Casole. Per la sua serenità. Testimonianza.

Inserito da casoledelsa il 28 Febbraio 2010

Riceviamo dalla D.sa Tamara una testimonianza per un paese (Casole) che ritrovi quella serenità che tutti auspicano.  

 

 

Ieri sera (sabato) sono venuta a sapere che ai margini dell’assemblea pubblica del 25
Febbraio a Pievescola, quando erano rimaste poche persone, il sindaco Piero
Pii, parlando di etica, ha fatto delle insinuazioni pesanti nei confronti di un
medico che scrive sul blog di Casole Nostra.

Io conosco molto bene quel medico: l’ho conosciuto in un giorno di festa, il primo Novembre di tanti anni fa, quando mi ha telefonato per darmi notizie cliniche di un mio paziente che era ricoverato nel suo reparto. Piacevolmente sorpresa da tale premura, cosa che a noi medici di campagna non capita spesso, l’ho voluto incontrare alla prima occasione utile e da allora ho avuto la possibilità di apprezzare non solo la
sua alta professionalità, ma soprattutto la sua onestà intellettuale e la sua
grande umanità.

 Molto spesso durante i suoi giorni di vacanza si è occupato della salute dei cittadini del nostro comune, recandosi a trovarli nei vari ospedali di zona o visitandoli a casa senza chiedere mai neanche un centesimo di euro in cambio; di questo sono stata più volte testimone oculare.
Mi diventa difficile quindi credere che il suo comportamento sia stato diverso
in altre occasioni, ma meglio di me potrebbero dirlo le persone che nella
sfortuna delle loro patologie, si sono avvalse della sua consulenza.

 E allora mi domando: perché gettare discredito su un uomo onesto?
Capisco che in un mondo in cui il “dio denaro” fa da padrone, è difficile
pensare che esistano persone che fanno qualcosa di buono per il piacere e
l’orgoglio di farlo, senza pensare minimamente di trarne vantaggi economici, ma vi assicuro che ESISTONO ed è da QUI che bisogna ripartire.
Tamara Lapucci (iscritta PD Casole)

Categoria: News | 2 Commenti »

 

Lettera segretari PD della Valdelsa

Inserito da casoledelsa il 28 Febbraio 2010

Caro/a cittadino

         il 28 e il 29 marzo saremo chiamati a scegliere il Presidente della Regione e i Consiglieri Regionali. Un appuntamento importantissimo che riguarda il nostro futuro. 

 

         Il 3 marzo il Candidato Presidente della Regione Enrico Rossi sarà in val d’Elsa, a Poggibonsi, per discutere con noi sul futuro della nostra zona e sulle prospettive dello sviluppo economico e del lavoro. Sono questi temi importantissimi per i nostri territori, che hanno conosciuto negli ultimi mesi la durezza di una crisi che non fa sconti. Una crisi che sta aggredendo fortemente il nostro tessuto produttivo, dalle grandi aziende a quelle piccole e medie, e quindi la continuità reddituale di tante famiglie. 

 

         E’ questo, quindi, un appuntamento importante per costruire insieme un’alternativa possibile. Un’alternativa che non consista solo nel dare risposte all’emergenza del presente, ma che sia in grado di costruire un futuro possibile per la val d’Elsa e per la Provincia di Siena. Le linee sono indicate nel documento del Forum provinciale su questi temi che puoi trovare sul sito del Pd di Siena e i contributi dell’iniziativa del tre marzo saranno importantissimi. 

 

         Ti scriviamo come Segretari Comunali del Partito Democratico della val d’Elsa perché riteniamo necessario fare sistema e squadra insieme in un periodo così. E’ importante ragionare in ottica di area quando si affrontano questioni dirimenti e delicate come il lavoro e lo sviluppo economico. Contiamo in una grande risposta di partecipazione il tre marzo per testimoniare l’interesse e la voglia di reagire dei nostri territori.

         Mobilitarsi per il Partito Democratico in questa fase significa dare forza ad Enrico Rossi Presidente e dare un contributo determinante nella costruzione dell’Alternativa economica, sociale e culturale ad un centrodestra sempre più preoccupato dei problemi del Presidente del Consiglio e della Lega Nord e sempre meno occupato ad affrontare di petto i problemi reali delle persone, e in particolare la crisi economica.

 

         Ti aspettiamo dunque il tre marzo al Cinema Garibaldi e ti invitiamo ad attivarti in queste prossime settimane per la campagna elettorale del Partito Democratico,

 

                                                           un carissimo saluto,

                                                          

                                                            Bruno Melani, Segretario Pd Casole d’Elsa

                                                           Carlo Mezzedimi, Segretario Pd Poggibonsi

                                                           Fabio Panci, Segretario Pd Colle di val d’Elsa

                                                           Raffaella Senesi, Segretario Pd Monteriggioni

                                                           Andrea Marrucci, Segretario Pd San Gimignano

                                                           Stefano Masi, Segretario Pd Radicondoli

                                                          

Categoria: Regionali 2010 | Nessun Commento »

 

La Valdelsa incontra Enrico Rossi

Inserito da casoledelsa il 28 Febbraio 2010

Mercoledì  3 MARZO ORE 17.30

POGGIBONSI – Cinema Garibaldi

 

LA TOSCANA AVANTI TUTTA

 

La Valdelsa e la Provincia di Siena, per il lavoro, l’economia e lo sviluppo.

 

incontro con:

Enrico ROSSI

Candidato presidente della Regione

 

partecipano:

Elisa Meloni, Carlo Mezzedimi, Lucia Coccheri

Categoria: Regionali 2010 | Nessun Commento »

 

Pii e il suo impegno elettorale

Inserito da casoledelsa il 28 Febbraio 2010

L’altra sera a Pievescola, Pii ha dato un’altra dimostrazione di quanto la sua arte oratoria sia scaduta, denotando mancanza di argomenti e contenuti.

Pii un “personaggio” che ha rinnegato il suo passato politico, e cerca di dare lezioni attraverso analisi politiche che lo vedono in difficoltà.

 

“Personaggio”   che  oggi mendica visibilità ai tavoli istituzionali.

Enrico Rossi a Casole! Questo è l’ultimo annuncio.

Lui Pii, porterà i candidati Presidenti alle Regionali per far decidere ai casolesi il loro voto, contraddendo quello che ha detto ieri ( siamo una forza apartitica ) con le parole di  oggi ( porterò politici per decidere il voto).

Ricorderemo sempre, che il PD, che lui continua a definire un partito vuoto, solo e senza contenuti, è composto da uomini di “valori veri” differentemente da lui.

Lo invitiamo a leggere la carta  Costituente del Partito Democratico, lo invitiamo a leggere il programma di Enrico Rossi, perché,  non troverà frasi come “trasformismo politico”, “negazione dei valori berlingueriani” “azioni di opportunismo politico”.

Queste assemblee servono a Pii, per denigrare persone assenti, rinnegare ciò che ha detto sulla precedente Giunta  (ci sono le registrazioni), che non ha, in nessuna assemblea,  affrontato i temi della “legalità” della “trasparenza” del “disastro edilizio”.

Noi, non ci fermeremo d’avanti rilievi mancanti di verità, ma continueremo, sulla strada della chiarezza, del controllo amministrativo, e del lavoro a favore della comunità.

 

Categoria: Segreteria | Nessun Commento »

 

Lettera agli abitanti della zona “Corsina”

Inserito da casoledelsa il 28 Febbraio 2010

Lettera con la quale inoltriamo  la nostra interrogazione al CC del 19 feb. agli abitanti della zona “Corsina” e che verrà recapitata in questi giorni

Gent.me Famiglie                                                                                                                         Zona Corsina  -  Casole d’Elsa

Gentile Famiglia;

Vi trasmetto ” Interrogazione”  fatta dal nostro gruppo Consiliare “Centrosinistra per Casole” al Sindaco nel Consiglio Comunale del 19 Febbraio 2010, riguardante la Lottizzazione della Corsina,

 

Ritengo che il tempo della propaganda politica e delle promesse elettorali sia finito. Ora i cittadini si aspettano risposte chiare accompagnate da fatti concreti.

 

Il PD a Casole ha intrapreso  la strada del rigore, della legalità, della trasparenza, che ci vede impegnati a fianco dei cittadini per superare le loro difficoltà.

 

L’ agibilità, l’abitabilità, la sicurezza stradale, il termine delle opere primarie e secondarie, il rispetto della Convenzione oramai scaduta, sono problematiche che aspettano una risposta chiara “senza se ne ma”.

 

Il Sindaco  ha presentato una “Variante” che prevede una nuova lottizzazione alla Corsina per oltre 20 appartamenti. Mentre da una parte dice di non voler fare nuove insediamenti, dall’altra propone, giustificandolo come zona di completamento,  una nuova lottizzazione “Corsina tre”!.

A questa “Variante” noi abbiamo detto “NO”.

Riteniamo che la Corsina sia una zona  satura in fatto di nuova edificazione.

La “Corsina uno” e la “Corsina due” devono vedere la fine delle opere di urbanizzazione e dare alle famiglie che vi abitano, la sicurezza e la certezza dei loro diritti.

Sono a disposizione, presso la Sede Pd di Via Casolani 51 (aperta tutte le domeniche mattina), i documenti riguardanti le Convenzioni della zona “La Corsina”.

 

Sperando di aver fatto un atto utile per risolvere o chiarire le problematiche della zona, invio cordiali saluti

 

Casole d’Elsa, 23 Febbraio 2010   Segretario PD Casole -  Bruno Melani

Categoria: Consiglio Comunale | Nessun Commento »

 

Enrico Rossi sul “Lavoro”

Inserito da casoledelsa il 25 Febbraio 2010

Lettera aperta  candidato del Centrosinistra  Enrico Rossi sul “LAVORO”

Io vado in banca / stipendio fisso / così mi piazzo / e non se ne parla più / L’utilitaria / la compro a rate / e per l’estate / mi faccio il vestito blu ” I Gufi (1966)

 Cari amici,

la crisi economica che stiamo attraversando ha tutti i difetti del mondo ma anche una cosa buona: permette di apprezzare senza mezze misure il valore del lavoro. Lavoro che è opera prestata per campare ma anche e soprattutto speranza di farlo bene e ogni giorno meglio: di lasciare traccia negli altri grazie alle cose che si fanno. Questo è il lavoro.

La crisi che stiamo attraversando mostra l’assurdità di scorciatoie per la ricchezza individuale e la cretineria dei comportamenti che per far crescere i consumi si mangiano con ingordigia lo spazio che ci circonda e il tempo che ci attende. La crisi ci urla che dobbiamo tornare ad occuparci di noi. Sul serio.

Noi. Che siamo giovani o anziani. Noi che vorremmo mettere su famiglia e noi che ormai ne abbiamo fatta di strada. Noi ragazze che diventiamo donne e vogliamo l’amore e con lui i figli e noi che vogliamo qualcosa in più perché sappiamo bene la differenza tra la retorica delle pari dignità e la concretezza delle pari opportunità. Noi che sappiamo che è bello essere toscani e che vogliamo dedicare la nostra fortuna a dare a chi viene dopo una Toscana ancora più bella.

E lo sappiamo: dalla crisi si esce solo con la schiena dritta. E’ un brutto spettacolo quello offerto dal Ministro Scajola che convoca a Roma un tavolo per discutere della crisi della Lucchini e poi non partecipa. Si scopre così che lo aveva fatto solo per fare sponda alla candidata per il centrodestra alla Presidenza della Regione Toscana. Ecco allora cosa penso. Chi governa in Italia non ha niente da dire, aspetta gli eventi, parla a vanvera. Io sento l’urgenza di iniziare con voi una sfida che coinvolga tutti: il secondo polo siderurgico d’Italia non può essere trattato come una carta qualsiasi di un mazzo usato.

Non è più il tempo dei distinguo. Servono ora politiche e investimenti che producano il cambiamento e creino lavoro vero. Nell’espressione “La Toscana che voglio” (che è anche un pezzo della campagna che stiamo facendo) c’è oggi una freschezza che va colta. C’è la voglia di farsi carico dei propri desideri. Una voglia che non dobbiamo farla cadere nel vuoto. Una grande occasione che non verrà persa.

Grazie, Enrico Rossi
 

 

Categoria: Regionali 2010 | Nessun Commento »

 

NEWLETTER di Susanna Cenni

Inserito da casoledelsa il 25 Febbraio 2010

Giovedì, 25 Febbraio 2010

Se cade il velo

In questi 20 mesi di vita parlamentare sono state tante le occasioni, nelle quali mi sono sentita a disagio, provando anche un senso di inutilità nello svolgimento del mio ruolo. Certo non hanno aiutato le tante, ripetute fiducie chieste dal governo; i commenti del Premier sul Parlamento; una larga parte di opinione pubblica, convinta di aver a che fare con un’indistinta “casta” (destra e sinistra) che non fa gli interessi del Paese, e aggiungo una fase del PD molto ripiegata al suo interno, che mi auguro sia in risalita. Una delle cose che più mi ha fatto provare questo disagio è stata la distanza tra le discussioni, le battaglie parlamentari ed il Paese, la comunicazione, l’attenzione dei media, la stessa disattenzione del Pd ad ogni livello. Noi mandavamo sotto il governo e nemmeno trovavamo un trafiletto, il governo vinceva per pochi voti e si apriva un dibattito sugli assenti dell’opposizione…

Noi discutevamo i provvedimenti, scoperti dal punto di vista finanziario, del Governo sull’economia e i media si occupavano delle frequentazioni sessuali di quello o di quell’altro personaggio pubblico. Noi respingevamo al mittente il provvedimento sull’agroalimentare e sulle cronache compariva solo la rissa tra Idv e Lega.

Da qualche settimana, per la prima volta, la nostra battaglia è in sincronia con i media e con il dibattito nel Paese. Il provvedimento sulla protezione civile e sulla gestione dei rifiuti in Campania e quelli sull’impunità di Premier e ministri, grazie alle indagini aperte dalla magistratura fiorentina sullo scandalo degli appalti su terremoto e Sardegna, ci hanno riconsegnato un “filo” pieno di senso in mano che forse, dopo tanto tempo può diventare una robusta fune che ci lega agli italiani. Un “filo” che può aiutarci a far comprendere al Paese quanto in questi mesi il Governo abbia proiettato un film e comunicato solo favole.

Oggi il sipario, tirato giù dall’esecutivo, si sta finalmente strappando e la realtà si sta mostrando: a l’Aquila si scopre l’affare che ha consentito, con o senza il benestare di Bertolaso, di lucrare sulla tragedia dei terremotati e si rende evidente che le casette di legno non hanno risolto i problemi della popolazione. I grandi appalti e i legami tra politici ed imprenditori oggi ci raccontano di un sistema forte che evidentemente si sentiva intoccabile.

Il punto è che dell’efficienza (i rifiuti spazzati a Napoli, le macerie), della brillantezza con la quale si punivano i furbetti (pensate al ministro Brunetta, ai tornelli, alle “disgraziate” dipendenti pubbliche che in orario di lavoro facevano la spesa), il Governo ha fatto il suo vanto. Ma quell’efficienza e quell’efficacia si sono fermati alle apparenze, nascondendo qualcosa di molto più grave: un sistema pesantemente corrotto e particolarmente cinico. Un sistema che ha lucrato sulle disgrazie e sulle morti, sulla distruzione. Un sistema che non può essere raccontato solo attraverso le furbizie di singoli che il Premier ha avuto il coraggio di definire ”birbantelli”. Un sistema sfacciato, radicato, fatto di soldi, tanti soldi, di Bmw, di Rolex, di consulenze inutili o quasi e perché no…di corpi femminili di cui godere fra tra un affare e l’altro.

Tutto questo mentre finiscono le risorse per gli ammortizzatori sociali, che non si sono mai voluti riformare; mentre aziende come Termini Imerese chiudono o tante piccole e medie imprese sono in procinto di farlo. I lavoratori esasperati, sperando di non esser dimenticati, passano dalle proteste sui tetti agli appelli a Fiorello per approdare al palcoscenico di Sanremo.

Se il velo cade allora tutto sarà più chiaro e la verità si mostrerà nella sua gravità. Purtroppo la verità sarà dura e non farà che aumentare la sfiducia nello Stato, nella cosa pubblica.La scorsa settimana quando abbiamo sconfitto per tre volte la maggioranza; ottenuto il ritiro della spa protezione civile quello dello scudo giudiziario, ho sentito finalmente che eravamo tornati in sintonia con il Paese; che la nostra battaglia e i suoi risultati sarebbero stati raccontati e capiti dal Paese, che eravamo lì per loro e per noi tutti. Ho capito che la nostra battaglia è quella dell’Italia con la faccia pulita.

Adesso non ci possiamo fermare, quel velo va strappato, non regge più la storia dei giornali, dei magistrati, dei “comunisti”. E’ ora che la verità della speculazione sugli appalti venga fuori, ma noi dovremo anche essere in grado di meritare una nuova fiducia dal Paese che ha bisogno di trovare una classe politica e dirigente meritevole di investimento, una classe politica ed un’azione politica capace di fare gli interessi degli uomini e delle donne di questa Italia così violentata e maltrattata. Per noi questo è il momento della battaglia e della massima vicinanza a chi teme di non poter credere più in niente. E’ il momento di esserci senza nessun alibi e con le risposte pronte.

Susanna

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Regionali 2010 - A. Manciulli e M. Spinelli a Casole

Inserito da casoledelsa il 23 Febbraio 2010

 

Pd Casole d’Elsa

 VENERDI’ 26 FEBBRAIO  

ore 18.30 Centro Congressi - Casole

Incontro con

Andrea Manciulli

Segretario Regionale Partito Democratico

 

Marco   Spinelli

Candidato a Consigliere Regionale

 

 “La Valdelsa e il  PD alle Regionali 2010”

ore 20.30 Centro Polivalente – Pievescola -CENA

Nel corso della serata il Sindaco

 Bruno Valentini di Monteriggioni

Presenterà “Le grotte della Montagnola Senese”

 

Ø     MENU’      Antipasto misto toscano

§        Caserecci speck e zafferano  - Penne sugo finto

§        Bocconcini di vitello con patate saporite

§        Dolci casalinghi

·        Euro  15,00

Prenotazioni: Enrico Rumachella  335.6062100 -  Bruno Melani  333.1677884

Tutta la cittadinanza  è  invitata

Categoria: Regionali 2010 | Nessun Commento »

 

Convocazione Assemblea

Inserito da casoledelsa il 21 Febbraio 2010

E’ convocata l’ Assemblea Comunale con invitati permanenti e membri coalizione per Lunedì 22 Febbraio  ore 21.15 a Casole

ODG: Importanti comunicazioni del Segretario; Organizzazione evento di Venerdì 26 Febbraio con Manciulli e Cena a Pievescola

  Il Segretario Unione Comunale -  Bruno Melani

Categoria: Segreteria | Nessun Commento »

 

Dal CC del 19 Feb. Interrogazione “La Corsina due”

Inserito da casoledelsa il 21 Febbraio 2010

       PREMESSO

 

Ø      che nella seduta del consiglio comunale dello scorso 24/10 furono prorogati i termini della convenzione della Corsina e che contestualmente fu annunciato l’imminente inizio dei lavori di completamento delle opere di urbanizzazione,

Ø      che lo scorso 30/11 segnalai al consiglio comunale il pericolo dato dall’eliminazione dello spartitraffico di Via della Corsina,

CONSIDERATO 

che a mesi di distanza permangono le stesse problematiche,

CHIEDONO

quale sia l’intendimento dell’amministrazione nella risoluzione delle stesse.

 

      Claudio Fontanelli

Centrosinistra per Casole d’Elsa

Categoria: Consiglio Comunale, GRUPPO CONSILIARE CENTROSINISTRA | Nessun Commento »

 

« Older Entries

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Febbraio 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Categorie

Archivi

LINK

Meta