Una scelta a dir poco incomprensibile

Inserito da casoledelsa il 28 Gennaio 2010

Una scelta a dir poco incomprensibile

 

 

Ho partecipato con attenzione e stupore e soprattutto smarrimento all’ultimo consiglio comunale di venerdì 21 gennaio. La cosa però, che mi ha lasciato più perplessa è stata la risposta del Sindaco all’interrogazione proposta dal “centrosinistra per casole” relativa alla richiesta di costituzione di parte civile. Proprio nell’ultima settimana mi è capitato di conoscere e partecipare direttamente ai casi del Comune di Campagnatico e Civitella Marittima,investite entrambe da vicende giudiziarie analoghe a quelle del nostro Comune, in entrambi i casi però, l’Amministrazione ha deciso di costituirsi parte civile; tenete conto che nel caso di Civitella lo ha fatto addirittura in un procedimento penale in corso contro i suoi stessi consiglieri di maggioranza, un conflitto di interessi si, ma che, come ha spiegato il legale dell’ente in aula “era un atto dovuto sia per il senso di dovere e di responsabilità verso i cittadini che per il valore delle istituzioni”,ed era proprio questo,che io mi aspettavo anche da questo Comune.

Costituirsi parte civile non è certo un atto di accusa e il non costituirsi non serve a proteggere nessuno, la costituzione di parte civile è semplicemente un “rimedio” processuale, nel caso ci siano delle condanne (e quindi la certezza che qualcuno ha sbagliato) per vedersi riconosciuti e tutelati interessi giuridicamente rilevanti eventualmente danneggiati.

Quello però, che mi ha smarrito ancora di più sono state le motivazioni poste alla base di questa decisione….dopo una premessa volta a puntualizzare,in modo molto marcato, che tutti gli atti che hanno portato alla demolizione delle palazzine di San Severo sono “espressione del Partito Democratico” (come a ribadire “io non c’entro niente), la conclusione è stata “Tutto ciò rafforza la nostra convinzione che non esistono…motivazioni di buon senso per la costituzione di parte civile del Comune di Casole D’Elsa che andrebbero a contrastare con quanto deliberato dalla precedente Amministrazione espressione del Partito Democratico”…tutto regolare (o quasi) se non fosse che quegli atti e quegli ex amministratori (che lui quindi non vuole contrastare), sono espressione dello stesso partito dal quale, per tutto il corso del consiglio comunale, ha preso le distanze in modo netto e che in più occasioni ha addirittura cercato di deridere e criticare con battutine sarcastiche, (che per alcuni dei suoi consiglieri di maggioranza sono apparse addirittura divertenti), ecco  perché, a mio avviso,questa, appare una decisione, oltre che criticabile, a dir poco incomprensibile.

 

 PD PIEVESCOLA

Claudia Rumachella

Categoria: Informazioni

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Gennaio 2010
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Categorie

Archivi

LINK

Meta