Ma che bel Consiglio Comunale..

Inserito da casoledelsa il 17 Dicembre 2010

 

E’ un peccato che i Consigli Comunali non siano partecipati dalla comunità casolese, ogni volta si viene a conoscenza di fatti e cose interessanti e che investono tutti noi.

Ieri sera a Pievescola  sono stati tanti i momenti di insegnamento.

BILANCIO

Si apprende che quello che scrive “Il sole 24 ore” (giornale notoriamente comunista) è forviante. Il Comune al 30 Novembre ha un milione in cassa quindi in ottima salute. Quanto il valore delle sanzioni? Quanto il valore della Tarsu 2010? Quanti i mutui? Le fatture?

Qui alle rilevazioni dell’opposizione, si indica nel bilancio consuntivo il momento giusto per una corretta analisi dei numeri. Una doverosa correzione richiesta dal Sig. Pii, che l’anticipo di cassa per 500mila euro era già stata fatta dalla precedente amministrazione negli anni 2006-7-8 senza per altro essere usata.

Si parla di nuovi metodi di compilazione, ma non si parla di Bilancio partecipato, di Bilancio comprensibile al cittadino.

FOTOVOLTAICO

Il sig. Pii orgogliosamente dice che il regolamento regionale dei campi fotovoltaici in territorio agricolo sembra copiato da quello di Casole. Viene ricordato che lui aveva proposto un regolamento nettamente peggiorativo (1MW per ogni Utoe e per ogni anno e le Utoe che non lo utilizzavano potevano passarlo alle altre). Discussione stoppata da un levare di scudi generale, allora è costretto a ritirarla dalla discussione per intervenuti dubbi della Provincia(!!!).

Sig. Pii dice “Importante è quello che nel finale si è deciso non come ci si è arrivati!!).

SCORIE NUCLEARI

La mozione dell’opposizione viene rigettata dal sig. Pii in quanto lui aveva già fatto una delibera di giunta portata all’attenzione del CC. Niente di più inesatto. Lui (si risenta le registrazioni) portò nelle comunicazioni che aveva aderito ad una mozione della Provincia ma non parlò di nessuna delibera tanto che ad oggi non è neanche nel sito del comune quindi come potevano i Consiglieri di minoranza prenderne atto?. Quando il sig. Pii dice di non poter aderire perché intravede nelle mozioni tratti di natura politica, gli ricordiamo che non molti giorni fa insieme a tutti i sindaci della provincia ha partecipato ad una manifestazione CONTRO IL GOVERNO per i tagli ai trasporti pubblici ( vedesi foto dietro lo striscione). Faccia Attenzione prima di parlare di coerenza al PD.

ABUSI EDILIZI A QUERCETO

Alla richiesta fatta dal sottoscritto all’Assessore Urbanistica sig. Pieragnoli, sullo stato dell’arte dell’abuso edilizio in località Querceto di una piscina, il Sig. Pii rispondeva : Nessun abuso di una piscina, permessi a costruire chiesti in ritardo. Qui se è possibile una sanatoria per la solita legge 1/2005 art. dal 133 al 139 si concede perché la legge lo permette.

Ricapitolando. Il Sig. Pii, oblando ammette la colpa che estingue la pena e per la proprietà si estingue concedendo una sanatoria. Ma il fatto che tutto è avvenuto in un area a vincolo sismico?. Si legge nel documento di Decreto di Citazione secondo capo di imputazione (..) non depositavano il progetto relativo alla realizzazione di una piscina e di un locale tecnico attiguo all’Ufficio Tecnico del Genio Civile di Siena, benché tali interventi ricadessero in zona sottoposta a vincolo sismico.

Ma il Sig. Pii pensa che i cittadini casolesi meritino tutti questi silenzi?

SAN SEVERO

Il Sig. Pii, nel tentativo sempre più maldestro di giustificare le sanatorie, indica in 9mila mq la nuova volumetria in San Severo a fronte di 6420mq concordati dalla proprietà e il Comune di Casole d’Elsa nel piano di recupero. Qui il sig. Pii si supera, preso da un momento d’ira verso un cittadino che contestava la sua esposizione, dichiarava che patteggiamento per san Severo non c’è ancora stato in quanto l’udienza è fissata per il 25 Febbraio 2011. Se qui qualcuno confonde è proprio il Sig. Pii che cerca di fare il gioco delle tre carte in quanto, così come a Cavallano sempre con lo stesso cittadino, ben sa che una cosa è la parte amministrativa e qui è stata regolata dal Piano di recupero (proposto dallo stesso costruttore che prevedeva 6420mq) e il patteggiamento che riguarda la parte penale.

Possiamo concludere con le parole del Sig. Pii “è stata una bella discussione”!! Aggiunge il sottoscritto “ma non per i cittadini”!!

Bruno Melani

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

ODG: SITI SCORIE NUCLEARI -ENERGIE ALTERNATIVE PRESENTATA DAL G.CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Inserito da casoledelsa il 17 Dicembre 2010

ODG: SITI SCORIE NUCLARI – ENERGIE ALTERNATIVE 

Premesso che nella mappa disegnata da Sogin, società controllata al 100% dal Ministero dell’economia,  sono state individuate 52 aree che sarebbero considerate dalla detta società come luoghi in cui è possibile realizzare depositi di scorie nucleari.

Visto che la Provincia di Siena, insieme a quella di Grosseto e al Lazio settentrionale, fanno parte delle 52 aree individuate da Sogin.

Considerato che i pericoli di un deposito di scorie nucleari sono conosciuti a tutti,  in quanto questo materiale, emettendo delle radiazioni penetranti, è molto radiotossico e richiede dunque precauzioni nel trattamento di smaltimento.

Rilevato altresì che la radioattività degli elementi estratti da un reattore si riduce nel tempo, ma i tempi  possono arrivare fino a centinaia di migliaia o milioni di anni. Proprio per questi motivi ancora oggi nessuno è stato in grado di decidere dove smaltire le scorie prodotte negli anni passati dalla centrale di Trino vercellese.

Considerato che riteniamo che sia assurdo e sbagliato pensare di utilizzare  territori di alto valore ambientale e ricchi di presenze turistiche come la Provincia di Siena e la Maremma come siti per il deposito di scorie nucleari.

Rilevato inoltre che mancano criteri su cui siano stati definiti i siti, visto che l’Agenzia per la sicurezza nucleare non esiste nemmeno sulla carta, non è stata avviata alcuna procedura di valutazione ambientale e l’intero piano d’identificazione dei siti deve essere sottoposto a valutazione ambientale strategica .

Visto che balza subito agli occhi che la gran parte dei siti sono nel centro – sud.

Visto che nel tentativo di indorare la pillola e di ottenere il consenso, il governo ha previsto che i depositi di stoccaggio delle scorie siano realizzati nell’ambito di un “parco tecnologico” in cui siano localizzati centri di ricerca e sviluppo nelle località destinatarie dei depositi. Che ciò rappresenta una presa in giro sia nei confronti dei cittadini, sia verso gli enti locali, poiché la ricerca sulle problematiche delle scorie non si fa nei siti, ma nei laboratori di fisica nucleare con appositi reattori sperimentali, mentre i depositi sono solo dei magazzini.

Dato che in questi ultimi mesi nella nostra provincia è stata sollevata in più occasioni da alcune forze politiche la tematica della tutela del territorio e dell’ambiente in maniera pretestuosa e strumentale come nel caso dei famigerati fanghi di depurazione, su cui la competenza è del Governo e non dell’Amministrazione provinciale, e sul tema delle centrali a Biomasse.

Visto che le stesse forze politiche invece sostengono il nucleare e ritengono che fanghi o energie rinnovabili alternative rappresentino un pericolo maggiore rispetto alle scorie nucleari.

Dato che esse rappresentano quelle forze che a livello politico nazionale vorrebbero utilizzare la Toscana come una pattumiera di scorie nucleari.

Considerato inoltre che la Provincia di Siena, a differenza del Governo e del centrodestra, valuta in maniera negativa il ricorso all’energia nucleare e  ritiene invece prioritario investire nel settore delle energie rinnovabili e della Green Economy.

Rilevato che in questa direzione si sta muovendo il lavoro messo in campo dall’amministrazione provinciale nel passato ed in questo primo anno di mandato attraverso l’ambizioso progetto di diventare la prima provincia carbon free nel 2015, creando il Polo tecnologico scientifico delle energie rinnovabili ed incentivando il più possibile l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili.

 

IL CONSIGLIO COMUNALE DI CASOLE D’ELSA INVITA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE  DI CASOLE D’ELSA  E  L’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI SIENA

-          ad utilizzare tutti gli strumenti possibili per mettere in campo ogni azione volta a scongiurare l’eventualità che nel nostro territorio possa essere individuata un’area per lo smaltimento di scorie nucleari.

-          a continuare il lavoro sulle energie rinnovabili, nelle fonti alternative e nello sviluppo eco-sostenibile

 

GRUPPO CONSILIARE

CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA | Nessun Commento »

 

ODG CONSIGLIO COMUNALE DEL 15.12.2010 PRESENTATO DAL GRUPPO DI CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA - LOTTA ALLE MAFIE

Inserito da casoledelsa il 17 Dicembre 2010

AL CONSIGLIO COMUNALE di CASOLE D’ELSA 

Mozione a favore di iniziative di contrasto alle mafie e di sviluppo della legalità e della trasparenza da parte degli Enti Locali - Impegno per i Comuni a costituirsi parte civile nei procedimenti per mafia che coinvolgano le amministrazioni

Premesso che:
- lo Stato sta ottenendo importanti successi nel contrasto alla criminalità organizzata;

- è necessario affiancare all’azione della magistratura e delle forze dell’ordine una
forte iniziativa culturale e politica a tutti i livelli per diffondere la cultura della
legalità e della trasparenza nell’amministrazione;

- gli Enti Locali, pur non potendo legiferare, possono mettere in campo misure di
contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata e di sostegno a chi è vittima
delle mafie, del racket e dell’usura;

- il fenomeno mafioso che investe i nostri Comuni ne penalizza lo sviluppo dal punto
di vista sociale, economico e culturale e reca grave danno all’immagine stessa della
città;

- molti imprenditori e liberi cittadini spesso decidono di non denunciare i propri
aguzzini per paura di essere lasciati soli dalle Istituzioni;

Considerato che:
- occorre che i Comuni diano un segnale concreto di impegno nella lotta e contrasto
alla criminalità organizzata in tutte le sue forme e su tutto il territorio nazionale;

- l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) negli ultimi anni ha più volte ed in
diverse maniere espresso il proprio impegno nella lotta alle mafie;

- all’interno dell’Anci è attiva la Consulta Anci Giovane, che riunisce e rappresenta
gli amministratori under 35 d’Italia e che questi rappresentano una generazione di
nuovo impegno anche sul versante della partecipazione attiva alla propria comunità;

- gli Enti Locali, e in particolar modo i giovani amministratori, devono ed intendono
avere un ruolo di primo piano nella lotta alle mafie;

- in occasione della II Assemblea Programmatica Nazionale di Anci Giovane,
tenutasi a Taormina il 7/8 maggio 2010, la Consulta ha proposto di chiedere ai
Comuni italiani di schierarsi politicamente e con atti amministrativi contro le mafie,

Il Consiglio Comunale di CASOLE D’ELSA IMPEGNA l’Amministrazione a:

• costituirsi parte civile nei processi contro le attività criminose di stampo
mafioso afferenti il proprio territorio comunale, destinando l’eventuale
risarcimento a un fondo a sostegno delle vittime del racket e dell’usura e al
sostegno delle realtà associative assegnatarie di immobili confiscati alla
criminalità organizzata;

• mettere in campo strumenti amministrativi per rafforzare la piena trasparenza
delle procedure di appalto, attraverso la verifica accurata dei collegamenti
diretti e indiretti tra aziende partecipanti alle gare e controlli sulle aziende
subappaltatrici;

 
• utilizzare le prerogative assegnate ai Sindaci ed ai Comuni per iniziative,
ispirate a principi di trasparenza e legalità, di contrasto a ogni forma di
abusivismo (commerciale, edilizio), spaccio di droga, sfruttamento della
prostituzione, gioco d’azzardo e altre attività criminali utili a rimpinguare le
casse delle organizzazioni malavitose.

• Attivare percorsi di sensibilizzazione nelle scuole, attraverso incontri,
campagne informative, percorsi culturali e sociali al fine di far maturare una
nuova coscienza civica tra i più giovani;

• Promuovere forme di partecipazione alla vita democratica locale,
incoraggiando il protagonismo dei giovani ed avvicinandoli alle Istituzioni;

• attivare una campagna d’informazione rivolta alla cittadinanza contro il racket
e l’usura e gli strumenti legislativi esistenti per chi denuncia i propri estorsori e
usurai;

• promuovere maggiori controlli per contrastare l’illegalità diffusa come lo sfruttamento illegale della manodopera nei cantieri, visto che anche, grazie all’intesa tra Regione, Finanza ed Erario, i Comuni che aiuteranno l’azione di contrasto all’evasione fiscale , vedranno arrivare nelle proprie casse il 50 per cento delle maggiori somme riscosse a titolo definitivo sull’ IRAP e IRPEF.
GRUPPO CENTROSINISTRA PER CASOLE D’ELSA
Casole d’Elsa, 07 dicembre 2010

Categoria: Consiglio Comunale, Dibattito, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA | Nessun Commento »

 

CONSIGLIO COMUNALE DEL 15.12.2010 - INTERROGAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA STRADA DEL POGGIO

Inserito da casoledelsa il 17 Dicembre 2010

AL SINDACO DI CASOLE D’ELSA

ALL’ASSESSORE ALL’AMBIENTE

Interrogazione scritta con richiesta di risposta scritta

PREMESSO

 •Ø  il costante impegno da parte della Regione Toscana e della Provincia di Siena in iniziative mirate alla riduzione dei rifiuti e l’incremento della quota di raccolta differenziata,

•Ø  che è compito di ogni comune sensibilizzare i cittadini e rimuovere tutti  gli ostacoli fisici e  logistici per favorirne l’attuazione;

•Ø  che alcuni cittadini della strada del Poggio di Cavallano, ci segnalano la difficoltà a reperire i cassonetti per la raccolta dei rifiuti,   ad una adeguata distanza dalla propria abitazione, costringendoli di fatto a lunghi percorsi a piedi o in auto e scoraggiandone di fatto l’effettuazione;

 

CHIEDIAMO

pertanto

all’Amministrazione Comunale di rimuovere le difficoltà segnalateci dai cittadini di quella zona, per favorire una diffusa possibilità di differenziare i rifiuti in tutto il territorio Comunale.

 

                                                                                  Centrosinistra per Casole d’Elsa

                                                                                       (Claudio  Cavicchioli)

                                                                                                 

 

 

 

 

Casole lì 15- 12-2010

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA, Informazioni | Nessun Commento »

 

PER NON DIMENTICARE IL 14 DICEMBRE ….RICOMINCIARE SUBITO

Inserito da casoledelsa il 17 Dicembre 2010

di Susanna Cenni

Forse è presto per scrivere di quanto è accaduto oggi. E’ ancora tanta la rabbia in corpo. Lo schifo per lo spettacolo indecoroso che in diretta televisiva è stato dato dalla Camera, ma credo sia anche terapeutico cercare di tirar fuori le sensazioni. Beh io ci avevo creduto che oggi la sfiducia potesse passare. I numeri, le  ragioni, il Paese ci dicevano che era possibile. Si, gli incerti, la campagna acquisti..ma quanto è accaduto è andato indubbiamente oltre’. Oltre la mia immaginazione, oltre il mero opportunismo, oltre i ragionamenti, la tattica…molto oltre.

Non mi vergogno a dire che ho avuto voglia di piangere quando Calearo, Scilipoti, Razzi, Cesario, presentatisi solo alla seconda chiama, in fila hanno votato contro la sfiducia, e immersi negli applausi del Pdl venivano accolti da abbracci, baci. Un esaltante benvenuto tra i vincitori. Ho avuto voglia di piangere, per la rabbia, per la constatazione di cosa è diventata la politica, il parlamento. Poi la rissa tra Fli, e lega, poi le urla da stadio, i canti..gli inni a Silvio. Che contrasto con la fatica delle tre colleghe in difficoltà, qualcuna arrivata in ambulanza, che sono venute, prossime al parto, a fare il loro dovere..Che contrasto e che distanza con le battaglie dei lavoratori, degli studenti, con le difficoltà delle famiglie, dei comuni

Fuori intanto infuriava una specie di guerra civile. In giro c’è ancora odore di acrimogeni, le macchie di vernice rossa.Impossibile uscire, attraversare la strada. Di nuovo i blak blok che hanno messo a ferro e fuoco roma.

Domani però si riparte. Via l’amarezza, via la depressione.

Bersani è stato bravissimo e ancora una volta ha parlato al PAese.

Bene. e allora che governi ,Berlusconi.

Governi con Razzi, Scilipoti, Calearo. Governi e venga, giorno dopo giorno a conquistarsi i provvedimenti, i decreti, venga da domani quando voteremo il provvedimento sui rifiuti in Campania. Saremo li. Ogni giorno, ogni ora.

Noi ci saremo. Ci saremo come oggi, ogni giorno, compatti, puliti e francamente ancora piu incazzati. E saremo ogni giorno a rappresentare il Paese vero, perchè è li nel Paese , con le persone in carne ed ossa che si fa l’opposizione seria. Il Paese non si puo comprare.

E quei nomi, Razzi, Scilipoti, Calearo, Cesario, SIliquini, Polidori…non li dimenticate, non dimenticate i loro volti, le loro storie, francamente poco dignitose.

Sarà che da ragazzina uomini come Berlinguer mi hanno fatto capire che la politica puo essere uno straordinario strumento per cambiare e migliorare la vita di uomini, donne, paesi…ma queste persone devono farci pena e dobbiamo continuare a credere che c’è da combattere per un’altra Italia, quella della gente pulita, onesta. Guai ad arrenderci

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Dicembre 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta