Fotovoltaico… cosa ne pensa il Consigliere Alfio Barbagallo?

Inserito da casoledelsa il 24 Luglio 2010

Il Sindaco Pii, persona attenta e sensibile anche in occasione di una sua pastorale ai casolesi, su Lucciana, ha voluto dare un saggio della sua arte  concludendo la lettera “ (…)voglio in questa occasione ringraziare tutti coloro che con il loro impegno hanno consentito il raggiungimento di questo obbiettivo e la presenza, anche in questa occasione, di tanta gente positiva è la migliore risposta a coloro che con pervicacia continuano nella loro perversa logica di divisione e di contrapposizione.

Facciamo un esempio di logica divisoria e contrapposizione, che noi invece riteniamo essere “sentinelle della trasparenza, rigore, onestà, legalità, moralità, coerenza, nostri valori di riferimento per una gestione amministrativa al servizio di tutti i cittadini”.    

Riflessioni sul:.  Piano Integrato Fotovoltaico.

Si legge nei risvolti dell’inchiesta P3  che Carboni e Soci avevano a disposizione, in Sardegna, terreni che aspettavano solo il via libera della Regione Sardegna. Mancava solo una cosa: IL REGOLAMENTO e la conseguente delibera della Regione Sardegna ( Pii, perché non parla ai casolesi dell’ Associazione LA SPONDA? ).

 

Visto che il Sindaco PII, non ci degna di una risposta ai nostri quesiti, le giriamo al Consigliere con delega all’Agricoltura Alfio Barbagallo.

Barbagallo, noto agricoltore casolese, proprietario di svariati ettari di terreno agricolo e non, di un pregevole patrimonio zootecnico, che nel suo passato ha ricoperto ruoli direttivi in seno alla Coldiretti Valdelsana, possiamo a ragione dire, essere una persona esperta e competente, quindi chi meglio di lui può “chiarirci” sull’argomento.

Ø      Perché il regolamento è retroattivo?

Ø      Il Sindaco Pii, ha dichiarato essere arrivate oltre venti richieste di installazioni di impianti, chi ha fatto tali richieste in quali luoghi e per quale potenza? Sono proprietari da quanti anni?

Ø      Quale il beneficio per i cittadini? E per il territorio? E per il turismo?

Ø      Di questo regolamento ne è stata data comunicazione per un parere di parte alle associazioni ambientalistiche e agricole?

Ø      Si è chiesto il parere alla Provincia e alla Regione?

Ø      E’ stata fatta una valutazione di impatto ambientale a livello annuo e quadriennale (termine del mandato amministrativo)?.

Detto questo, ci chiediamo perché su un argomento così rilevante per il nostro territorio, il Sindaco della “trasparenza” Pii, non ha ritenuto necessario portare a conoscenza dei cittadini delle sue intenzioni, per un parere che dire necessario e fondamentale è perfino riduttivo?

 

Tutto questo con la “Consulta per l’Ambiente” ha attinenza?

 

Aspettiamo fiduciosi le risposte.

Bruno Melani

Categoria: Dibattito

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Luglio 2010
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta