CASOLE HA SCELTO I PROPRI DELEGATI AL “Coordinamento di Area Valdelsa”

Inserito da casoledelsa il 13 Dicembre 2010

Si rende noto a tutti i nostri iscritti che, a seguito della riunione e della votazione svoltasi Venerdì 10 Dicembre presso la sede del Pd di Casole, i votanti ha democraticamente scelto i propri delegati per il Coordimenamento di Area Valdelsa.
Oltre quindi a Claudia Rumachella, come segretario dell’Unione Comunale, Claudio Cavicchioli, come capogruppo in Consiglio Comunale, faranno parte dell’Assemblea del “Coordinamento Valdelsa”
PATRIZIA BOGI e CARLO PINI.
Riteniamo quest’organo oltre che importante anche un ulteriore strumento di confronto e di conoscenza con i Comuni vicini.
Un’opportunità importante che possiamo e dobbiamo dare a Casole per non rimanere emarginati.

Categoria: Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

LETTERA IN RISPOSTA A DARIO CONTE

Inserito da casoledelsa il 13 Dicembre 2010

 

di Bruno Melani

Grazie Dario per la tua puntuale relazione sull’assemblea di Pensare Comune che mi permetto di arricchirla con considerazioni e fatti conosciuti dal sig. Pii ma ritenuti irrilevanti e quindi non portati all’attenzione di un pubblico dibattito.
Come prima cosa, concordo con te che l’assenza della sinistra casolese è fatto spiacevole. Sicuramente, le parti, troveranno momenti di confronto utili alla cittadinanza dove si affrontino problemi e non si discuta di fatti personali.
A suo tempo scrissi e dichiarai la mia disponibilità ad incontrare il sig. Pii in un pubblico dibattito su temi quali : legalità, trasparenza, urbanistica, bilancio.
Non per sentire le sue lagnanze verso i Sig.ri Ceccuzzi, Bezzini, Ceccherini, che, detto da lui, non vollero riceverlo alla fine del suo secondo mandato da sindaco per discutere della sua “buonuscita” o meglio dell’utilizzo delle sue esperienze di amministratore. Incontro da lui chiesto, mai avuto, e dal quale in lui è nato un “rancoroso agitarsi” verso gli “ingrati”. Questo “gossip” sinceramente credo non interessi a nessuno.
Parliamo di fatti e precisazioni
• San Severo: Sig. Pii continua a dire che aveva concesso 6200mq di edificabilità. E’ lo stesso Pii che su richiesta di un cittadino, in un assemblea pubblica a Cavallano, dichiarò che le concessioni edilizie per 11000mq vennero firmate dal Responsabile del settore urbanistica, Geom. Moschi. E’ lo stesso Pii che dichiarò indignato, che verso questa persona si stava facendo dell’accanimento personale (vogliamo chiamarlo “rancoroso?). Come può il sig. Pii conciliare le due cose?
Perché non costituisce il Comune parte civile nell’unico e vero interesse di tutelare i casolesi fortemente danneggiati?
• Per Pii costruire in deroga e poi sanare è un affare per il Comune. Quindi legalizzare le irregolarità è un affare per i cittadini. Ma i cittadini da questi affari cosa ci guadagnano oltre al danno ambientale?
• Ma ai cittadini è stato detto:
o Che S.Severo è stato sanato per 103mila euro.
o Che La Suvera è stata sanata per 150mila euro.
o E Pietralata verrà sanata per 80mila euro?
o Le Scopaie andranno sanate?
o Poggio Marino andrà sanato?
o Le Vigne andrà sanata?
o Le piscine al Castello di Casole verranno sanate?
o La continuazione di questo elenco la lascio al sig. Pii o in sua assenza, ammesso che sappia qualcosa, all’assessore all’urbanistica Sig. Pieragnoli Andrea. Chissà se mercoledì a Pievescola in CC ci farà un bel regalo di Natale LA TRASPARENZA.
• Podere La Poggiola: Si legge nell’osservazione fatta alla variante al R. U. dalla soc. proprietaria protocollata il 26 agosto 2009
” (..) Il suddetto complesso è pervenuto alla Cooperativa dallo stesso comune di Casole d’Elsa con atto di compravendita a rogito stipulato in data 16 Marzo 2004.(chi era Sindaco?) (..) 3) In base alle suddette previsioni la Cooperativa ha anzitutto progettato e realizzato interamente a proprie spese la nuova viabilità pubblica. Ciò in base alla convenzione stipulatacon l’Amministrazione Comunale in data 20 Ottobre 2004. (..) Al riguardo occorre evidenziare che come si è già accennato in precedenza la proprietà del complesso residenziale La Poggiola è stata trasferita alla Cooperativa proprio dal Comune di Casole d’Elsa con contratto di compravendita del 16.3.2004, in cui il Comune venditore dichiarava espressamente che i beni venduti erano suscettibili utilizzazione edificatoria secondo il R.U. tuttora vigenti ivi puntualmente richiamate. Nell’impegno traslativo dell’Amministrazione comunale dunque vi era la “promessa” di un vantaggio giuridico consistente nell’utilizzazione edificatoria tramite un intervento di recupero e ampliamento degli immobili alienati.• Fornace del Merlo: Si legge nell’osservazione fatta alla variante al R.U. dal proprietario del terreno protocollata 8 Agosto 2009
“(..) CHE in data 28 Ottobre 2003 (chi era Sindaco?) è stato stipulato atto unilaterale d’obbligo con il quale sono stati anticipati gli oneri di urbanizzazione secondaria nella misura del 30% per un importo di E. 151.866,00 (possiamo chiamarla cambiale?) per l’attuazione del P.I.I. adottato con deliberazione del C.C. n. 90 del 20 Dicembre 2002( chi era Sindaco?);
Che, inoltre sono stati eseguiti lavori pubblici, come previsto nel predetto atto unilaterale d’obbligo, quali: anfiteatro a Casole d’Elsa e opere connesse (giardini, strada, bagni, muri, ecc..); (..)
RITENUTO CHE dalla variante di assestamento di che trattasi il sottoscritto sia enormemente danneggiato e per tale motivo si riserva fin d’ora di agire nelle opportune sedi; (..)

E’ “rancoroso” chiedere al Sig. Pii o al suo assessore quante cosiddette “cambiali” ci sono ancora? Perché nelle assemblee negano l’evidenza?

• Variante al Piano strutturale: Sig. Pii dice di prevedere 15mila mq in meno. Vogliamo dire che il PS è del 1999 fatto dal sig. Pii.
• Vogliamo ricordare che la prima delibera che il Sig. Pii ha fatto, è stata quella di riaprire le osservazione al R.U. approvato il 22-4-2009 dove l’ Arch. Blanco ha cambiato delle regole volute dal sig. Pii. Quella fondamentale e importante è stato innalzare l’indice di edificazione da 3 a 5, questo ha permesso di approvare nuovi spazi edificatori, come alla Corsina, zona ampiamente lottizzata e che non aveva bisogno sicuramente di una nuova edificazione. Chi ha chiesto il permesso a costruire? Il sig. Pii o il suo assessore possono renderci conto?
• Orli: qui si vanno a concedere 1000mq di completamento in una zona dove esiste già un edificio. Questo come può essere concesso?. Il Sig. Pii o il suo assessore possono chiarirci i dubbi?
• Le Vigne e il bosco percepito: Suggeriamo al il Sig. Pii di leggere la lettera inviata alla Comunità Montana Val di Merse (n. protocollo 484 del 3 Febbraio 2006) dalla proprietà del terreno avente come oggetto : Richiesta di taglio del bosco.
Leggeremo una relazione fatta da noto professionista , ricca di foto raffigurante i ruderi del podere in mezzo al bosco, per ottenere il permesso al taglio, questo eviterebbe ulteriori spese di perizie pagate con soldi pubblici. Siamo certi che tali documenti sono in possesso dell’Amministrazione. Quindi?
• La Selva: nella relazione di fine mandato 2004 il sig. Pii indica una spesa di 320mila euro per la riqualificazione di un edificio in località La Selva. Quindi possiamo considerarla nelle disponibilità dell’Amministrazione o anche questo è uno sbaglio di comunicazione come fu l’inaugurazione (con fuochi d’artificio) del “Deposito dell’acqua di Casole”?

Concludo ricordando: LA QUESTIONE MORALE. Il Sig. Pii, potrà fare tutte le assemblee che vuole, ma questo non laverà la sua coscienza verso i cittadini.

Chiedere questo è per Il Sig. Pii, la sua Giunta, i consiglieri di maggioranza,il Presidente di Pensare Comune, il sig. Barbagallo Paolo e il PDL di Casole
“perversa logica di divisione, di contrapposizione o rancoroso?”
Bruno Melani

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

ELEZIONE DEL CONSIGLIO DI QUARTIERE DI PIEVESCOLA-MAGGIANO-LA SELVA.

Inserito da casoledelsa il 13 Dicembre 2010

PUBBLICHIAMO CON PIACERE LA LETTERA INVIATACI DA RICCARDO GABELLIERI,  E PER PRATICITA’ RIPORTIAMO IL RISULTATO DEL CONSIGLIO DI  QUARTIERE DI PIEVESCOLA -

VOTANTI 334

Riccardo Gabellieri 84

Silvia Sanetti   41

Simone Bonechi 36

Patrizia Bogi 35

Diego Puntillo 30

Cristiano Iachetta 28

Rosalia Mannino  19

Per Maggiano : Simone Franchi

Per la Selva: Ivano PRATI (Presidente Di Osho MIASTO)

 

 

 

ELEZIONE DEL CONSIGLIO DI QUARTIERE DI PIEVESCOLA-MAGGIANO-LA SELVA.

 di Riccardo Gabellieri

 

COME CITTADINO NON ERO PARTICOLARMENTE INTERESSATO A CANDIDARMI, MA COME ISCRITTO AL PARTITO DEMOCRATICO (ANCHE SE IN QUESTO ULTIMO ANNO E MEZZO SONO STATO ASSENTE DALLA POLITICA CASOLESE) HO SENTITO CHE QUESTA ELEZIONE STESSE ASSUMENDO UNA ECCESSIVA VALENZA POLITICA A FAVORE DELL’ATTUALE COMPAGINE CHE GOVERNA CASOLE, INVECE CHE RIMANERE CIRCOSCRITTA AD UNA SEMPLICE ED APOLITICA MANIFESTAZIONE DI CIVICITA’.

IN QUESTO SENSO NON POSSO CHE ESSERE SODDISFATTO PER L’OTTIMO RISULTATO GLOBALE OTTENUTO DALL’AREA DI CENTRO SINISTRA, C’E’ STATA UNA  GRANDE AFFLUENZA, QUESTO SARA’  SICURAMENTE UN ULTERIORE MOTIVO DI ATTENZIONE DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E DEL NUOVO CONSIGLIO DI QUARTIERE PER QUESTA PARTE DI TERRITORIO.

 

IL BISOGNO DI CANDIDARMI E’ NATO ANCHE PER CERCARE DI RIEQUILIBRARE GLI ESTREMISMI CHE STANNO MANIFESTANDOSI DA ENTRAMBE LE PARTI, E CHE STANNO ALLARGANDO ULTERIORMENTE UNA SPECIE DI  “FRATTURA SOCIALE” VENUTASI A CREARE IN PARTICOLARE DOPO LE ULTIME ELEZIONI COMUNALI.

TRA I PRIMI OBIETTIVI DEL NUOVO CONSIGLIO DI QUARTIERE CREDO SIA QUINDI INDISPENSABILE OPERARE PER IL RISANAMENTO DI QUESTA FRATTURA CHE SI E’ VENUTA A CREARE, QUESTO E’ IL DESIDERIO DELLA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE CHE HO AVUTO MODO DI INCONTRARE IN  QUESTO ULTIMO PERIODO.

ALTRE PREOCCUPAZIONI EMERSE SONO STATE QUELLE DEL MANTENIMENTO DEL LIVELLI OCCUPAZIONALI

E UNA DIFFUSA INQUIETUDINE RELATIVA ALLE NUOVE E VECCHIE LOTTIZZAZIONI PREVISTE DALLA VARIANTE URBANISTICA IN CORSO DI APPROVAZIONE.

 

PER QUANTO MI RIGUARDA, LE ALTRE PROBLEMATICHE DEGNE DI ATTENZIONE E CHE RIGUARDANO L’INTERO TERRITORIO DELLA CIRCOSCRIZIONE SONO: IL PARCO DELLA MONTAGNOLA, L’ECOMUSEO DELLA SELVA, LA RISTRUTTURAZIONE E LA GESTIONE DEI FONDI COMMERCIALI DI PROPRIETA’ COMUNALE ANTISTANTI IL CIRCOLO ACLI, SEGUIRE CON ATTENZIONE LA METANIZZAZIONE, UNA TRASPARENTE GESTIONE ED UN ULTERIORE ALLARGAMENTO DEI SERVIZI OFFERTI DAL CENTRO POLIVALENTE (OLTRE ALL’ATTUALE PRESENZA DELLO STUDIO ODONTOIATRICO, ALL’AMBOLATORIO DEL MEDICO DI BASE, ALLA MISERICORDIA E ALL’UFFICIO POSTALE).

 

CONCLUDO RINGRAZIANDO TUTTI I CITTADINI PER LA PARTECIPAZIONE A QUESTA ELEZIONE, DIMOSTRANDO UN FORTE SENSO CIVICO.

 

RICCARDO GABELLIERI

Categoria: Consiglio Comunale, Informazioni | 3 Commenti »

 

PRANZO DEGLI AUGURI

Inserito da casoledelsa il 13 Dicembre 2010

pranzo191

    Domenica                         

 19 dicembre

     ore 13:00

Circolo PD di Casole d’Elsa

Pranzo degli Auguri

 

  Menù:

Antipasti

Pasta al forno

Arista con Piselli

Dolci

Spumante

                                              - 15 euro -

Tutti gli iscritti e simpatizzanti sono invitati a partecipare

 

Per prenotazioni 333.9146628      

Categoria: Circolo di Casole, Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

QUALCHE PREOCCUPAZIONE IN VISTA DELL’ANNO NUOVO, ANCHE PER IL PAESE DEI BALOCCHI

Inserito da casoledelsa il 13 Dicembre 2010

 

E’ preoccupante leggere sui giornali, in questi giorni, notizie , come quella del Comune di Firenze che, per effetto dei minori trasferimenti statali, a marzo, per chiudere il bilancio, potrebbero mancare 30-35 milioni di euro.
A pagarne le conseguenze, si legge, sarà il settore sociale con i tagli alle RSA e agli asili nido.
Scorrendo il giornale, trovo anccora una notizia impietosa: a Napoli chiuderanno i centri per la salute mentale e per disabili perchè la ASL ha un debito di 7 milioni di euro e da mesi non paga le cooperative in convenzione a cui ha affidato tali servizi.
E ancora: “chiude il centro per ragazzi autistici preso alla camorra” di Caserta , perchè vengono tagliati i fondi, così come per l’assistenza agli anziani e ai malati psitici.
Alla luce di tutto questo, che è solo l’inizio, mi chiedo perchè i diritti dei più deboli (anziani, bambini, disabili, malati) non vengono più tutelati? Perchè si taglia in questi settori?
E ancora, per effetto della manovra viene abolito l’ETI (Ente Teatrale Italiano) responsabile del teatro fiorentino della Pergola e di altri, con conseguente chiusura della gestione statale di tali teatri.
Ci aspetteranno tempi duri. Che Italia sarà? Con i tagli che verranno fatti alla scuola, alla sanità, ai trasporti pubblici, alla cultura.
E a Casole d’Elsa? Cosa ci riserverà il futuro?
Intanto, con molta preoccupazione, si apprende la notizia dal Sole 24 ore che il bilancio del Comune di Casole d’Elsa è al 1° posto della classifica dei Comuni Toscani per disavanzo corrente coperto da entrate straordinarie, per ben 850.000 euro e i tagli del Governo devono ancora arrivare!
Comunque per il momento, l’Ammistrazione comunale sembra non preoccuparsi di questa notizia; si fanno addobbi maestosi perchè è bello apparire e per distrarre la gente dai problemi veri, far sembrare che tutto vada bene, continuare a organizzare feste e eventi, come se si fosse davvero nel Paese dei Balocchi, dove tutti son felici e contenti e i problemi non esistono…………….

Barbara Senesi

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Dicembre 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta