Provincia di Siena, Bilancio di previsione 2011: no ai tagli lineari, salvaguardato il Tpl

Inserito da casoledelsa il 31 Dicembre 2010

La manovra è stata approvata oggi, martedì 28 dicembre, dal Consiglio provinciale
Oltre 7 milioni di euro di risorse in meno, tra tagli dello Stato e decurtazioni dei trasferimenti regionali

Ammonta a 136.562.917 euro il bilancio di previsione 2011 della Provincia di Siena, approvato oggi, martedì 28 dicembre, dal Consiglio provinciale. Rispetto al 2010, la manovra finanziaria chiude, nella parte corrente del bilancio, con oltre 7 milioni di euro in meno, tra tagli dello Stato e decurtazioni dei trasferimenti regionali.

Il bilancio previsionale 2011 prevede 81 milioni di euro per la spesa corrente e 39 milioni di euro di investimenti, al netto delle quote capitali del rimborso dei mutui e delle partite di giro. I tagli che peseranno di più per la Provincia di Siena sul 2011 ammontano a oltre 3 milioni e 500 mila euro per quanto riguarda i trasferimenti statali (compartecipazione Irpef), mentre dalla Regione si ipotizzano circa 3 milioni e 600 mila euro di risorse in meno rispetto al 2010 per funzioni delegate.

“Il bilancio 2011, nonostante le difficoltà e la possibilità di proroga al 31 marzo - afferma il presidente della Provincia, Simone Bezzini - è stato approvato entro il 31 dicembre per evitare l’esercizio provvisorio e per affrontare, fin dai primi giorni del prossimo anno, le criticità che abbiamo di fronte evitando rinvii che avrebbero potuto aggravare la situazione. Sul nostro bilancio gravano i 7 milioni di euro di tagli che ci hanno costretto a una valutazione attenta di tutti i capitoli di spesa, salvaguardando però settori fondamentali per la nostra comunità, come il Trasporto pubblico locale”.

L’impegno della Provincia di Siena per il Tpl. “E’ proprio sul fronte del trasporto pubblico locale, il più penalizzato dai tagli nazionali - afferma Bezzini - che la nostra Provincia ha deciso di investire più risorse rispetto agli anni precedenti. Dai 650 milioni di euro stanziati nel 2010, previsti dall’accordo di programma 2005-2010 tra Provincia di Siena e Comuni, abbiamo incrementato la nostra quota a 875 milioni di euro per il 2011, arrivando complessivamente, insieme ai Comuni, a stanziare 2 milioni e 32 mila euro per il Tpl. Lo abbiamo fatto perché investire nel trasporto pubblico locale vuol dire continuare a garantire il diritto alla mobilità e permettere a molti cittadini - le fasce più deboli della popolazione, ma anche i tantissimi “pendolari” - di potersi muovere, senza usare il mezzo privato. Per loro, e per chi vive in aree marginali e montane non supportate da infrastrutture efficaci e mezzi di mobilità alternativa. Insieme ai Comuni e grazie allo sforzo straordinario della Regione abbiamo cercato di limitare al massimo i tagli e l’incremento delle tariffe”.

Dove colpiscono i tagli: meno risorse per manutenzione di strade e scuole. “Chiudere il bilancio con 7 milioni di euro in meno - spiega il presidente - ha comportato comunque per la nostra Provincia l’obbligo di dover ’spalmare’ i sacrifici a 360 gradi. Tra i settori che maggiormente risentiranno delle decurtazioni ci sono la manutenzione delle strade e delle scuole, gli unici capitoli di bilancio dove la Provincia dispone di risorse proprie. I pesanti tagli ai trasferimenti statali e regionali ci hanno costretto a fare scelte dolorose in settori che necessiterebbero, al contrario, di ulteriori investimenti e non di tagli. Per la manutenzione di scuole e strade siamo passati da 11 milioni di euro a 4 milioni in due anni. Il nostro appello va al governo e alla Regione Toscana, chiedendo che ci sia una maggiore consapevolezza sul rischio decadimento e collasso che nei prossimi anni potrebbe verificarsi per settori fondamentali come questi. La Regione ha raccolto, almeno in parte, le istanze avanzate dalle Province, come emerge dall’approvazione del bilancio regionale, ma non conosciamo ancora quale sarà l’ammontare delle risorse aggiuntive per la Provincia di Siena”.

Le azioni tese al recupero delle risorse. “In questa situazione di contrazione di risorse - continua Bezzini - questa Provincia non vuole rispondere soltanto con la protesta e la chiusura in difesa. In questa fase, al contrario, è fondamentale mettere in campo una nuova visione, in cui la politica pubblica faccia uno scatto riformatore. Per questo, come è giusto, anche noi faremo la nostra parte, avviando un processo basato su una forte capacità selettiva delle priorità d’intervento e sui principi dell’innovazione e del rigore”.

“Lavoreremo per recuperare risorse preziose attraverso azioni concrete - spiega l’assessore al bilancio, Fabio Dionori - che punteranno alla riorganizzazione interna dell’ente, sulla base dei principi di efficienza ed efficacia, e all’estensione delle nuove tecnologie come elemento di risparmio e di spinta all’innovazione, con il progetto “Provincia digitale”. L’altro fronte sul quale lavoreremo sarà la riorganizzazione delle partecipate dalla Provincia, di quelle strumentali e delle agenzie, in una logica che punta alla loro massima efficienza, riducendo i costi di funzionamento. Un’attenzione particolare sarà data al recupero delle entrate extra tributarie, lottando contro l’evasione, mentre abbiamo già avviato un’analisi attenta sui beni immobili dell’ente, puntando su alcune alienazioni e su una più oculata gestione degli affitti attivi e passivi. Infine, continueremo ad impegnarci per l’efficentamento energetico degli edifici di proprietà e per l’attivazione, dove possibile, di interventi per la riduzione dei consumi. Tutte le risorse che recupereremo sia dalla Regione che attraverso queste azioni saranno destinate in via prioritaria a rimpinguare i capitoli delle manutenzione delle strade e delle scuole. Rimane forte, però - conclude Dionori - la preoccupazione per i prossimi anni, a partire dal 2012, dove si preannunciano tagli anche più drastici ai trasferimenti di quelli registrati finora”.

Rapidità di spesa per la Provincia. “Sul fronte della spesa in conto capitale - dice Dionori - che vede una contrazione di oltre il 18% rispetto al 2009, e del 1,62% rispetto al 2010, in gran parte derivante da minori introiti della Fondazioni Mps, la “ricetta” della Provincia sarà: maggiore efficienza e rapidità nell’uso dei residui di spesa. Nel 2011 proseguiremo il percorso per sostenere una rapida spendibilità delle risorse ottenute dalla Fondazione Mps, ma anche da altri soggetti. In due anni la Provincia ha incrementato notevolmente la sua capacità di spesa e quindi di rendicontazione rispetto alle erogazioni ottenute per i progetti finanziati dalla Fondazione Mps, passando dagli oltre 26 milioni di euro nel 2009 ai 46 milioni di euro del 2010″.

 

Le opere pubbliche. “Per quanto riguarda gli investimenti, anche grazie alla velocizzazione di spesa dei residui - spiega Alessandro Pinciani, assessore provinciale ai lavori pubblici - riusciremo a rispondere agli impegni presi. Tra le opere pubbliche in esecuzione o in fase di appalto continueremo a investire su: Sr 429 della Valdelsa, che collega Poggibonsi a Empoli; la bretella Monteroni-Monsindoli, sulla strada provinciale Cassia; le varianti di San Gimignano e Pienza; l’adeguamento di un tratto della strada delle Galleraie a Radicondoli. Oltre a questi interventi il Piano delle opere pubbliche per il 2011 prevede: il secondo lotto della variante alla Sp 326, tra Bettolle e Nottola; la variante all’abitato di Castellina Scalo; il nuovo tracciato per il tratto iniziale della Sp 65, da Abbadia San Salvatore a Vivo d’Orcia; la valorizzazione della Via Francigena, e la rotatoria in località La Fontina a Chianciano Terme, sulla Sp 146. Nel 2011 daremo il via all’iter per la realizzazione della variante di Staggia sulla Sr2 Cassia, sulla quale la Provincia di Siena ha già stanziato la quota di compartecipazione di propria competenza, mentre il resto spetta alla Regione. Per quanto riguarda il tratto sud della Sr2 Cassia, infine, stiamo lavorando alla stipula di un protocollo con la Regione per la definizione di un parco progetti”.

“Sul fronte dell’edilizia scolastica, nonostante il taglio alle manutenzioni ordinarie, questa Provincia dedicherà oltre 660 mila euro per lavori di manutenzione straordinaria nelle scuole di nostra competenza; procederà all’adeguamento alle norme di prevenzione incendi dell’Istituto Sarrocchi di Siena, per un importo di oltre 770 mila euro e alla messa in sicurezza dell’Itis “Avogadro” di Abbadia San Salvatore, per oltre 400 mila euro. In programma anche la manutenzione straordinaria dell’Istituto Alberghiero Artusi di Chianciano Terme, con la realizzazione della seconda cucina, e l’installazione di impianti fotovoltaici sulle coperture degli Istituiti tecnici Roncalli di Poggibonsi, Sarrocchi di Siena e Redi di Montepulciano”.

Non si fermano le misure anti crisi. “Oltre ai tagli - concludono Bezzini e Dionori - la Provincia di Siena dovrà fare i conti anche con le rigidità del Patto di stabilità che potrebbero mettere in discussione importanti opere già finanziate. Per questo ci auspichiamo che il governo modifichi, quanto prima, i vincoli che immobilizzano gli enti e danneggiano le economie locali, permettendo anche il pagamento dei fornitori nei tempi previsti”.

Categoria: Dibattito, Informazioni | Nessun Commento »

 

A PROPOSITO DI “CATTIVO GUSTO”

Inserito da casoledelsa il 30 Dicembre 2010

A PROPOSITO DI “CATTIVO GUSTO”

 

Il giorno di Santo Stefano c’è stato il primo appuntamento con il Presepe Vivente edizione 2010/2011  di Casole d’Elsa.

Il Paese è stato addobbato ormai da giorni e ci sono in evidenza, a grandezza d’uomo, i cartelloni con i personaggi dello stesso Presepe sparsi lungo le vie del centro storico.

Tali addobbi, maestosi, imponenti, possono essere più o meno belli, in base ai gusti personali. Ciò che invece ritengo sia di cattivo gusto, sono le bandiere appese alle rispettive sezioni di Pensare Comune e del Popolo delle Libertà.

In mezzo a tutti questi addobbi caratteristici, ai cartelloni dei personaggi del Presepe Vivente in abiti d’epoca, vedere queste due bandiere nella principale via del Paese che sventolano, non è bello, non è rispettoso, non è di buon senso e non dovrebbero entrarci niente con il Presepe Vivente.

Al di là di ogni appartenenza politica, ritengo che in questi giorni di festa e di rievocazione storica, sarebbe meglio fare un passo indietro e togliere tali bandiere, oppure non sono state rimosse  volutamente perchè ci vogliono comunicare qualcosa?

Comunque sia, la ritengo una scelta di “cattivo gusto”!

 

Barbara Senesi

Categoria: Dibattito | Nessun Commento »

 

La spazzatura di fine anno

Inserito da casoledelsa il 30 Dicembre 2010

La spazzatura di fine anno

 

 

E’ da qualche giorno prima di Natale che a Cavallano, in Via XXV Aprile, nel punto di raccolta rifiuti, davanti ai giardini comunali, la spazzatura si sta accumulando non solo nei cassonetti , ma anche in terra .

 Questa mattina, passando dalla strada, ho notato che c’erano in terra dei cumuli molto grandi.

Sempre stamani, un’abitante della via ha chiamato Sienambiente per informare della necessità della rimozione della spazzatura al più presto. Il camion del vetro è venuto tempestivamente ed ha provveduto alla rimozione, per la carta siamo ancora in attesa.

I cassonetti di Via XXV Aprile raccolgono la spazzatura dell’intera via e di quasi tutta la zona del Poggio, per cui credo che siano insufficienti.

Alla luce di tutto questo, mi chiedo perchè il Comune non sollecita Sienambiente affinchè vengano messi altri cassonetti per ricoprire il fabbisogno che effettivamente c’è, magari in un’altra zona .

Mi chiedo anche per quale motivo qualche consigliere della frazione , neo-eletto  non si adoperi  per informare della situazione di disagio il  Comune  e per far risolvere al più presto questa emergenza. Eppure uno di loro,  abita nelle immediate vicinanze dei citati cassonetti, per cui credo che si sia reso conto, anche lui,  di tale situazione.

Spero che per l’anno nuovo, la spazzatura vecchia venga smaltita e che vengano predisposti nuovi punti per la raccolta differenziata , in modo tale da ridurre i disagi per l’intera popolazione.

 

Barbara Senesi

 

Categoria: Consiglio Comunale, Dibattito, Informazioni | Nessun Commento »

 

Dell’Utri, Cosentino, PDL Casole e la Questione Morale

Inserito da casoledelsa il 30 Dicembre 2010

Quando le polemiche nazionali cadono nei piccoli comuni, vista anche l’inadeguatezza degli attori, la commedia diventa una farsa: ciò fa sì che il PDL di Casole possa dire pubblicamente, visto che da noi “la festa continua”,  che è meglio cancellare “la questione morale”, con la quale, altrimenti, si va ad alimentare un sistema “rancoroso”.

Ed il riverbero del teatrino della politica nazionale riesce a far dire agli esponenti locali del partito di Cosentino e Dell’Utri, che loro possono rappresentare attraverso il Sindaco Pii la vera alternativa morale. 

Proviamo per una volta a mettere da parte i loro “rancori” e proviamo a pensare a loro: il terreno di confronto può essere la “questione morale” riconoscendola come “valore primario” per una  libera democrazia. La “questione morale” è un tema fondamentale, soprattutto per le persone per bene, che in questo paese sono la maggioranza. L’etica della politica è una cosa importante. E’ alla discrezionalità della politica capire le forme di comunicazione e non nascondersi dietro il “Terzo grado di giudizio”.

La rivoluzione morale parte da ognuno di noi, da quello che si ha dentro, dai valori che si riesce trasmettere), “senza se , senza  ma”. 

L’obiettivo del PD di Casole deve rimanere quello di recuperare la fiducia di quella fetta di cittadini che esprimono un giudizio unanime su tutti gli amministratori, “sono tutti uguali”.

A questi cittadini dobbiamo dimostrare con i fatti che siamo diversi, che una politica sana, morale e utile alla società esiste.

 

Inizii il Coordinatore del PDL di Casole, ex Consigliere di maggioranza, a scrivere pubblicamente tutta la verità sul “Pasticcio di Cavallano” o chiedere questo è motivo di “rancore”?

 

Casole d’Elsa 30 Dicembre 2010      Bruno Melani

Categoria: Dibattito, Informazioni | Nessun Commento »

 

DESTRA - SINISTRA

Inserito da casoledelsa il 30 Dicembre 2010

DESTRA - SINISTRA

“..l’ideologia malgrado tutto credo ancora che ci sia, è la passione, l’ossessione della tua diversità che al momento dove è andata non si sa, proprio non si sa” ( G.Gaber)

 

Vorrei chiedere al PDL di Casole, che ultimamente ha ritrovato forte motivazione nello scrivere documenti da appendere, come mai non si è presentato alle elezioni amministrative del 2009?

Come può trovare piena legittimazione in un’associazione politico - culturale che in ogni occasione ribadisce di non essere partito politico?

Chi si sente appartenente ad un partito, tanto da avere tessere in tasca o ricoprirne anche qualche ruolo, come fa a scordarsi questa parte fondante della sua persona e non essere vincolato nelle scelte?

 

“Pensare Comune” è felice di essere così apprezzata da uno schieramento politico , tanto da sembrare spesso, la stessa cosa ?

Come mai all’iniziativa sulla Costituzione, organizzata da PD, SeL e Rifondazione Comunista, con il patrocinio del Comune, non hanno partecipato nessun consigliere di maggioranza e nessun esponente del PDL? Eppure era promotrice anche l’amministrazione comunale! Serata troppo di sinistra??

 

Questo benedetto e tanto chiacchierato “BENE di CASOLE” quale sarebbe? Ultimamente è una stringa di parole talmente di moda che potrebbe diventare il nome di un’altra associazione!

Non è forse: legalità, cultura, istruzione, solidarietà, sviluppo, rispetto ambientale?

Il PD è quello che vuole e in nessuna iniziativa ha dimostrato qualcosa di diverso.

Sembra, da come viene detto in alcune occasioni, che vada scelto il bene di Casole a discapito di qualcos’altro, ma cosa?

Ogni persona, dotata di buon senso , vuole il meglio per un posto in cui vive, cresce, lavora e crea una famiglia, ma non necessariamente deve essere d’accordo con ogni decisione presa o non sentirsi libera di denunciare quello che ritiene illegittimo. Anche questo è il BENE di CASOLE, oltre ad essere un segno di democrazia e libertà di pensiero.

Forse la spiegazione più plausibile è che, come a livello nazionale, vengano usati termini propagandistici e populisti senza riflettere sul loro vero significato.

 

 

Alice Angioletti

Categoria: Informazioni | 3 Commenti »

 

IL PD DI CASOLE AUGURA A TUTTI BUONE FESTE!

Inserito da casoledelsa il 24 Dicembre 2010

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

AUGURI DEL CIRCOLO PD DI MENSANO

Inserito da casoledelsa il 23 Dicembre 2010

 

   

  

  

IL PARTITO DEMOCRATICO DI MENSANO AUGURA A TUTTI I CITTADINI DEL PAESE BUONE FESTE ED UN FELICE ANNO NUOVO.
ESPRIMIAMO UN AUGURIO PARTICOLARE AL CONSIGLIO DI FRAZIONE RECENTEMETE INSEDIATOSI. NASCE COSI’ UN NUOVO LIVELLO ISTITUZIONALE CHE DOVREBBE CONSENTIRE UNA MAGGIORE PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLE QUESTIONI AMMINISTRATIVE DEL PROPRIO COMUNE.
COME FORZA POLITICA ORGANIZZATA , PRESENTE A MENSANO, CI AUSPICHIAMO, IN TEMPI BREVI, UN INCONTRO CON I COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI FRAZIONE, PER METTERE A FUOCO LE PROBLEMATICHE DEL NOSTRO PAESE.
CI PERMETTIAMO INOLTRE DI RICORDARE GLI IMPEGNI PRESI PER IL 2010 DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER LA NOSTRA FRAZIONE CHE A TUTT’OGGI RISULTANO IRRISOLTI O AL PIU’, PARZIALMENTE REALIZZATI.
• LA METANIZZAZIONE CHE PER ORA VEDE SOLAMENTE IL PASSAGGIO DEL GPL DA BAYFIN A ESTRA GPL -

DI METANO QUINDI ANCHE PER QUESTA STAGIONE INVERNALE NON SE NE PARLA;
• LA REALIZZAZIONE DI GARAGES E/O IL PARCHEGGIO AUTO (OPERA NON REALIZZATA) ;
• LA PAVIMENTAZIONE DELLA PARTE ALTA DEL CENTRO STORICO (OPERA NON REALIZZATA);
• LA SISTEMAZIONE DELL’IMPIANTO FOGNARIO CHE SVERSA ANCORA A CIELO APERTO(OPERA NON REALIZZATA);
• LE MANUTEZIONI DEGLI EDIFICI E DELLE STRUTTURE PUBBLICHE -(NESSUN INTERVENTO REALIZZATO)
E DIRE CHE LE PRIME 3 OPERE ELENCATE RISULTANO DAL PROGRAMMA DELLE OPERE PUBBLICHE DEL COMUNE DI CASOLE D’ELSA PER IL 2010 E TRA I 101 PUNTI DEL PROGRAMMA DI GOVERNO DELL’ASSOCIAZIONE PENSARE COMUNE.
PUR NELLA CONSAPEVOLEZZA DELLE DIFFICOLTA’ IN CUI VERSANO LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI, A SEGUITO DEI TAGLI GOVERNATIVI E CON SPIRITO COSTRUTTIVO, SOLLECITIAMO UNA RISPOSTA DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE A QUESTE PROBLEMATICHE, TANTO ENFATIZZATE IN CAMPAGNA ELETTORALE , MA A TUTT’OGGI NON REALIZZATE.

BUONE FESTE E FELICE ANNO NUOVO
PARTITO DEMOCRATICO
CIRCOLO DI MENSANO

                                             

Categoria: Circolo di Mensano -Monteguidi, Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

CONFLITTO D’INTERESSE INACCETTABILE

Inserito da casoledelsa il 21 Dicembre 2010

 

CONFLITTO D’INTERESSE INACCETTABILE.

Le ultime vicende giudiziarie ci narrano purtroppo, ancora una volta fatti gravi che riguardano il nostro Sindaco e  di conseguenza il nostro Comune.                                                                                                                                           Ancora una volta è stato accertato che  il Comune di Casole è stato colpito oltre che da danni ambientali anche nell’immagine e nella sua intera credibilità.

Dopo un primo procedimento penale, terminato con l’oblazione, che avevamo già avuto modo di denunciare, a poche settimane di distanza ci ritroviamo ancora di fronte allo stesso scenario.

Ancora una volta oblazione…ancora una volta innocente??  NO,  ancora una volta l’ammissione di un reato ed estinzione della pena tramite pagamento di un corrispettivo in denaro.

Ma Casole si merita davvero tutto questo?…

Quante  dovremmo ancora vederne,  prima che il Sindaco si assuma davvero le proprie responsabilità?

La gente di Casole non può continuare ad accettare  l’assurdo di questa situazione..

Casole è degno di un Sindaco completamente estraneo a queste vicende, in grado di difendere gli interessi dell’Ente  che rappresenta e che gestisce,  per il bene di tutti i cittadini.

Una persona coinvolta direttamente, così come lo è  il nostro Sindaco, non può svolgere correttamente il ruolo che ricopre…CONFLITTO D’INTERESSE forse chiarisce meglio il concetto!!!

Il PD di Casole non è più disposto ad accettare tutto questo.

A seguito di un’assemblea dell’intero coordinamento del PD di Casole e ribadito ancora ieri nel nostro Pranzo di Natale, la linea generale di questo partito è quella di opposizione dura riguardo a questo tema, motivo per cui si anticipa a tutti che questo partito, preso contatto con le altre forze politiche che compongono “Centrosinistra per Casole”, sta predisponendo una mozione di sfiducia per la richiesta di dimissioni del Sindaco.

Atto questo, a parere di tutti nel rispetto delle istituzioni e dell’intera popolazione.

Concludiamo nel ribadire che tale scelta è stata presa con ponderazione,  ma con estrema fermezza consultando l’intera assemblea  del partito e questo perché il PD,  sia a livello nazionale che a livello locale è,  e deve essere un centro di condivisione, un contenitore di idee e di progetti, una forza autonoma che prende le proprie decisioni,  in assoluta indipendenza senza doversi giustificare di nulla per le scelte fatte,  né tantomeno farsi dettare l’agenda politica da nessun’altro.

 

                                                                                                        PD CASOLE D’ELSA

                                                                                                          LA SEGRETERIA

Categoria: Segreteria | Nessun Commento »

 

MA NON E’ NATALE DA TUTTE LE PARTI?

Inserito da casoledelsa il 20 Dicembre 2010

Il Presepe Vivente è una grande manifestazione e tutti noi dobbiamo esserne orgogliosi, un evento di prestigio unico, ed è giusto quindi che le molte persone, che mi auguro verranno a visitarlo , possano anche vedere Casole nel massimo del suo splendore.
Nonostante la premessa, soprattutto come ringraziamento per tutti coloro che si impegnano nel realizzarlo , mi sorge però spontanea una rilessione…

Ma non è Natale anche nelle frazioni? Oppure qualcuno non si merita neanche le luci di un timido albero di Natale?
Un Comune non dovrebbe, quanto meno, tener conto dell’intero territorio di cui si compone?
L’unico motivo plausibile che forse potrebbe giustificare una differenza così netta tra Casole e “il resto” è una ristrettezza economica delle casse del Comune che ha portato questa amministrazione a dover fare delle scelte…considerato però che questa amministrazione ha da sempre dichiarato di non avere problemi di questo tipo., perchè non si è ricordata che nel Comune di Casole esistono,da tempo ormai ,anche diverse frazioni?
Le luci di Natale sono in realtà solo l’ennesimo segnale che purtroppo i residenti delle frazioni percepiscono e cioè  la triste sensazione di abitare in un posto quasi dimenticato…

Claudia Rumachella

Categoria: Informazioni | 5 Commenti »

 

UN GIORNO IN PRETURA ……IL BOSCO PERCEPITO

Inserito da casoledelsa il 20 Dicembre 2010

Conclusi il mio post “L’onore della fascia tricolore”del 11 Nov. 2010 con la richiesta al sig. Pii di DIMISSIONI dalla carica di Sindaco di Casole. Non avevo il minimo dubbio che le mie righe cadessero nel vuoto, rigettate come “rancorose” prive di qualsiasi senso di lucidità.

“Io Pii, il salvatore di Casole, colui che ho ridestato un paese dal torpore, devo dare retta ad uno straniero?”
In Consiglio Comunale alla domanda del capogruppo di opposizione, di avere chiarimenti su quanto apparso sui giornali in merito ad una sua condanna il sig. Pii, ostentò baldanza e sicurezza. Disse “ non ero niente alla data delle contestazioni, sono ingiustamente accusato, ma per aiutare gli altri imputati ( tra cui chi lo aveva assunto come consulente!!) ho oblato con estinzione del reato”.
Ieri sera al C.C. a Pievescola, altra lezione di morale “La giunta si muove nella legalità, se si possono concedere delle sanzioni previste dalla legge regionale 1/2005 dall’art. 133 al 139, noi le concediamo, perché questo è permesso dalla legge”.
Non ha aggiunto il sig. Pii che stamani andava in scena al tribunale di Poggibonsi un altro procedimento giudiziario che lo vedeva coinvolto. I quattro capi d’accusa andavano dagli abusi edilizi perpetrati in area soggetta a vincoli ( boschivo e idrogeologico ), omissioni procedurali, taglio del bosco.
“TAGLIO DEL BOSCO”. Come al Podere “Le Vigne” si dice che il bosco non c’era. Era solo percepito? Questo Dr. Formisano come è strano, vede bosco da tutte le parti.
Come nel precedente procedimento il Sig. Pii ha chiesto per i capi di imputazione 3 e 4 la possibilità di estinguere il reato attraverso un oblazione accordabile perché incensurato. Per i capi 1 e 2 – taglio del bosco e vincolo idrogeologico non essendo possibile un oblazione viene chiesto il proscioglimento portando quali prove che “IL BOSCO NON C’ERA” e l’area “NON ERA SOGGETTA A VINCOLO” relazioni di noti architetti.
A verificare questa tesi il PM chiamerà il 17 Febbraio 2011 (prossima udienza) per una audizione la signora Sonia Violetti (nome fatto dalla difesa stessa), attuale responsabile area tecnica del Comune di Casole d’Elsa.
Riflessioni: quel giorno un dipendente comunale dovrà discutere di una tesi portata a discolpa per un reato contro IL COMUNE DI CASOLE D’ELSA nella persona del SINDACO PROTEMPORE. Tesi per discolpare tra gli altri il Sig. Pii, dove in questo processo è persona accusata e offesa (in rappresentanza di tutti noi casolesi). Come potrà il sig. Pii (come sindaco) preparare la linea della Signora Violetti a tutela della comunità casolese? Lo sapremo solo il 17 Febbraio 2011, e lo stesso giorno ne daremo notizia ai casolesi perché per noi LA TRASPARENZA è una cosa seria, non una bandiera senza colori da sventolare.
DIMISSIONI. Ecco la parola ignorata, derisa dal sig. Pii e la sua Giunta.
Oggi più di ieri le DIMISSIONI vanno chieste a gran voce, senza distinzioni politiche ma per quel senso civico che al Sig. Pii viene meno verso i casolesi, ai quali continua a negare la verità.
Scrivere di questo è per il sig. Pii, la sua Giunta, i consiglieri di maggioranza,il Presidente di Pensare Comune il sig. Barbagallo Paolo e il PDL di Casole “perversa logica di divisione e di contrapposizione o “rancoroso”?

P.s. Oblazione accettata ( oltre 4mila euro) uguale a reati ammessi!!!!

Bruno Melani

Categoria: Informazioni, News | Nessun Commento »

 

« Older Entries

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Dicembre 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta