Pd Casole: “ Vigileremo sul rispetto degli impegni presi per il progetto geotermico Mensano”

Inserito da casoledelsa il 29 Luglio 2011

Il Pd di Casole commenta la relazione presentata dai tecnici della società Magma Italia
Pd Casole: ” Vigileremo sul rispetto degli impegni presi per il progetto geotermico Mensano”


“L’adozione della geotermia nel Comune di Casole è ancora in fase di discussione, ma come forza politica seria e impegnata nello sviluppo delle energie alternative, è nostro dovere attendere almeno l’esito finale delle ricerche, prima di alimentare una campagna allarmistica sull’argomento”. È quanto si legge nella nota del Pd di Casole d’Elsa e del gruppo consiliare Centrosinistra per Casole, scritta in seguito alla relazione presentata dai tecnici della società Magma Italia srl durante lo scorso Consiglio comunale in merito alle ricerche geotermiche che rientrano nel progetto “Mensano” e che coinvolge anche il Comune di Casole. La prima fase dei lavori è stata fissata a settembre e sarà svolta attraverso analisi e ricerche non invasive, per procedere poi, in caso di esito positivo, alla creazione di due pozzi ispettivi che saranno realizzati, solo in seguito al rilascio di nuove autorizzazioni.
“Pur essendo d’accordo con la possibilità di valorizzare l’utilizzo delle energie alternative - si legge ancora nella nota - siamo convinti che non può essere sottovalutata la sostenibilità ambientale del progetto. Le esperienze dei Comuni vicini che hanno attivato progetti geotermici, non possono costituire un esempio valido, dal momento che si tratta di territori con posizioni geografiche e storie amministrative diverse dalla nostra”.
“È importante ricordare - continua la nota - che la competenza per questo tipo di ricerche è della Regione Toscana, anche se è poco chiaro il ruolo che ha avuto l’amministrazione casolese in questa prima fase dell’iter informativo. Infatti, nonostante il sindaco abbia detto che il Comune aveva ricevuto dalla Regione Toscana la comunicazione del progetto di ricerca della Società Magma il 5 novembre dello scorso anno, esprimendo subito parere contrario, dalla delibera regionale si legge invece che il primo cittadino e l’amministrazione di Casole era stata messa al corrente già dalla pubblicazione del Burt e dalla consegna della documentazione da parte della società agli enti interessati, avvenuta nel luglio 2010″.
“Da come si è mossa finora l’amministrazione comunale - conclude la nota - si ha l’impressione che l’obiettivo sia solo quello di inasprire i toni e allontanare la comunità casolese da un progetto che riguarda tutta la Valdelsa. Un isolamento che può danneggiare la nostra comunità, che sarebbe coinvolta per l’80%, insieme a Radicondoli, Colle Val D’Elsa e San Gimignano dal progetto “Mensano”. Il Pd di Casole si impegnerà a portare l’argomento sul tavolo della nostra prossima riunione di area e, insieme al Gruppo consiliare del Centrosinistra per Casole, vigileremo sull’attuazione del progetto, informando la cittadinanza sull’evoluzione delle fasi di ricerca geotermica nel territorio”.

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

DALLA REGIONE L’OK PER RICERCHE NON INVASIVE

Inserito da casoledelsa il 29 Luglio 2011

DALLA REGIONE L’OK PER RICERCHE NON INVASIVECorriere di Siena 28/07/2011

Spinelli, (Pd): “Un segnale importante per la Valdelsa e per tutta la Toscana”

COLLE VAL D’ELSA- La Regione Toscana ha detto sì a un permesso di ricerca di fluidi geotermici in una porzione importante del territorio della Valdelsa. Si tratta del progetto chiamato Mensano proposto da Magma Energy Italia srl. Saranno così effettuati primi rilievi di campagna, campionamenti geochimici e prospezioni gravimetriche, tutte attività superficiali per le quali gli uffici regionali hanno rilasciato una prima autorizzazione, escludendo la valutazione di impatto ambientale (Via) perchè verranno effettuati solo interventi non invasivi che non richiedono, pertanto, il parere positivo dei Comuni.
Dopo che il governo ha liberalizzato lo sfruttamento dell’attività geotermica a media e bassa entalpia disciplinata dalle legge nazionale (decreto legislativo 22/2010, emanato in attuazione della legge 99/2009), come del resto lo sono i permessi di ricerca, in Toscana continuano ad arrivare le richieste di indagini preliminari per attività geotermica (sono 41 ad oggi).
“Un segnale molto importante - commenta il consigliere regionale Marco Spinelli (Pd) - che rivela come in Toscana ci siano grandi potenzialità in questo settore, ma allo stesso tempo ci porta a riflettere sulla complessità e la delicatezza della questione nel momento in cui le cifre diventassero impegnative”.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

IL SEGRETARIO BERSANI RISPONDE A “LIBERO” E IL ” GIORNALE”

Inserito da casoledelsa il 28 Luglio 2011

IL SEGRETARIO BERSANI RISPONDE A “LIBERO” E   IL ” GIORNALE”

 

“Se sperano di intimorirci con questa macchina del fango si sbagliano di grosso”.

Sono le parole  di Pier Luigi Bersani dette alla segreteria del partito martedì e ribadite ieri a Montecitorio in una conferenza stampa fatta in occasione dell’accordo sottoscritto con “Agire” (agenzia italiana risposte emergenze) per la collaborazione nelle emergenze umanitarie.

Bersani ha lanciato un monito a chi intende indebolire il Partito Democratico  che in questo momento è in testa a tutti i sondaggi, facendo leva sulle vicende di Tedesco e Penati.

Bersani ha deciso di quelerare “Libero” e il “Giornale” per le testate giornalistiche pubblicate ieri ed ha dato incarico ai legali del partito di studiare se sia possibile fare una class action da parte degli iscritti: “se il partito viene paragonato all’ ‘ndrangheta è un insulto per ciascuno dei suoi componenti”.

Il gruppo dirigente del Pd e tutti i suoi esponenti sono compatti a sostegno della reazione di Bersani.

“Il Pd  è un partito di gente pulita, in cui la militanza e la partecipazione sono i valori di un impegno a servizio del Paese” , dice Enrico Letta.

Il Pd si sta muovendo su quattro principi: rispetto assoluto della magistratura, cittadini uguali davanti alla legge , chi è investito da inchieste fa un passo indietro  al netto della presunzione di innocenza e regole più stringenti per la trasparenza e il controllo nei partiti.

Questioni che vengono rivendicate solo da parte del Pd e non da altri, eppure di questioni morali incompiute  ce ne sono tante!

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

RINVIATA LA PROIEZIONE DEL FILM IN PROGRAMMA STASERA

Inserito da casoledelsa il 27 Luglio 2011

Causa maltempo la proiezione del

 film previsto per stasera

Rapunzel - L’intreccio della torre

sarà posticipata a mercoledì

3 agosto ore 21:30.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

FESTA NAZIONALE ECOLOGISTI DEMOCRATICI A SAN GIMIGNANO- LUNEDI’ 1 AGOSTO - PIERLUIGI BERSANI

Inserito da casoledelsa il 26 Luglio 2011

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

STRAGE IN NORVEGIA

Inserito da casoledelsa il 25 Luglio 2011

Il Partito Democratico di Casole d’ Elsa esprime tutta la propria solidarietà ai cittadini di Oslo e alle famiglie delle vittime per la grave e folle strage avvenuta venedì 22 luglio 2011.

 

Sebbene Oslo non sarà più come prima, poiché “violata” e ferita nel suo orgoglio, la reazione  composta del popolo norvegese, è la migliore risposta al terrore.

Non saranno le bombe a minare le solide basi del popolo norvegese!

                                        

                                                                                                    Il   Pd di Casole d’Elsa

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

La Geotermia a Casole e la verità del decreto 5291 del 5-11-2010 della Regione Toscana

Inserito da casoledelsa il 24 Luglio 2011

 

I Sindaci del Nord “fanno Sistema” (Milano, Torino, Genova, Bologna). Una Rete di Sindaci del nord, che non  vivono separati dal resto del paese ma  si mettono a disposizione di un area geografica storicamente forte. Dal “grande al piccolo”. Nella Val d’Elsa, mentre i Sindaci di Sinistra fanno anch’essi “sistema”, quello di Casole d’Elsa(destra) cerca la visibilità attraverso attacchi contro i colleghi denigrando il loro operato attraverso notizie false, al solo fine di esaltare la sua figura e il suo civismo. Proclami  pieni di demagogia e populismo infarciti da inesattezze che minano oltremodo la dignità e la professionalità Amministrativa dei colleghi Sindaci.

L’ultimo grave episodio è la lettera che il Sindaco Pii ha inviato alle famiglie casolesi e messo sul sito del Comune, dove si cerca di giustificare l’assenza di trasparenza che ha usato il comune verso i propri cittadini.

Ma veniamo ai fatti reali.

1)      Il Comune di Casole ha ricevuto dalla Regione Toscana la comunicazione del progetto di ricerca della Società Magma il giorno 5 novembre 2010 ed ha subito espresso il suo parere contrario. Con la stessa lettera la Regione comunicava la prossima convocazione della Conferenza dei Servizi per l’espressione formale dei pareri degli Enti interessati. (..)

Tale dichiarazione è smentita dal decreto 5291 del 5-11-2010 a firma del Dr. F. Zita  della Regione Toscana Settore Valutazione Ambientale, dove si legge:

 

Visto che Magma Energy Italia S.r.l., con istanza depositata in data 23.07.2010 ha richiesto al competente Settore VIA Regionale l’attivazione della procedura di Verifica di assoggettabilità a VIA, ai sensi dell’art. 48 della L.R. 10/10, per il progetto delle attività di ricerca di fluidi geotermici denominato “Mensano”, nei Comuni di Casole d’Elsa (SI), Colle Val d’Elsa (SI), Radicondoli (SI), Volterra (PI), Castelnuovo Val di Cecina (PI) e San Gimignano (SI), trasmettendo i relativi elaborati progettuali ed ambientali, ed ha contestualmente depositato la documentazione prescritta anche presso le Amministrazioni interessate;

 

 

Quindi è fin dalla pubblicazione al Burt e dalla consegna della documentazione da parte della Soc. Magma agli enti interessati   – 23 Luglio 2010 – che il Comune di Casole nella persone del Sindaco pro tempore, veniva messo al corrente e NON come dichiarato dallo stesso Sindaco  il 5-11-2010.

Anche l’Assessore di Colle Val d’Elsa, Claudio Niccolini, ammette la conoscenza di tale richiesta fin dall’Agosto del 2010 (Corriere di Siena del 24 Luglio 2011), e dichiara aver prodotto osservazioni alla Regione Toscana su quanto pubblicato sul Burt, specificando nell’articolo, in merito alle dichiarazioni del Sig. Pii “contrariamente a quanto è stato affermato, anche con leggerezza, nei giorni scorsi nel consiglio comunale di Casole d’Elsa”.

Ancora una volta il Sindaco e la sua Giunta fanno della trasparenza una bandiera sbiadita e priva di credibilità ingannando i cittadini casolesi nella loro sensibilità, cercando di usare ogni pretesto per dimostrare che gli Amministratori della Val d’Elsa  vanno contro l’interesse della comunità, diversamente da loro.

Ma c’è di più, infatti dalla delibera regionale, all’opposto di quanto ribadito più volte nel Consiglio Comunale aperto, la Regione Toscana dichiara di aver acquisito vari pareri ma tra tutti non viene citato quello del Comune di Casole.

Dato atto che: - il Settore Valutazione Impatto Ambientale, in quanto Ufficio competente per la V.I.A., con nota dell’05.08.2010 ha comunicato l’avvio del procedimento alle Amministrazioni interessate - Comuni di Casole d’Elsa (SI), Colle Val d’Elsa (SI), Radicondoli (SI), Volterra (PI), Castelnuovo Val di Cecina (PI) e San Gimignano (SI), Provincia di Pisa, Provincia di Siena, Soprintendenza per i Beni architettonici e per il paesaggio di Pisa e Livorno, Soprintendenza per i Beni architettonici e per il paesaggio di Siena e Grosseto, Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, Direzione Regionale per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Toscana, Comunità Montana Alta Val di Cecina, Autorità di Bacino Toscana Costa, Unione dei Comuni della Val di Merse - nonché all’ARPAT Area “VIA/VAS-GIM” ed agli Uffici regionali interessati, e ha richiesto l’espressione di pareri e contributi tecnici sul progetto di cui trattasi;                        - sono stati acquisiti i pareri del Comune di Radicondoli, del Comune di Colle Val d’Elsa, del Comune di San Gimignano, della Provincia di Pisa, della Provincia di Siena, della Comunità Montana Alta Val di Cecina, dell’Unione dei Comuni della Val di Merse, della Soprintendenza per i Beni architettonici e per il paesaggio di Siena e Grosseto, dell’Autorità di Bacino Toscana Costa, e i contributi tecnici dell’ARPAT Area “VIA/VAS-GIM” e dei seguenti Uffici regionali: Settore Programmazione Forestale, Settore Tutela dell’Inquinamento Elettromagnetico ed Acustico e Radioattività Ambientale, Settore Ricerca, Sviluppo e Tutela di Lavoro (nota dell’USL n.5 di Pisa); Settore Autorità di Vigilanza sulle attività Minerarie, Settore Ufficio Tecnico del genio civile di area vasta di Grosseto e Siena;

Ci chiediamo quindi..perché è stato dichiarato un percorso conoscitivo sull’intera vicenda diverso da quello che sembrano essere i reali fatti?

Alla luce poi dei recenti botta e risposta tra il Sindaco Pii e i sindaci e i segretari PD della Valdelsa, sembra proprio che, a parte che con le parole del quale il Sindaco è esperto, con i fatti si voglia  solo ulteriormente allontanare la comunità Casolese dal contesto della Val d’Elsa, isolamento che può solo danneggiare la comunità, e simili atti non possono che minare ulteriormente la fiducia dei casolesi verso chi li Governa.

                                                                                                                                                                    

 

                                                                      IL PD di Casole D’Elsa

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Geotermia , si cerca anche a Colle.

Inserito da casoledelsa il 24 Luglio 2011

Nei giorni scorsi, con il decreto numero 2332, la Regione Toscana ha autorizzato la società Magma Energy Italia a compiere rilievi geologici per la ricerca di risorse geotermiche nell’ambito del progetto “Mensano”, che interessa i Comuni di Casole d’Elsa, Colle di Val d’Elsa, Radicondoli, Volterra, Castelnuovo Val di Cecina e San Gimignano.

Le ricerche interesseranno anche buona parte del territorio comunale colligiano - in particolare la parte est, soprattutto al confine con Casole d’Elsa - e prevedono sondaggi di superficie e ispezioni, anche attraverso la realizzazione di alcuni pozzi della profondità di circa 200-300 metri. Il progetto sarà illustrato in maniera approfondita nel corso di un’iniziativa pubblica che l’amministrazione comunale provvederà a organizzare, nell’ambito del percorso di partecipazione sulle scelte legate al futuro della città. Le ricerche “La società Magma Energy - spiega Claudio Niccolini, assessore all’ambiente di Colle di Val d’Elsa - darà il via, nei prossimi mesi di settembre e di ottobre, a una prima fase di indagine che durerà da uno a due anni e vedrà l’effettuazione di sondaggi geologici per verificare la presenza di potenziale risorsa geotermica nel nostro territorio. Solo, e se, verrà rilevata la presenza di specifici indicatori, le ispezioni andranno avanti con operazioni più sostanziali, che saranno soggette a specifiche procedure autorizzative, tra cui la Valutazione di Impatto Ambientale, e a una fase di partecipazione e di valutazione che consentirà a tutti di esprimere le proprie opinioni e osservazioni. Le tecnologie proposte, comunque, individuano tipologie di impianti lontani dal modello di Larderello o zone simili, senza le caratteristiche torri di raffreddamento e le conseguenti emissioni”. L’autorizzazione “Il Comune di Colle di Val d’Elsa - prosegue Niccolini - è stato informato dalla Regione della richiesta della società Magma Energy Italia di ricercare risorse geotermiche sul nostro territorio nell’agosto 2010. Successivamente, la Regione ha invitato i Comuni interessati a partecipare alla Conferenza dei servizi per esprimere i propri pareri. Gli uffici tecnici del Comune di Colle di Val d’Elsa, pochi giorni dopo la convocazione, attraverso un parere dell’Ufficio Ambiente, hanno espresso la necessità di sottoporre fin da subito la richiesta della società a una procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), esprimendo perplessità su un avvio immediato dei sondaggi. La richiesta è stata, però, respinta. Anche Colle di Val d’Elsa - aggiunge Niccolini - ha, quindi, manifestato il proprio parere con largo anticipo, esprimendo i dubbi individuati nell’analisi della proposta progettuale, contrariamente a quanto è stato affermato, anche con leggerezza, nei giorni scorsi nel consiglio comunale di Casole d’Elsa”. Energia e ambiente “Lo sfruttamento dell’ambiente a fini energetici - conclude Niccolini - è un tema attuale e lo sarà ancora di più nel prossimo futuro, nel dibattito sulla green economy come fonte di prospettiva industriale. La geotermia rappresenta una delle fonti di energia rinnovabile maggiormente sostenuta a livello europeo e locale, anche alla luce delle nuove tecnologie esistenti. Con tutte le cautele del caso, come già esposto in maniera formale, abbiamo preso atto dell’autorizzazione concessa dalla Regione e attenderemo gli esiti delle indagini geotermiche sul nostro territorio. Siamo solamente in una fase di studio e non è il caso di generare falsi allarmismi o facili entusiasmi. Le istituzioni vigileranno sulla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, come hanno sempre fatto, pronti anche a cogliere eventuali opportunità che potranno nascere, ma solo dietro studi approfonditi che valutino positivamente le ricadute sul territorio, sull’ambiente e sulla comunità colligiana”

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Parte il servizio civile in Toscana.

Inserito da casoledelsa il 24 Luglio 2011

Il 14 luglio 2011 è stato pubblicato  un nuovo bando di servizio civile regionale che mette a disposizione altri 454 posti. Le domande, dovranno essere presentate entro il prossimo 12 agosto.

Con il bando pubblicato a fine giugno erano rimasti esclusi dal finanziamento, seppur approvati, 93 progetti. La Regione ha perciò deciso di emanare un nuovo bando e di finanziarli con altri 2 milioni e 800 mila euro. In totale perciò, grazie ai due bandi, i posti messi a disposizione sono 984.

Al bando potranno partecipare tutti i giovani in possesso dei requisiti indicati, anche coloro che abbiano già presentato domanda a bandi precedenti purché mai avviati al servizio.

Potranno presentare la domanda tutti i giovani di età compresa tra i 18 ed i 30 anni che siano residenti in Toscana o che vi abbiano il domicilio per motivi di studio o di lavoro, quindi anche i cittadini stranieri. Per le persone disabili l’età è elevata a 35 anni. Non possono presentarla coloro hanno già prestato o svolto attività di servizio civile nazionale o regionale in Toscana o in altra regione e coloro che lo abbiano interrotto prima della scadenza prevista.

Le opportunità sono tante: asl, asili nido, biblioteche, associazioni culturali, biblioteche, organizzazione di eventi, musei, cooperazione internazionale, protezione civile. L’impegno richiesto è di dodici mesi,  con circa 30 ore settimanali e un rimborso spese di circa 433,80 euro al mese. L’esperienza può essere fatta valere come titolo in concorsi pubblici. Alla domanda occorre allegare un curriculum e la selezione terrà conto anche delle esperienze e dei titoli di studio. Per tutte le informazioni su bando, presentazione della domanda e progetti visitare il sito della Regione.

Anche in  Valdelsa è giunta al  via la selezione per 23 giovani che hanno i requisiti suddetti, presso i servizi sociali gestiti dalla Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa per conto dei Comuni della zona. La Regione Toscana, estendendo i finanziamenti ha approvato tutti e sei i progetti presentati dalla FTSA.

Dopo un periodo di formazione, i ragazzi saranno impegnati in progetti con anziani, minori, disabili e di miglioramento dei servizi.

Nello specifico i volontari presteranno servizio presso la Comunità Familiare per anziani “Casa Ginestra” a Casole d’Elsa; presso il centro diurno per disabili “L’impronta” a Colle di Val d’Elsa; presso la RSA “Dina Gandini”, il Centro diurno per anziani non autosufficienti “Simonetta Traversari” , la CAP “Il Mulino” e la sede della FTSA a Poggibonsi e presso la RSA e il Centro diurno per anziani “Il Bagolaro” a San Gimignano.
Ai ragazzi sarà richiesto un impegno medio di 25 ore settimanali  e sarà corrisposto un indennizzo di circa 430 euro mensili.

 

Tutte le informazioni per partecipare sono disponibili sul sito www.ftsa.it, oppure al numero 0577 917939

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Il consigliere regionale Marco Spinelli risponde al Sindaco Piero Pii

Inserito da casoledelsa il 22 Luglio 2011

per visualizzare l’articolo cliccare sul link sii4054

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

« Older Entries

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Luglio 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Categorie

Archivi

LINK

Meta