PRESEPE VIVENTE: IL VALORE DEL VOLONTARIATO

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

PRESEPE VIVENTE

Giunto al termine, anche per quest’anno, il tradizionale presepe vivente di Casole d’Elsa, cogliamo l’occasione  per ringraziare tutti gli organizzatori e coloro che hanno contribuito fattivamente alla sua realizzazione.

Eventi come questi, citiamo il Presepe solo perchè l’ultimo in ordine temporale ma per fortuna ce ne sono tanti altri in tutto il nostro territorio, sono momenti importanti per la nostra comunità perchè  proprio per la loro bellezza e attrattività  riescono ogni anno a richiamare centinaia di persone.

La loro capacità di attirare turismo è un elemento da non sottovalutare, un contributo determinante per far crescere, conoscere e apprezzare il nostro territorio.

Anche per questo è fondamentale non dimenticarsi di tutti coloro che stanno dietro a queste importanti macchine organizzative e dello sforzo di tutti i volontari che ne garantiscono la realizzazione.

Il volontariato infatti, in tutte le sue accezioni, è un elemento pulsante dell’intera società e ancor di più nei Comuni piccoli come il nostro,  dove tutti si conoscono e dove si vive di contatti umani.

La sua importanza sociale non può e non deve essere dimenticata soprattutto da parte degli Enti preposti con il conseguente obbligo, principalmente morale, di un costante contributo non solo dal punto di vista di facilitazioni organizzative ma, ove possibile, anche economico.

La nostra società, infatti, ha sempre più bisogno di una presenza forte di questo elemento, espresso anche in tutta la sua originalità, proprio come nella manifestazione a cui abbiamo assistito nei giorni scorsi.

Importante sarebbe inoltre, e questo è più un auspicio, che le singole associazioni non si chiudessero in uno splendido isolamento, ma piuttosto riuscissero ad attivare una serena cooperazione perché è anche grazie al confronto e la collaborazione di più sinergie che si riesce a migliorare anche le singole azioni.

CLAUDIA RUMACHELLA

CLAUDIO CAVICCHIOLI

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE APERTO - VALDELSA

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

GIOVEDI’ 10 GENNAIO 2013 ORE 10,00 presso la Sala Conferenze della
Confraternita di Misericordia di Poggibonsi Via Volta n. 38 /a - Poggibonsi si
terrà un Consiglio comunale in adunanza “aperta” - sessione straordinaria e in
modalità congiunta con Consigli comunali Area Altavaldelsa sul
tema:

“Riorganizzazione del Sistema Sanitario in Provincia di
Siena”

Il sottoscritto Piero Pii, nella sua qualità di
Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Casole d’Elsa

INVITA le
SS.LL., a partecipare

Per la discussione del seguente ordine del
giorno:

“Riorganizzazione del Sistema Sanitario in Provincia di
Siena”

Interverrà: l’Assessore Regionale al Diritto
alla Salute Luigi Marroni

Saranno presenti:
- il dott.
Niccolò Pestelli - Direttore Generale Azienda USL 7 di Siena;
- il dott.
Mauro Maccari - Direttore Sanitario Azienda USL 7 di Siena;
- la dott.ssa
Roberta Volpini - Direttore Amministrativo Azienda USL 7 di Siena;
- la
dott.ssa Patrizia Calvelli - Responsabile Zona Altavaldelsa Azienda USL 7 di
Siena;
- la dott.ssa Simonetta Sancasciani - Responsabile del Presidio
Ospedaliero Campostaggia Azienda USL 7 di Siena;

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA | Nessun Commento »

 

Programma di sviluppo rurale 2007/13: Toscana centra ancora obiettivo. Erogati 490 milioni, il 105% dell’obiettivo di spesa

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

Programma di sviluppo rurale 2007/13: Toscana centra ancora obiettivo. Erogati 490 milioni, il 105% dell’obiettivo di spesa
FIRENZE - Con 490 milioni di euro già erogati (alla data del 31-12-2012) sul Programma di Sviluppo Rurale la Toscana ha raggiunto e superato anche nel 2012 gli obiettivi di spesa fissati sui fondi dell’Unione Europea. La somma già erogata è infatti pari al 105% dell’obiettivo che era di 468 milioni, su un totale di 870 milioni di euro disponibile complessivamente per il periodo 2007-2013.Un risultato importante che dimostra ancora una volta il buon lavoro svolto dalla Regione e dagli enti toscani e che scongiura, con ampio margine, il pericolo di perdita dei fondi comunitari. In caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo prefissato infatti la Commissione europea avrebbe tagliato completamente gli importi non spesi entro la fine del 2012. “L’obiettivo è stato raggiunto - sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura, Gianni Salvadori - grazie anche all’ottimo lavoro svolto dagli uffici dell’agenzia regionale ARTEA, che si occupa dei pagamenti, e dagli uffici delle Province, Unioni di Comuni e Gruppi di azione locale che hanno istruito migliaia di domande di sostegno. In questo periodo di crisi gli investimenti attivati con il PSR costituiscono un importante strumento per il sostegno al reddito e al lavoro nelle zone rurali.”

“Ma non è solo la quantità della spesa a rilevare - continua Salvadori - ma anche la sua qualità, dato che con il PSR 2007/13 si stanno realizzando forme di sostegno importanti ed innovative per le zone rurali della regione che, ricordiamo, costituiscono più del 70% del territorio regionale. Più di 20.000 imprese, Enti pubblici e altri soggetti hanno ricevuto un sostegno determinante per qualificare le attività nelle zone rurali della Toscana.”

Per gli investimenti 185 milioni, per proteggere il territorio 184 milioni, per le energie alternative 25 milioni

Assai significativi gli importi destinati agli investimenti, alla protezione del territorio agroforestale, alle energie alternative e alle zone di montagna e collina.

“Gli interventi a sostegno degli investimenti nelle imprese agricole, forestali e agroindustriali - spiega Salvadori - sono ammontati a più di 185 milioni, contribuendo a rafforzarne la competitività e la capacità di operare da interlocutori all’interno delle filiere produttive di riferimento. Sono più di mille le imprese che hanno beneficiato dei sostegni per sviluppare le loro attività economiche.

Un importo simile (184 milioni) - soggiunge - è stato erogato per la protezione del territorio agroforestale, tema di particolare rilevanza in questa fase caratterizzata dal ripetersi di eventi estremi, e per sostenere diffusione di pratiche agricole a minor impatto ambientale. La protezione del territorio ed in particolare delle foreste sta avendo un forte impulso grazie ai fondi del PSR 2007/13 che sono stati determinanti in occasione delle ultime calamità che hanno colpito la nostra Regione. Di particolare rilevanza anche le somme erogate - continua l’assessore regionale - per sostenere la diffusione degli impianti per la produzione di energie alternative e per qualificare le attività agrituristiche operanti in regione: con più di 25 milioni è stato dato un segnale decisivo in tali direzioni, cui le imprese hanno risposto positivamente.”

Salvadori soddisfatto: “Un risultato della Toscana che contribuisce a rafforzare l’Italia nel negoziato con l’Unione Europea”

Anche l’asse 4 ‘LEADER’ ha partecipato attivamente al raggiungimento dell’obiettivo di spesa e alla performance del programma nell’anno 2012. In particolare attraverso interventi per lo sviluppo dei servizi e delle attività produttive nelle zone montane e di alta collina.

“Con 47 bandi pubblicati nel corso dell’anno, i Gruppi di Azione Locale (GAL) hanno portato sul territorio - spiega ancora Salvadori - ulteriori 16 milioni di euro che si aggiungono ai 36 milioni già attivati, permettendo così i soggetti pubblici e privati delle aree rurali di trovare sostegno per le proprie attività e progetti di sviluppo territoriale ed economico.

Una considerazione finale in vista dei negoziati in corso per stabilire quanto avrà l’Italia dalla UE per il prossimo periodo di programmazione 2014/2020: il buon risultato raggiunto dalla Toscana rafforza - conclude Salvadori - la posizione dell’Italia in sede di negoziato, e dimostra ancora una volta che il sistema delle Regioni può garantire efficienza e qualità nella spesa dei fondi europei.”

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

GIOVANISI - LE PAROLE DEL PRESIDENTE ROSSI

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

«Giovanisì è un progetto su cui la Regione Toscana punta moltissimo e che ha diversi obiettivi: aiutare i giovani a costruire un futuro autonomo e dignitoso, ad avere un’istruzione e una formazione qualificante e utile, offrire la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, di intraprendere nell’industria e nell’agricoltura e infine l’opportunità di sentirsi utili in un progetto di crescita civile.

La Toscana ha bisogno dei giovani, di tutta la vostra energia e di tutta la vostra intelligenza. Siete la soluzione del problema che assilla tutti: come ripartire, come riaccendere il motore dello sviluppo, come diventare nuovamente competitivi.

Con Giovanisì voglio essere al vostro fianco, aiutarvi nella vostra battaglia per costruire un futuro autonomo e dignitoso, per ottenere un lavoro qualificato e pagato il giusto. Sono convinto che il progetto Giovanisì, che ormai è completamente attivo, possa dare una mano e una speranza a molti di voi.»

Enrico Rossi

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Indagine Sole 24 Ore, Rossi primo governatore in Italia per fiducia

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

Indagine Sole 24 Ore, Rossi primo governatore in Italia per fiducia

FIRENZE – E’ Enrico Rossi il presidente di regione che, tra tutti, gode di una maggiore fiducia, secondo i dati del Governance Poll che ogni anno Ipr Marketing realizza per il quotidiano Il Sole 24 Ore.

In un quadro di complessivo calo della fiducia nei confronti di sindaci e governatori, il presidente della Regione Toscana si attesta al 59%  dei consensi -  un dato stabile rispetto al 2011.  In seconda posizione il presidente del Veneto Luca Zaia, che rispetto all’anno scorso perde il 2,2% dei consensi. Segno negativo per altri 9 governatori.

Questi i link per accedere ai dati e alle analisi di Governance Poll 2012 e al profilo di Enrico Rossi pubblicato nell’edizione di oggi de Il Sole 24 ore.

 

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

La MAGIA DEL NULLA

Inserito da casoledelsa il 7 Gennaio 2013

Riceviamo da Bruno Melani e pubblichiamo

La MAGIA DEL NULLA

Ho consigliato a molti una lettura : La libertà dei servi – di Maurizio Viroli – ed. Laterza. Partirei da qui per riflettere su di un articolo apparso sul sito www.casolenostra.com alcuni giorni fa dal titolo “Il Sindaco debole”. Scrive Viroli. “Un popolo libero obbedisce ma non serve, ha dei capi, ma non dei padroni, obbedisce alle leggi, ma solo alle leggi, ed è in virtù delle leggi che non diventa servo degli uomini.”  Ancora Viroli. “Quando in un paese si afferma un potere enorme o arbitrario, nasce il sistema della corte. Chi ottiene i favori e sa che li deve al potente e non ai propri meriti, perde immediatamente, ammesso che l’abbia mai avuta, la mentalità della persona libera e si fa sostenere dal potente sia per la speranza di nuovi favori sia per non perdere quelli acquisiti”.

Quando si è potenti? Quando intorno a noi ha creato un vuoto di credibilità. Niente e nessuno può dare il benessere che solo il potente può assicurare facendolo  credere  al popolo.

Demonizzare tutti coloro che vogliono offuscare questa immagine è il primo obbiettivo da perseguire da parte del potente. Allora si dipinge tutti questi arroganti oppositori, come gli unici nemici del benessere collettivo.  Persone che poco sanno del paese in cui vivono, e che lui, il potente, continua a dipingere con una tavolozza di colorate  immagini.

Ecco che nascono “MAGIE DEL NULLA”. Progetti degni di fuochi d’artificio prima ancora di prendere vita. Progetti di espansione industriale per centinaia di posti di lavoro prima ancora delle fabbriche . Incontri per sussidi di centinaia di migliaia di euro elargiti da chi in realtà sta chiudendo ogni linea di credito. Piani di miglioramenti agricoli per un futuro migliore ;  “più molto” “che futuro” in realtà spostato di oltre cinque anni. Campi fotovoltaici che daranno benessere a tutti i cittadini attraverso sottoscrizioni mai nate. Immobili, che vorrei ma non posso, ma vi darò.

Nasce quindi il disagio della democrazia, la rassegnata accettazione del suo cattivo funzionamento e del progressivo restringimento degli spazi civili. Ma dal disagio può avere origine anche la rivitalizzazione della democrazia.

Dovrebbero esistere i Partiti, elemento inseparabile della democrazia. I Partiti rappresentano esplicitamente individui liberi che chiedono soddisfazione ai loro interessi. I Partiti possono attraverso la rappresentatività contrastare il potente.

“La  vera società civile”  invece crede che il potere sia del popolo che niente debba essere negato o delegato.  Che tutto debba mirare  al solo benessere collettivo. Che le uniche risorse disponibili debbono essere destinate ai veri bisognosi. Che la casa (comune) del potente deve essere trasparente.

Il potente quindi non è “debole” ma “fragile” quando il popolo prende coscienza della realtà e si ribella con la “conoscenza” al potente questi è costretto ad usare  l’unica arma a sua disposizione per mantenere la Corte “LA MAGIA DEL NULLA”

Casole d’Elsa; Gennaio 2013-01-04         Bruno Melani.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Gennaio 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta