Siena è roccaforte democratica. Il Centrosinistra vince in venticinque Comuni.

Inserito da casoledelsa il 29 Maggio 2014

Siena è roccaforte democratica. Il Centrosinistra vince in venticinque Comuni.

Con la vittoria in venticinque comuni su trenta la provincia di Siena si conferma roccaforte del centrosinistra. Ad Asciano; Castellina in Chianti; Castelnuovo Berardenga; Castiglione d’Orcia; Montepulciano; Monteriggioni; Monteroni d’Arbia; Murlo; Poggibonsi; Radicondoli; San Giovanni d’Asso; Sovicille e Torrita di Siena il centrosinistra supera il 60 per cento, mentre a Rapolano e San Gimignano i consensi superano il 70 per cento, sfiorando l’80 per cento a Radicofani. 80 per cento che viene superato a San Casciano dei Bagni, dove Paolo Morelli ottiene l’84,3 per cento. Affermazioni del Centrosinistra anche a San Quirico d’Orcia, dove Valeria Agnelli sfiora il 50 per cento, Sinalunga, con la vittoria di Riccardo Agnoletti con il 50,09 per cento, Cetona, con Eva Barbanera (58,5) e Buonconvento con Paolo Montemerani (56,9). Nei tre comuni dove era presente solo la lista di centrosinistra netta affermazione di Luciana Bartaletti a Chiusdino (83,1) Michele Pescini a Gaiole in Chianti (77,8) e Pierpaolo Mugnaini (78,7).

La provincia più democratica d’Italia. “Il voto di domenica - afferma Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del Pd senese - fa tornare Siena laddove merita, diventando, insieme a Firenze, la provincia più democratica d’Italia. Il Pd in Provincia di Siena ottiene il miglior risultato della sua storia e consegue un risultato unico portando una forza di centrosinistra alla miglior performance dal 1948. Sul piano nazionale, il Pd spariglia, un risultato frutto del lavoro di Matteo Renzi, che ha saputo unire il pragmatismo nell’azione di governo alla capacità di ridare speranza e fiducia al nostro Paese, e delle centinaia di migliaia di volontari democratici. Il Pd è riuscito a crescere di oltre 15 punti in pochi mesi e adesso è investito da un’ulteriore grande responsabilità. Indipendentemente da quella che sarà la commissione europea, l’azione del Pd a Strasburgo sarà incentrata sul cambiamento delle politiche economiche e su un’Europa più vicina ai cittadini e sul rilancio del sogno degli Stati Uniti d’Europa. L’Italia ha dato un contributo fondamentale affinché le forze europeiste siano ben rappresentate”.

Premiato il coraggio di cambiamento del Pd senese. “A Siena, il Pd - prosegue Guicciardini - cresce di quasi venti punti in un solo anno. Un risultato su cui nessuno avrebbe scommesso, che rafforza il rinnovamento impresso all’azione politica del Pd provinciale e che premia il coraggio del cambio di passo degli ultimi mesi in cui il Pd senese si è dimostrato più aperto inclusivo e determinato a combattere i giochi della vecchia politica. Chi sperava in un risultato negativo del Pd senese ha dovuto ricredersi. Il voto di domenica ci spinge con maggiore determinazione a tagliare i ponti con quella politica costruita sugli accordi al ribasso e sulla spartizione come strumento di gestione delle dinamiche interne al partito. Tutti fattori che hanno contribuito a rendere questa sfida più difficile soprattutto alle amministrative, dove ogni sfida è stata una sfida vera. Le decine di migliaia di cittadini che hanno dato fiducia al Pd e a Matteo Renzi potranno contare su un partito che promuove le capacità e la rappresentatività in sostituzione delle logiche di appartenenza. Le porte del Pd sono aperte a quelle decine di migliaia di cittadini che ci hanno dato fiducia domenica scorsa e che vogliono trasformare il loro voto in un impegno civico e politico per le nostre terre”.

Le sconfitte a Piancastagnaio e Chianciano Terme. “Vorrei ringraziare di cuore - sottolinea Guicciardini - Teri Carli, Paola Bassi, Anna Sacchi e Massimo Rondoni che hanno messo la faccia e il cuore in queste elezioni, facendo una campagna elettorale coraggiosa, insieme ai partiti che li hanno sostenuti. A Pienza e Casole d’Elsa dobbiamo prendere atto che i cittadini hanno preferito riconfermare i sindaci uscenti e valutato dunque in modo positivo la loro azione di governo. Su Piancastagnaio, invece, è stato il frazionamento miope del mondo del centrosinistra che ci ha portato alla sconfitta. Sono molto dispiaciuto per la sconfitta di Chianciano Terme, dove non siamo riusciti a far comprendere la proposta innovativa presentata dal centrosinistra. Si è completato, purtroppo, quello scivolamento che da quindici anni è in atto a Chianciano a causa di amministrazioni le cui risposte non sono state sufficienti rispetto alla gravità della situazione sociale ed economica. Sono sicuro che Massimo Rondoni e la giovane squadra che lo ha accompagnato avrebbe potuto fare diversamente e meglio, facendo finalmente cambiare passo a Chianciano Terme. Saremo sentinelle attente, ora, perché Chianciano è per noi una realtà importantissima. In questi comuni il Pd c’è e ci sarà a maggior ragione e con maggiore forza, a partire dai tanti giovani che si sono avvicinati a questa campagna elettorale. Nonostante nel nostro territorio sia ‘cambiato il mondo’ in cinque anni, grazie alle migliaia di volontari e alla serietà dei nostri candidati, otteniamo un risultato travolgente conquistando 25 comuni e conseguendo risultati importanti anche in quelle realtà che molti ‘gufi’ avevano messo nel mirino. Come ho detto prima delle elezioni, stavolta la sfida non era scontata in nessun Comune e per questo ringrazio i nostri candidati e il Pd nei circoli per aver saputo conquistare la fiducia dei cittadini”.

Il ballottaggio a Colle di Val d’Elsa. “A Colle di val d’Elsa - conclude Guicciardini - ci aspettano due settimane di campagna elettorale entusiasmanti. L’obiettivo che ci siamo posti è chiudere una storia di trent’anni che in città ha prodotto tante lacerazioni e contraddizioni sociali. Per questo abbiamo candidato una persone nuova, giovane e preparata che non è legata a nessuno. Il ballottaggio era una possibilità messa in conto e la sfida sarà aperta fino all’ultimo. Colle di val d’Elsa merita un’amministrazione fresca, rinnovata e vicina ai cittadini. Con Miriana Bucalossi, tutto questo è possibile”.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

QUADRO RISULTATI COMUNALI - CASOLE D’ELSA

Inserito da casoledelsa il 27 Maggio 2014

CLICCARE QUI SOTTO PER VEDERE I RISULTATI

prospetto-comunali-medcom917

quadro-risultati-elezioni-consiglio-comunale-2014-medcom916

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

RISULTATI VOTAZIONI EUROPEE CASOLE D’ELSA

Inserito da casoledelsa il 26 Maggio 2014

- Green Itali n. voti 15

- Forza Italia n. voti 308

- Fratelli D’Italia n. voti 85

- Io cambio n. voti 4

- Nuovo centro destra n. voti 62

- Lega Nord n. voti 45

- L’altra Europa di Tsipras n. voti 92

- Scelta europea n. voti 10

- Movimento 5 stelle n. voti 384

- Italia de valori n. voti 13

- PARTITO DEMOCRATICO n. voti 1184

BIANCHE 52

NULLE 76

VOTALE VOTI VALIDI 2202

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

AFFLUENZA DEFINITIVA - CASOLE D’ELSA

Inserito da casoledelsa il 25 Maggio 2014

Elezioni Parlamento Europeo

  Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 Sezione 4 Totale
Maschi 389 363 136 288 1176
Femmine 381 364 126 284 1155
Totale 770 727 262 572 2331
Percentuale 79,38% 75,57% 82,39% 80,91% 78,83%

Elezioni Comunali

  Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 Sezione 4 Totale
Maschi 388 360 134 286 1168
Femmine 385 360 128 284 1157
Totale 773 720 262 570 2325
Percentuale 78,00% 74,84% 81,11% 79,83% 77,76%

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Affluenza alle urne

Inserito da casoledelsa il 25 Maggio 2014

AFFLUENZA ALLE URNE AI SEGGI DEL COMUNE DI CASOLE D’ELSA:

ORE 17,00

CASOLE CENTRO  ELETTORI 470

CAVALLANO ELETTORI 424

MENSANO - MONTEGUIDI ELETTORI 155

PIEVESCOLA - ELETTORI 317

TOTALE ORE 17 ——————ELETTORI 1.366 - 46,20%

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

il voto utile

Inserito da casoledelsa il 23 Maggio 2014

In questi giorni molti si chiedono come poter far diventare il proprio voto “utile”.

Per capire cosa significa il cosiddetto voto utile basta pensare alle Amministrative del 2009 a Casole ed ecco che il vostro voto utile non può che essere quello per il CENTROSINISTRA.

Un voto utile perchè tra i candidati al consiglio comunale c’è un vivaio di giovani capaci che con il loro entusiasmo e la loro passione potranno esseree il vero futuro del nostro comune.

Perchè il centrosinistra, con l’aiuto del governo regionale, potrà governare tematiche importanti come per esempio la geotermia.

Perchè il centrosinistra, con le linee guida del governo nazionale di Matteo Renzi, potrà ricercare anche a Casole soluzioni per il rilancio della nostra economia disastrata.

Ma anche, semplicemente, perchè c’è bisogno di cambiare, evitando di far rivincere una lista “ombra”, che certamente non ha brillato negli ultimi 5 anni, e che ha come candidato un Sindaco che, se riconfermato, si accingerebbe a sedere sulla poltrona per il 25esimo anno!

E come a Casole c’è bisogno di cambiare anche in Europa, con un voto che abbia il potere di far arrivare al parlamento europeo il maggior numero di persone possibile, così da contrastare il PPE che, con la Merkel e le politiche di austerità, ha costretto l’Italia ed altri paesi alle condizioni attuali e che ha prodotto 27 milioni di disoccupati.

Per  mandare al Parlamento Europeo una nuova classe politica e perchè con la vittoria alle Europee,  Matteo Renzi ed il suo governo potrà continuare nella sua azione riformatrice con più vigore e con più forza, proseguire un governo che in 60 giorni ha lavorato concretamente per un piano di riforme e per cambiare l’Italia.

Un voto al PD ed al centrosinistra per Casole perchè il PD ed il centrosinistra per Casole vogliono stare dalla parte di chi cerca di risolvere i problemi della gente e non di chi soffia solo sulla rabbia e sul disagio sociale

#cambiaresipuó #casoleselomerita

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

23 MAGGIO PER NON DIMENTICARE

Inserito da casoledelsa il 23 Maggio 2014

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Il Centrosinistra, la Regione Toscana e l’impegno per la tutela del territorio

Inserito da casoledelsa il 23 Maggio 2014

Alcuni giorni fa Enrico Rossi, rispondeva su Facebook così a chi gli chiedeva le sue intenzioni sul progetto di sondaggi vicini al Masso delle Fanciulle:

“Cara Serena,

al momento il progetto è ancora in fase di valutazione ed entro fine maggio si attendono i pareri delle varie amministrazioni coinvolte.

In ogni caso per ora GESTO sta solo verificando con pozzi di perforazione se nella zona ci sia energia geotermica da sfruttare. Si tratta di installazioni temporanee, che verranno rimosse nel giro di quattro mesi e lontane 1,4 km dal Masso delle Fanciulle.

Se, e solo se, amministrazioni e GESTO valutassero di proseguire questo progetto, l’intero complesso per sfruttare l’energia geotermica verrebbe fatto sicuramente al di fuori dell’area protetta di Berignone e quindi molto lontano dal Masso.

Voglio perciò tranquillizzarla sul fatto che si sta procedendo con la massima cautela, nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Queste parole, insiema a quelle chiare e nette che ebbe Anna Marson a Casole d’Elsa ieri pomeriggio, danno l’idea di chi si impegna concretamente per tutelare il territorio e danno una misura di chi sia realmente affidabile. Il Centrosinistra lavorerà con determinazione in questo senso.

#cambiaresipuò #casoleselomerita

Categoria: Informazioni | 2 Commenti »

 

La Lettera di Matteo Renzi

Inserito da casoledelsa il 23 Maggio 2014

Gentile amica, caro amico,
meno di sei mesi fa le primarie del Partito Democratico mi hanno consegnato il compito di guidare la nostra comunità. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, sia nella vita del PD che in quella del Governo.

Oggi l’Italia prova a ripartire concretamente con misure di sostegno al ceto medio come gli 80 euro mensili, con la diminuzione del 10% dell’Irap per le aziende, con un decreto occupazione che ha consentito di salvare migliaia di posti di lavoro a cominciare da Electrolux, con un investimento senza precedenti sulle scuole con circa diecimila cantieri che partiranno nella pausa estiva.

Dall’agricoltura al volontariato, dalla cultura alla pubblica amministrazione, dal fisco alla giustizia i progetti del Governo sono pronti, nel rispetto dei tempi previsti. E le riforme istituzionali e costituzionali stanno marciando: legge elettorale approvata alla Camera, testo base del Senato adottato in commissione, riforma delle province conclusa. Non è un caso che il prossimo 25 maggio non voteremo più per le province. Migliaia di politici in meno, grazie all’azione del PD.

L’elenco potrebbe continuare e spaziare dalla vendita delle auto blu fino alle grandi questioni internazionali, dalla nomina di Raffaele Cantone alla autorità contro la corruzione alla scelta di aprire gli archivi su alcune delle pagine più oscure della nostra storia, dall’Italicus a Piazza Bologna. Dal tetto alla retribuzione degli alti dirigenti di stato fino al recupero dell’evasione sono molti i risultati che in 80 giorni abbiamo iniziato a ottenere. E tutto ciò che vorrete condividere come idee suggerimenti o critiche è per me prezioso: matteo@governo.it

Ma vi scrivo perché il 25 maggio anche se non si vota per le provinciali, si vota per le europee. Anche per le comunali in alcuni casi. Per le Europee dovunque.

Il passaggio del 25 maggio è dunque fondamentale.

Noi non dobbiamo uscire dall’Euro, ma al contrario entrare in Europa. L’Italia può e deve contare in Europa e non andare lì a farsi prendere in giro. Essere la locomotiva, non lo zimbello. Le politiche di immigrazione, sul lavoro non solo giovanile, sulle infrastrutture e le nuove tecnologie si decidono anche e soprattutto a Bruxelles. Dobbiamo incidere nelle scelte e conta chi governa, non chi urla. Conta chi realizza, non chi protesta.

Ora siamo alla stretta decisiva. I dati delle ultime ore sono straordinariamente incoraggianti. I sondaggi sono ottimi, le piazze piene di speranza, il clima decisamente positivo. Abbiamo la possibilità di rappresentare la prima delegazione dentro il gruppo del centrosinistra europeo. E questo consentirebbe di dare autorevolezza all’Italia per cambiare verso anche alle politiche europee.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto, però. Noi non siamo proprietà privata di una persona, come altri. Noi apparteniamo a chi ci vota. E con il tuo voto alle primarie mi hai dato e ci hai dato una responsabilità. Tocca a noi, a tutti noi. Non ci salva uno da solo. Ci salviamo tutti insieme.

Per questo motivo ti chiedo di andare a votare per il PD domenica prossima. Ma ti chiedo anche di fare un gesto politico, un atto civico: convinci anche un’altra persona. Uno di quelli che vorrebbe astenersi, uno di quelli che magari è deluso dalle promesse non mantenute di Beppe Grillo o impaurito dai toni di questi ultimi giorni, uno di quelli che in passato stava con Berlusconi e ora non ci crede più, uno di quelli che era deluso dalla sinistra e ha visto nelle misure del governo segni concreti di giustizia sociale che da tempo non si vedevano. Una sola persona. Ti chiedo il tuo voto. E chiedo di portare con te al seggio un amico, un collega di lavoro, un conoscente, un condomino, un vecchio avversario politico.

Se davvero credi che l’Europa debba cambiare e che possa farlo grazie all’Italia, dacci una mano.

Uno per uno riprendiamoci la bella politica, quella fatta con passione e onestà.

Uno per uno riprendiamoci la speranza, contro gli insulti di chi scommette per il fallimento dell’Italia.

Uno per uno riprendiamoci la fiducia.

In questi ultimi giorni sto firmando molti accordi per investimenti italiani e stranieri nel nostro Paese: sono posti di lavoro che stanno ripartendo. Non buttiamo via questa occasione. Uno per uno, sono sicuro ce la faremo.

Buon lavoro, grazie
Matteo Renzi

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE

Inserito da casoledelsa il 22 Maggio 2014

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

« Older Entries

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Maggio 2014
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta