra per Casole d’Elsa”,

 

CHIEDE

 

  1. che venga espresso parere negativo, in sede di valutazione di impatto ambientale (VIA), e che pertanto venga rigettata l’istanza relativa al Progetto per la realizzazione di pozzi esplorativi nel Permesso di ricerca di geotermica “MAZZOLLA” presentata da GESTO ITALIA SRL, eventualmente prescrivendone una diversa collocazione;

  2. che l’eventuale avvio della procedura di V.I.A tenga in ogni caso conto anche dell’interazione tra questo progetto di ricerca e quelli rilasciati in territori contermini, valutandone gli effetti di carattere ambientale, paesaggistico e economico.

 

Distinti saluti.

In fede

Teri Carli

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE - 23-06-2014 : INTERROGAZIONE DEL CENTROSINISTRA PER CASOLE

Inserito da casoledelsa il 27 Giugno 2014

CLICCA SOTTO PER LEGGERE L’INTERROGAZIONE SUL CENTRO CIVICO E AMBULATORIO DI MENSANO

interrogazione-2-ambulatorio

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Dario Parrini: “L’idea di riproporre le Feste dell’Unità: cosa significa secondo me”

Inserito da casoledelsa il 23 Giugno 2014

“L’IDEA DI RIPROPORRE LE FESTE DELL’UNITÀ: COSA SIGNIFICA SECONDO ME
Il cambio di nome delle Feste dell’Unità svolse una funzione agli albori del Pd, nel 2008: il nuovo partito appariva allora come la somma di due vecchi partiti e di due popoli, quello ex comunista/diessino e quello ex democristiano/margheritino. In quel momento la mescolanza tra le due storie fondative del nuovo corso democratico era appena iniziata e incontrava non pochi ostacoli: c’era, lo ricordo bene, un’esigenza di “simbolicamente corretto” che oggi, grazie al cielo, non c’è più. Oggi, come hanno osservato molti, il Pd è nato davvero, specie dopo l’ultimo congresso e dopo le ultime europee. Nessuno si domanda più, nel nostro partito, se uno è ex Ds o ex Margherita. Proprio perché adesso siamo tutti semplicemente e solamente “democratici” ci scopriamo finalmente in grado di riconoscerci tutti in tutte le cose più belle del nostro passato, senza star lì a disquisire se sono “nostre” o degli “altri”: questo steccato è finalmente e definitivamente caduto. Bravo Renzi a capirlo e a dirlo. Oltre ad essere un gesto di attenzione verso un giornale in difficoltà, la sua idea di riproporre le Feste dell’Unità (peraltro rimaste in vita in molti comuni anche in questi anni) ha questo significato: il Pd è finalmente nato. L’amalgama ora può dirsi riuscito. Avanti!”

15/6/2014

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Governo battuto sui giudici Colle: rispettare indipendenza

Inserito da casoledelsa il 12 Giugno 2014

Primo via libera dalla Camera dei Deputati alla Legge Europea 2013 con 357 voti a favore, 16 contro e 30 astenuti. Il provvedimento contiene misure che interessano diverse materie con l’obiettivo di adeguare l’ordinamento giuridico italiano a quello europeo.

Durante l’esame in aula a Montecitorio è stato inoltre approvato con voto segreto (187 sì e 180 no) un emendamento del leghista Gianluca Pini che introduce la responsabilità civile diretta dei magistrati.

A chiedere il voto segreto è stato il gruppo del Carroccio e i deputati del M5S si sono astenuti, mentre il governo e il relatore avevano espresso parere contrario. Nella modifica votata dall’Assemblea si prevede che «chi ha subìto un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento giudiziario posto in essere dal magistrato - si legge nel testo approvato - in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue funzioni ovvero per diniego di giustizia può agire contro lo Stato e contro il soggetto riconosciuto colpevole per ottenere il risarcimento dei danni patrimoniali e anche di quelli non patrimoniali che derivino da privazione della libertà personale. Costituisce dolo il carattere intenzionale della violazione del diritto».

Immediata la reazione dell’Associazione nazionale magistrati che con il suo presidente Rodolfo Sabelli definisce ciò che è accaduto a Montecitorio «un fatto grave», che avviene «in un momento che vede la magistratura fortemente impegnata sul fronte del contrasto alla corruzione nelle istituzioni pubbliche». Secondo Sabelli la norma approvata «costituisce un grave indebolimento della giurisdizione», che è oltretutto in contraddizione con la volontà di governo e Parlamento di rafforzare il ruolo dell’autorità anticorruzione. Con l’emendamento votato oggi, spiega il numero uno del sindacato delle toghe, «si vorrebbe reintrodurre ciò che non si riuscì ad approvare nel 2012, cioè un’introduzione dell’azione diretta di responsabilità civile che non ha eguale in nessun ordinamento occidentale e che presenta evidenti profili di incostituzionalità». E poi, sottolinea il presidente dell’Anm, «un’azione diretta senza filtri si presta ad evidenti strumentalizzazioni» perché «chiunque potrà agire contro un magistrato sgradito per paralizzarne l’azione».

A difendere con forza il provvedimento, invece, è naturalmente il suo proponente, Gianluca Pini: «L’Anm non cerchi di confondere le acque, la norma è chiarissima e non tocca magistrati e giudici che lavorano seriamente, ma solo quelli che non sanno fare il loro lavoro o non lo vogliono fare con onestà e rovinano la vita alla gente».

Il Pd già in aula dopo l’approvazione dell’emendamento ha sottolineato che la norma verrà modificata al Senato mentre il capogruppo Roberto Speranza parla di «un vero e proprio colpo di mano del centrodestra con la complicità del M5S». E a dire con chiarezza quale sarà la linea del Partito democratico nel passaggio a Palazzo Madama è il capogruppo dei senatori Luigi Zanda: «Il Pd, che ha già presentato proposte di legge per affrontare in modo organico il tema della responsabilità civile dei magistrati, è contrario all’emendamento leghista alla legge comunitaria - spiega Zanda - che grazie ad un colpo di mano del centrodestra con la complicità del M5S, è passato alla Camera».

Ma nel Pd c’è anche chi ha votato convintamente sì. «Ho votato sì all’emendamento sulla responsabilità civile dei magistrati» scrive su Twitter il democratico Roberto Giachetti che ha spiegato le ragioni del suo voto a favore della norma proposta dall’opposizione e su cui la maggioranza è stata battuta, allegando anche il video del suo intervento in aula a Montecitorio.

Il disegno di Legge Europea 2013 bis approvato si concentra su quei casi di non corretto recepimento della normativa europea e mira a chiudere 8 procedure di infrazione, risolvere 12 casi di pre-contenzioso e conformare l’ordinamento italiano a principi interpretativi stabiliti da 2 sentenze emesse dalla Corte di giustizia europea su rinvii pregiudiziali di giudici nazionali - prevenendo il possibile avvio di nuove procedure di infrazione - nonché a dare tempestiva e piena attuazione a 5 atti normativi dell’Ue, anche in questo caso a rischio procedure di infrazione.

Tra le materie affrontate ci sono le borse di studio universitarie per il perfezionamento all’estero, l’immigrazione e i rimpatri, la commercializzazione di camini o condotti in plastica, i servizi investigativi privati, la protezione della fauna selvatica, gli affidatari di incarichi di progettazione, la riduzione dei prezzi dell’energia elettrica e le nuove attribuzioni dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg). E poi le stazioni di distribuzione dei carburanti in città, la protezione del diritto d’autore nel disegno industriale, la lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, la responsabilità dello Stato per violazione grave e manifesta del diritto dell’Unione europea da parte di un organo giurisdizionale.

Molte anche le misure che riguardano temi fiscali e finanziari come il regime applicabile ai contribuenti fiscalmente residenti in un altro Stato membro che producono o ricavano la maggior parte del loro reddito in Italia, le imposte sul valore delle attività finanziarie all’estero (Ivafe) o la riscossione coattiva dei dazi doganali e dell’Iva alle importazioni. Ci sono inoltre le disposizioni che riguardano la materia ambientale e intervengono in merito alla infrastruttura per l’informazione territoriale nella Comunità europea (Inspire), alla partecipazione del pubblico nell’elaborazione di alcuni piani o programmi, alla assoggettabilità alla procedura di valutazione di impatto ambientale o all’inquinamento acustico e al danno ambientale. Nell’ambito del lavoro e delle politiche sociali sono previste disposizioni inerenti la salute e sicurezza dei lavoratori durante il lavoro e il riordino della normativa sui lavoratori nel settore delle navi da pesca.

RENZI, E’ TEMPESTA IN BICCHIER D’ACQUA
«Tecnicamente parlando è quella che si può definire una tempesta in un bicchier d’acqua». Così ha definito il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, la vicenda legata all’emendamento della Lega alle legge Ue che introduce la responsabilità civile per i magistrati per il quale il governo è stato battuto alla Camera dei Deputati. Il voto in aula è importante e assolutamente significativo, ma le reazioni che ho letto, ha detto Renzi ai suoi collaboratori in missione in Cina, rappresentano «una realtà parallela». Il voto a scrutinio segreto è «l’occasione per trappoloni» e il presidente del Consiglio si è detto colpito della reazione dei media al voto, definendo «una cosa che può capitare cento volte in una legislatura» quella del governo che si trova in minoranza in aula.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Guicciardini: “Complimenti e buon lavoro a Paolo Canocchi”

Inserito da casoledelsa il 9 Giugno 2014

“I colligiani si sono espressi nel ballottaggio dando fiducia a Paolo Canocchi e ribaltando, così, il risultato del primo turno che aveva visto affermarsi Miriana Bucalossi. Al neo sindaco vanno i nostri complimenti e l’augurio di buon lavoro. Il Partito democratico farà la sua parte, con determinazione e senso di responsabilità, per affrontare le sfide future che attendono Colle di Val d’Elsa”. Con queste parole Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del Pd senese commenta il risultato del ballottaggio delle elezioni amministrative di Colle di Val d’Elsa di oggi, domenica 8 giugno.

“L’esito del voto di oggi – sottolinea Guicciardini – carica di grande responsabilità Canocchi. Il Pd farà la sua parte per contribuire al bene di Colle in una fase molto delicata, che necessita di elementi di discontinuità e innovazione. Ringraziamo Miriana Bucalossi che si è messa in gioco affrontando cinque mesi di intensa campagna elettorale. Sono certo che lei ed il Pd di Colle di val d’Elsa si impegneranno al massimo portando le proprie idee e le proprie proposte per la città in consiglio comunale. Complimenti a Paolo Canocchi e alla sua lista Su per Colle per questo risultato. Per il Pd a Colle di val d’Elsa si apre una fase di riflessione su questo voto e sul futuro. Una riflessione seria e serena dalla quale sono certo riuscirà a ripartire per lavorare, con forza e determinazione, per il bene di Colle di Val d’Elsa. Il Pd provinciale sarà a disposizione per sostenere questa fase in modo costruttivo. Un grazie va a tutti i volontari del centrosinistra e del Pd che si sono impegnati nella campagna elettorale e agli elettori che hanno dato fiducia al Pd ed al centrosinistra, così come voglio ringraziare l’esecutivo provinciale e gli ospiti che hanno dato una mano nella lunga campagna elettorale in Provincia di Siena e a Colle di val d’Elsa”.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

La deputata democratica Cenni: «Un Pd straordinario in Terra di Siena. Adesso tutti impegnati per Colle di Val d’Elsa»

Inserito da casoledelsa il 5 Giugno 2014

La deputata democratica Cenni: «Un Pd straordinario in Terra di Siena. Adesso tutti impegnati per Colle di Val d’Elsa»

«Un risultato straordinario per l’Europa e per le nostre comunità. Un Pd che ha raccolto una fiducia netta. Decisamente una vittoria trascinata dal segretario e premier Matteo Renzi, dai nostri volontari, dagli attivisti e dalla qualità dei nostri candidati alla guida dei Comuni». Questo il commento di Susanna Cenni, parlamentare del Pd alla Camera, all’indomani dei risultati elettorali in provincia di Siena.

«E’ stata una campagna elettorale che ha visto un impegno capillare ed una carica di impegno ed entusiasmo molto forti, respirabili da chiunque abbia toccato le varie realtà al voto, piccole o grandi che fossero - prosegue Cenni - un abbraccio anche ai bravi e alle brave candidate sindaco di Pienza, Casole, Chianciano e Piancastagnaio. Siena porta a casa un dato molto forte di crescita di consenso omogeneo e generalizzato e un apprezzamento per il buongoverno di questi anni. Una nota particolare voglio dedicarla alla mia città Poggibonsi, al risultato del giovane e bravo sindaco, David Bussagli, al Pd cittadino e alla squadra dei candidati che ha condotto una campagna per le primarie e poi per le amministrative sobria ma forte e innovativa, tra l’altro sbaragliando ogni precedente dato nella raccolta di preferenze tra i consiglieri, e portato in consiglio comunale un numero consistente di donne. Un pensiero a Miriana Bucalossi che ha condotto il primo giro e che accompagneremo in questi quindici giorni verso il traguardo del ballottaggio. Adesso tutti in pista per vincere a Colle di Val d’Elsa, accanto a questa giovane e brillante donna che merita di diventare Sindaco della città del cristallo. E infine un augurio di buon lavoro a tutti i neo sindaci, ai confermati e ai nuovi eletti. Li aspetta una stagione complicata e la sfida di una nuova provincia di cui dovranno essere protagonisti. Questo è il Pd che mi piace. Forte, dolce, determinato e radicato nelle sue comunità».

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Giugno 2014
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Categorie

Archivi

LINK

Meta