IL RISPETTO DELLE COSE DEGLI ALTRI

Inserito da casoledelsa il 9 Novembre 2010

 

Questi sono due scorci che si vedono dalla Pista Rivellino, uno dei posti più belli e caratteristici del nostro Comune.

Questo posto, negli anni, ha ospitato Feste de l’Unità, serate danzanti, prodotto squisite zonzelle  ed è stato costruito e tenuto in vita grazie al lavoro di volontari,  diventando parte integrante della memoria storica e affettiva di tanti cittadini casolesi.

Il giorno 6 novembre 2010, ci siamo accorti che la costruzione in legno che ospita bar e cucina, aveva subìto danneggiamenti e furti. Qualcuno  si è “divertito”ad entrare dentro, scassinando i portelloni in legno, a tagliare il tubo dell’acqua in cucina, a lasciare il rubinetto aperto con grossa perdita d’acqua, a rompere bicchieri e tazze, a gettare a terra la biancheria, a provare a danneggiare la lavastoviglie e ad appiccare il fuoco in cucina, rischiando anche di farsi molto male.

 In più, con altrettanta stupidità e disinvoltura, hanno mangiato, bevuto, fumato Marlboro light, lasciando tracce di scontrini, un biglietto del parcheggio e addirittura di una ricarica telefonica. Sembra che questo atto vandalico sia avvenuto giovedì 4 novembre. Probabilmente sono gli stessi ignoti che hanno catapultato le panchine dietro la mura, operazione che ha comportato l’impiego di 3 operai del Comune per rimetterle al proprio posto. Speriamo che gli autori di questo gesto vengano identificati con certezza e che possano pagare i danni fatti alla comunità. Magari, la prossima estate, lavorare gratuitamente al bar che si sono divertiti a danneggiare.

 

Con tanta tristezza e amarezza , ci chiediamo: come mai non c’è niente di meno noioso e più elettrizzante che rovinare, sciupare o rompere le cose di tutti? Non c’è un mezzo più nobile e meno distruttivo se si vuole lasciare un segno di sé? Non esiste un altro modo, per impiegare il proprio tempo? Probabilmente, con superficialità,  si ispirano ai supercriminali dei film e dei fumetti, quelli che si dichiarano folli e non hanno nessun rispetto per le regole e per  la società come il “Jocker”.  E chissà, se questi individui si domandano se, come in tutte le storie avventurose, anche loro hanno un passato di sofferenza e inadeguatezza, e se come  il Jocker, prima di essere personaggi accattivanti e avventurosi, non siano soltanto  persone che nella vita hanno fallito.

PD CASOLE D’ELSA

(foto del bar devastato)

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Novembre 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Categorie

Archivi

LINK

Meta