FOTOVOLTAIOCO “IL PIANO” . COSA C’E’ DIETRO L’ANGOLO?

Inserito da casoledelsa il 4 Settembre 2010

Vista la delibera di Giunta n. 150 del 10/8/2010

 

 “Approvazione progetto preliminare e schema  atto di concessione impianto fotovoltaico”

Preso atto che nella delibera tra l’altro si recita:

 (..)D E L I B E R A  Per quanto in narrativa ampiamente esposto,

1. di approvare, il Progetto Preliminare redatto ai sensi dell’art. 93 comma 3 del D.Lgs. 163/2006 e artt. da 18 a 24 del D.P.R. 554/1999, relativo alle opere di realizzazione, gestione e manutenzione di un Impianto Fotovoltaico, in loc, Il Piano, costituito dagli elaborati indicati in premessa, depositati in atti;

2. di approvare, lo schema di Concessione, il Piano Economico e Finanziario e il Cronoprogramma delle fasi attuative, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale;

3. di rendere la presente deliberazione, stante l’urgenza del presente provvedimento, con separata ed espressa votazione, immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 del D.lgs. n. 267 del 18.08.2000.

 

e del relativo allegato “cronoprogramma delle fasi attuative” (vedi foto)

Riservandoci di procedere ad ulteriori verifiche del documento fornitoci in BOZZA ’Atto di Concessione per finanza di progetto a gara unica per la realizzazione di un impianto fotovoltaico”

CHIEDIAMO AL SINDACO Sig. PII, , all’ASSESSORE URBANISTICA Sig. PIERAGNOLI, all’ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI sig. MANSUETO, al CONSIGLIERE DELEGATO ALL’AGRICOLTURA sig. BARBAGALLO, all’ASSESSORE AL BILANCIO Sig. GRASSINI

 

1)  Perché l’art. 2 – Oggetto della Concessione

- al punto 1.1.a  riporta “un impianto fotovoltaico principale nel Comune di Casole d’Elsa della potenza nominale indicativa di 998,20 Kwp

e al punto 1.1.b si riporta “un impianto fotovoltaico secondario nel Comune di casole d’Elsa della potenza nominale indicativa di 400Kwp”, quando il bando prevedeva solo il punto 1.1.a?

2)  Perche nell’art. 4 punto 3 si riporta un canone annuo di Concessione pari a E. 158.700,00, indipendentemente dall’effettiva produzione annua DEGLI IMPIANTI REALIZZATI, quando l’impianto in BANDO era solo quello citato nell’art.2 punto 1.1.a? 

3)  Si può dedurre che il canone non è più concesso per 998Kwp ma per 1398Kwp?

4)  Non essendo variate le particelle di localizzazione dell’impianto dalla relazione tecnica datata 18 Gennaio 2010 all’atto di Concessione datato 10 Agosto 2010 come è possibile inserire un impianto da 1398Kwp dove era previsto un impianto da 998Kwp?

5)  Perché nel cronoprogramma si riporta un progetto di ampliamento per 400KW?

6)  Con quali Enti si è “condiviso” questo ampliamento?

7)  Dove sono i rendering dell’ampliamento e il rendering totale ?

8)   Quali i costi? A carico di chi?

9)  Dove la collocazione?

10)                    Perché il progetto è stato diviso in due parti?

11)                    In quale seduta consiliare è stato portato alla discussione questo ampliamento?

12)                    Perché non è stato consegnato il documento ufficiale al gruppo Centrosinistra per Casole?

13)                    Perché non si rendono  pubbliche le offerte in gara e relativo verbale della commissione?

14)                    Cosa si intende quando si dice nel cronoprogramma:             “ L’impianto oggetto d’ampliamento dovrà intendersi, sebbene adiacente a quello principale, quale impianto distinto e separato caratterizzato da un percorso progettuale ed autorizzativi indipendente”?

15)                    Si può ipotizzare non oltrepassando l’impianto  il valore di 1Mw la possibilità di non eseguire  una serie di  precisi adempimenti previsti dalla legge?

16)                     La suddivisione in due impianti può prefigurare un aggiramento delle norme in materia di “Conto energia”?

17)                    Ma se non c’è autorizzazione perché viene messo in un documento ufficiale di “concessione” ?

18)                    E’ valido il BANDO? E’ valida la CONCESSIONE?

19)                    Il GARANTE del procedimento è stato consultato? Ha deliberato? Ha dato pubblica conoscenza delle modifiche sostanziali all’accordo? Sono ipotizzabili carenze procedurali? (questa domanda verrà comunque espressamente rivolta anche al GARANTE)

20)                    Il Responsabile LL.PP. del Comune che ha firmato sia il BANDO che la CONCESSIONE ha espletato tutte le formalità e le procedure in materia di BANDI e modifiche degli stessi?  E’ a conoscenza delle modifiche tra i due atti che possono prefigurare un eventuale annullamento dell’atto sia di Concessione che del BANDO?

21)                    Cos’ è la società “Casole energia SPA”? Il Comune ha partecipazioni? Quale il capitale sociale? Quali i fini o gli scopi? Perché non si è dato conto in Consiglio Comunale?

Chiedere questo è per Il Sindaco la sua Giunta, i consiglieri di maggioranza,il Presidente di Pensare Comune e il sig. Barbagallo Paolo

perversa logica di divisione e di contrapposizione?.

 

 

 

Categoria: Consiglio Comunale, Dibattito | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Settembre 2010
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Categorie

Archivi

LINK

Meta