Spending review, Bersani: “Non indebolire prestazioni sociali. Se il governo ascolta evita errori”

Inserito da casoledelsa il 5 Luglio 2012

Siamo a disposizione per un confronto anche durante l’iter parlamentare“. Così Pier Luigi Bersani, a margine del sit-in del PD a piazza Montecitorio per chiedere il riconoscimento del diritto di cittadinanza ai figli degli immigrati è tornato a chiedere un confronto nel merito con il governo sulla spending review, ed è tornato a spiegare la linea del PD.

Il Segretario democratico che aveva chiesto di discutere nel merito del provvedimento, ha ribadito di “non formalizzarsi rispetto ad un incontro con il premier Mario Monti. Posso vederlo - ha detto - prima, dopo o durante, sono a disposizione, si può discutere anche dentro un percorso parlamentare”.

Bersani, ai microfoni dei cronisti ha fatto un parallelo: “Come per la riforma delle pensioni, se si faceva come proponevamo noi, non ci trovavamo ora con questo problema degli esodati. Un po’ tecnici siamo anche noi…. Sento dire tante cose - ha spiegato - ma io di carte non ne ho viste, ora aspettiamo ma la nostra attitudine è chiara. Siamo d’accordo a non aumentare l’iva, siamo d’accordo a risparmi strutturali della pubblica amministrazione ma non vogliamo misure che indeboliscano la risposta sociale, cioè le prestazioni sociali come sanità, istruzione e servizi sociali base dei Comuni. Bene il risparmio sulla siringa - ha aggiunto - ma l’iniezione va fatta”.

A chi ha osservato che, mentre il presidente Usa Barack Obama strappa una storica riforma della sanità, il governo italiano smantella la sanità pubblica, Bersani ha frenato: “Ce ne vuole prima che l’America abbia la nostra sanita’ pubblica…”.

Categoria: Informazioni

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Luglio 2012
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta