SCUOLE MATERNE SALVATE DALLA REGIONE

Inserito da casoledelsa il 1 Settembre 2010

 Sono 93 le classi attivate grazie ai fondi regionali

01-09-2010 SCUOLA MATERNA TOSCANA | Oggi, nella sede della presidenza della Regione in Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, la vice presidente della giunta Stella Targetti ha convocato i 54 amministratori e gli 80 presidi o legali rappresentanti dei Comuni ed istituti che grazie alla Regione potranno nell’anno scolastico oramai alle porte contare su 93 sezioni di scuola materna che altrimenti, confidando sulle sole risorse del ministero dell’istruzione, non si sarebbero potute attivare.

Nell’occasione Regione da una parte e singoli Comuni e istituti dall’altra firmeranno l’accordo per l’istituzione delle nuove sezioni di scuola dell’infanzia. Sarà anche consegnata una targa da apporre all’ingresso di ogni scuola.

Le 93 sezioni di scuola materna sono presenti in tutte e dieci le province toscane, con circa 2300 bambini interessati e che altrimenti rischiavano di rimanere o piedi o di doversi iscrivere a scuole private, pagando le relative rette. Per garantire l’apertura delle classi, la Regione ha stanziato 5 milioni e 300mila euro, che serviranno per gli stipendi dei docenti. Delle 93 sezioni attivate 80 interessano scuole statali e 13 scuole comunali: 40 sono al secondo anno (la Regione era infatti già intervenuta), per le altre si tratta della prima attivazione.

Categoria: Informazioni

 

1 Commento per “SCUOLE MATERNE SALVATE DALLA REGIONE”

  1. Barbara dice:

    Anche Casole non è immune alle difficoltà che sta affrontando la scuola in questi anni.
    Ho avuto notizia in questi giorni che la scuola elementare, a differenza di quanto affermato piu volte dall’Amministrazione comunale, non sarà trasferita nel nuovo plesso ma complessivamente situata nella vecchia scuola (fin ora le 4° e le 5° si trovavano nella scuola media poichè non c’erano spazi sufficienti per tutte le classi), mi chiedo come sarà possibile svolgere le lezioni (vedi laboratori e palestra)ma anche i momenti di ricreazione (vedi refettorio) in spazi così ridotti per un numero di studenti superiore agli anni passati. Spero che sia solo per un periodo limitato che dovremo affrontare questi disagi,ma l’anno non inizia con i migliori auspici.
    Anche il numero degli insegnanti è diminuito a causa della riforma Gelmini, sappiamo che il numero di ore in contemporaneità va via via esaurendosi a discapito di tutti coloro che non riescono a stare al passo con i programmi ministeriali, ma anche semplicemente per approfondire alcuni argomenti o per fare delle uscite. Il rischio è che per gli anni futuri non si possano fare i rientri pomeridiani.
    La conclusione è che tali problemi ricadono sulla qualità della vita dei nostri bambini e ragazzi.
    Meno male che sono il futuro!!!!

    Barbara Pini

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Settembre 2010
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Categorie

Archivi

LINK

Meta