Incentivi alle imprese, con l’attivazione del ”FRI” dalla Regione Toscana in arrivo 130 millioni

Inserito da casoledelsa il 9 Agosto 2011

FINANZIAMENTI IMPRESE TOSCANA | Nuove opportunità di finanziamento per le imprese toscane grazie all’intesa con Cassa depositi e prestiti. Lo schema di accordo è stato approvato dalla giunta su proposta dell’assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini e prevede la messa a punto delle modalità di attivazione del Fondo rotativo a sostegno di imprese e investimenti, che è uno strumento nazionale la cui operatività è stata di recente estesa alle Regioni.«Stiamo lavorando per potenziare al massimo gli strumenti di cui possiamo disporre a favore degli investimenti delle imprese toscane - spiega l’assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini - ed è in questa logica che contiamo, utilizzando anche il fondo Fri, di contribuire sostenere il nostro sistema produttivo nello sforzo della ripresa e del superamento delle debolezze strutturali che ne mettono a rischio la competitività proprio nel momento in cui è richiesto uno scatto per uscire dalla crisi e avviare un solido sviluppo».

Il Fondo rotativo a sostegno di imprese e investimenti è un fondo rotativo nazionale per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese che, una volta attivato e reso operativo, permemetterà di attivare finanziamenti per circa 130 milioni. «Una preziosa riserva - sottolinea Simoncini - che si affianca alle dotazioni già disponibili e specificamente rivolte agli investimenti, all’innovazione tecnologica e alla ricerca, al rafforzamento dimensionale delle imprese, cui si sono di recente aggiunti 70 milioni derivati dalla rimodulazione operata dalla giunta sul programma Fesr 2007-2013 che, come noto, ammonta a oltre 1.120 milioni di euro e alle ricorse del Par Fas (fondo aree sottoutilizzate), in tutto altri 40 milioni».

Lo schema di protocollo approvato dalla giunta avvia il percorso che sarà completato e reso operativo da una successiva convenzione con il ministero. Intanto si sta mettendo a punto un nuovo regolamento per farlo lavorare in sinergia con il Fondo rotativo regionale già esistente, sul quale si prevedono rientri pari a circa 38 milioni per il 2012 e il 2013, che andranno ad aggiungersi ai 18 milioni con il quale il fondo è stato di recente rifinanziato.

«A fronte dei tagli della spesa pubblica e della inesistente politica industriale del governo, noi intendiamo sostenere le imprese ed il lavoro, cercando sempre nuovi strumenti sulla strada dell’attuazione degli obiettivi e delle scelte che la Toscana intende darsi con il nuovo Piano regionale di sviluppo. Nella stessa direzione è peraltro andato il percorso di revisione del piano finanziario del Fondo Sociale Europeo che, oltre a mantenere la sua precipua finalità di qualificazione del capitale umano e di coesione sociale, è volto a garantire sino a tutto il 2012 il finanziamento degli ammortizzatori sociali e a investire sui giovani, in attuazione del progetto integrato Giovani Sì».

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

DICHIARAZIONE DI VOTO - CONSIGLIO COMUNALE DEL 5-8-2011: ODG N. 6

Inserito da casoledelsa il 9 Agosto 2011

DICHIARAZIONE DI VOTO

GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA

    Consiglio Comunale del 05 Agosto 2011 su O.d.g. Punto n. 6

“Mozione presentata dalla Giunta Comunale circa la proposta di legge di iniziativa della Giunta Regionale n.13 dell’11.07.2011 “Norme sul sistema delle Autonomie Locali”PREMESSO

Che l’approvazione della proposta di legge n. 13 approvata dalla Giunta Regionale giorno il 11 Luglio 2011 nasce da un percorso di concertazione che, ha coinvolto prima le categorie economiche poi l’ approvazione dei rappresentanti delle Provincie, Comuni e Comunità montane ( Anci, Upi e Uncem) chiamate ad un tavolo di confronto dall’Assessore regionale a bilancio e riforme istituzionali Riccardo Nencini.

Che questa sarà la prima legge regionale di riordino istituzionale in Italia.

Che la riforma (”a costo zero per i cittadini”) porterà molti benefici in termini di risparmio ed efficienza (”se tutti i Comuni con meno di 5 mila abitanti attivassero le Unioni, il risparmio sarebbe di circa 6 milioni di euro solo per le spese generali di amministrazione e se si scegliesse la strada delle fusioni si arriverebbe a un risparmio complessivo calcolato in almeno 35 milioni di euro”).

Che la proposta prevede, tra l’altro, il superamento delle Comunità montane, che saranno trasformate in Unioni di comuni, l’esercizio associato di funzioni tra le Province. Sono previste anche la valorizzazione dell’area vasta della Toscana centrale e non mancherà il sostegno ai comuni più disagiati, montani e insulari, attraverso il finanziamento di servizi di prossimità e vicinato.

Che contemporaneamente la Giunta ha deciso di aprire un confronto con le Province toscane (oggi 10) per ridefinire gli assetti istituzionali nonchè l’articolazione delle funzioni. La proposta di legge, insomma, è approvata, ma la discussione con le istituzioni locali proseguirà per concretizzare i contenuti operativi nella riorganizzazione istituzionale.

RICORDATO

Che nel Programma di “Pensare Comune” si legge testualmente al capitolo Ruolo di Casole in Valdelsa e in provincia di Siena
“E’ fondamentale ristabilire il ruolo di Casole a livello Valdelsa nelle varie forme associative e istituzionali presenti in questa area. In particolare occorre che il nostro Comune faccia valere, nei confronti di tutti i soggetti istituzionali, dalla provincia alla Regione, le legittime aspettative della nostra popolazione e delle nostre imprese partecipando, attivamente e da protagonista, alla definizione di progetti di area riguardanti: 1) Innovazione tecnologica e nuove energie 2) Politiche urbanistiche e della casa 3) Rete dei servizi alle famiglie e alle imprese 4) Salvaguardia e valorizzazione dell’ambiente 5) Scuola e cultura 6) servizi sociali”

RICORDATO

Che Regione e Provincia hanno sempre inserito il Comune di Casole nei vari piani di sostegno ai progetti atti ad alleviare la popolazione dalle drastiche misure economiche in materia di tagli ai finanziamenti alla P.A., messe in atto dal Governo Centrale e alle ripercussioni sull’occupazione causate dalla crisi economica.
Esempio: ” REALIZZAZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI AD INTEGRARE IL REDDITO DEI LAVORATORI PERCETTORI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI ATTRAVERSO INSERIMENTO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI” messo in campo dalla Provincia, per non dimenticare poi il sostegno ALL’INTEGRAZIONE AL CANONE DI LOCAZIONE o sostegno al DIRITTO STUDIO da parte della Fondazione MPS.

RICORDATO

Che in tema di “Piano energetico” in questi anni non si è mai voluto condividere una politica di Area, ma piuttosto si è optato per portare avanti solo progetti individuali.

Che questa Amministrazione non ha voluto rinnovare la convenzione in materia di risparmio energetico con il Comune di Colle e la Soc. Pramac.

RICORDATO

Che con D.G.. N. 148 del 3/08/2010 è stata approvata la convenzione “Per la prevenzione del randagismo UNA e USL 7 triennio 2010/2012 in forma coordinata con i Comuni di Colle di Val d’Elsa, San Gimignano, Poggibonsi, Radicondoli.

RILEVATO

Come i Comuni della Valdelsa hanno in questi primi due anni di legislatura messo in campo e rafforzato forme importanti di cooperazione di Area già presenti o costruite di nuove quali FTSA , SDS, Pari opportunità.
Sottolineiamo l’importante ruolo avuto dalla Soc. FTSA nella riorganizzazione fatta sui locali della ex residenza assistita, che ora si chiama Comunità Familiare, con i suoi tredici ospiti divisi in otto mini appartamenti. E’ ha l verbale nel Consiglio Comunale del 29/03/2011 che l’Assessore Torellini ricordando l’ inaugurazione fatta il 12 Marzo 2011, la definì “l’orgoglio della Valdelsa”
Tra le iniziative più importanti e per dare una risposta concreta al superamento della crisi occupazionale che ha colpito in modo particolare la Valdelsa ricordiamo:
-Il progetto di filiera corta portato avanti dal vicesindaco di Poggibonsi Minutella “Competitività e innovazione” in Valdelsa”. Proprio in merito a ciò, ci duole ricordare, che il 26 Aprile 2010 a Poggibonsi, alla presentazione del progetto erano presenti la Provincia (Ass. Scarpelli) i rappresentanti delle Associazioni imprenditoriali (Cna, Camera Commercio Siena, Federartigianato ecc..), bancarie (MPS, Banca Cambiano) e dei Comuni della Valdelsa e Barberino Val di Pesa. UNICO ASSENTE il Comune di Casole d’Elsa!
-Piano di promozione del territorio e l’attrazione di risorse attraverso i progetti “PIUSS” programma di riqualificazione urbana integrata che ha visto coinvolti i Comuni di Colle e Poggibonsi insieme alla provincia di Siena e con tutti i comuni della Valdelsa.
-Il percorso per la progettualità dei PASL che ha visto , fianco a fianco, i comuni Valdelsani e le forze vive dell’economia del territorio

RILEVATO

Come questa Amministrazione ha ritenuto opportuno sottoscrivere una Convenzione con il Comune di Volterra per la gestione della Segreteria Comunale invece di ricercare soluzioni all’interno delle amministrazioni di Area Valdelsana , così come non ha scelto di progettare insieme alla Valdelsa sotto il profilo economico, sociale, urbanistico e ambientali alcune opere centrali per il futuro di tutta l’area in un ottica di strategia comune e di valorizzazione del territorio. .

RICORDATO

Come questa Amministrazione sia stata l’ultima a recepire l’importanza dei Mercatali della Valdelsa, organizzazione più volte sollecitata dal Gruppo di opposizione.
Importanza che il Consigliere Alfio Barbagallo, sottolineò nel Consiglio Comunale del 2 Maggio 2011 riferendo che l’edizione straordinaria del Mercatale della Valdelsa, svoltasi, domenica 1^ maggio presso l’Azienda Agraria Scorgiano di Claudia Martinez, ha riscosso notevole successo di partecipazione, precisando che questo tipo di iniziative, anche se non sono in grado di risolvere i gravi problemi che sta affrontando il mondo dell’agricoltura, sono certamente utili a far conoscere i nostri prodotti nella vita quotidiana.

RICORDATO

Nel Programma di pensare Comune c’era la volontà di creare un “Fondazione Casole” e che tale argomento è stato anche oggetto di discussione durante i consigli comunali del 30/9/2009 e l 24/10/2009, durante i quali, a detta del Sindaco, il ruolo strategico di questa istituzione sarebbe dovuto essere la valorizzazione del territorio di Casole, sottolineando che ciò poteva essere anche uno strumento utile per l’attivazione delle risorse finanziarie straordinarie .
In entrambe le occasioni, il Gruppo Centrosinistra per Casole ha espresso voto contrario, argomentandolo con la motivazione che non trovava ragione la creazione di una Fondazione, essendoci già sul territorio locale e Provinciale, istituzioni con finalità Culturali -Musei Senesi , Sociali -Ftsa ( al quale erano da diversi anni, destinati i proventi del 5 x 1000 da tutti i Comuni della Valdelsa), Culturali Fondazione Elsa, Colle Promozione (dove il Sindaco Pii ritenne opportuno prendere una partecipazione del 1%), la Società Multiservizi.

 

SOTTOLINEIAMO

Come in riferimento alla proposta inserita nella mozione in discussione di istituire un tavolo con le categorie economiche essa giunge molto in ritardo in quanto tutti i Comuni, ad eccezione di Casole, hanno già sottoscritto e deliberato un accordo in tal senso LA REGIA DEL GOVERNO DEL TERRITORIO “TERRE DI SIENA” che diventerà operativo da Settembre 2011. Un accordo preparato e condiviso dai Comuni in tavoli di lavoro per ogni Zona della Provincia.
CONDIVIDIAMO

Quanto dichiarato dai Sindaci della Val d’Elsa (Bassi di San Gimignano, Brogioni di Colle Val D’Elsa, Coccheri di Poggibonsi) e Bravi di Radicondoli che qui riportiamo testualmente alcuni passaggi
“La Valdelsa c’è e deve restare unita per crescere. Ci dispiace che il collega Pii sia stanco di partecipare al percorso istituzionale di area. Per noi Casole è parte integrante della Valdelsa e ci si aspetta responsabilità istituzionale, idee, proposte e partecipazione effettiva, base di una vera politica di area. La Valdelsa non ha mai smesso di ragionare in termini di area. Riteniamo poco produttivo smettere di combattere per un territorio tirandosi fuori o minacciando di farlo. Per chi rappresenta un istituzione i luoghi del confronto sono quelli istituzionali. Noi stiamo lavorando in questa direzione: il tavolo è aperto a chiunque vorrà portare un contributo alla crescita del territorio, chi ritiene non volerne far parte, compirà scelte conseguenti.”

CONDIVIDIAMO

il Comunicato stampa del 13 Luglio 2011, dei segretari territoriali del PD : Gabriele Rizzo, segretario del Pd di Poggibonsi; Massimo Bartalucci, segretario del Pd di Colle di Val d’Elsa; Niccolò Guicciardini, segretario del Pd di San Gimignano; Raffaella Senesi, segretario del Pd di Monteriggioni; Silvia Ribechini, segretario del Pd di Radicondoli e Claudia Rumachella, segretario del Pd di Casole d’Elsa, “Dal sindaco Pii non accettiamo inviti ipocriti alla collaborazione” che alleghiamo alla presente ritenendola parte integrale del presente documento

PER QUANTO SOPRA ESPOSTO

DICHIARAMO IL NOSTRO VOTO CONTRARIO alla mozione presentata dalla Giunta Comunale che si pone come la continuazione delle dichiarazioni nella stampa del Sindaco Piero Pii e getta le basi per un allontanamento del Comune di CASOLE dal contesto economico ed istituzionale della Val d’ Elsa.
Casole d’Elsa 5 Agosto 2011  Centrosinistra per Casole d’Elsa

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Segreteria | Nessun Commento »

 

SIENA FORTEZZA MEDIECEA 9-28 AGOSTO- FESTA PROVINCIALE DEL PD

Inserito da casoledelsa il 9 Agosto 2011

Introduzione alla festa

L'Italia s'è desta!Idee chiare per governare il Paese: sarà questo il tema della Festa democratica 2011. Per venti giorni la Fortezza medicea di Siena tornerà ad essere un luogo dove stare insieme e divertirsi, ma anche discutere di politica, parlando delle proposte del Pd per garantire un futuro migliore all’Italia. Una sfida che passa anche da Siena, dall’impegno di ognuno di noi. La nostra città ha tutte le carte in regola per guidare, con il proprio esempio di buona amministrazione e qualità della vita, quel processo di trasformazione della società italiana che moltissimi osservatori vedono ormai imminente, anzi già in atto.

Alla Festa respireremo un’aria nuova, un clima di euforia e determinazione. Non solo per i risultati delle elezioni amministrative e dei referendum, ma soprattutto perché si è tornati a respirare nel Paese quella voglia di aggregazione, di solidarietà, di regole e di normalità che la Festa democratica incarna e rappresenta così bene. Per questo ci aspettiamo una grandissima partecipazione. Buona festa e buon divertimento a tutti!

Elisa Meloni
Segretario provinciale del Pd di Siena


Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Agosto 2011
L M M G V S D
« Lug   Set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta