Programmi Patinati e Cruda Realtà

Inserito da casoledelsa il 24 Settembre 2009

 

Riceviamo e pubblichiamo da Dario Conte iscritto PD

Prima delle Elezioni Comunali del Giugno ultimo scorso avevo letto con grande attenzione le 40 (quaranta) pagine del Programma di Governo della coalizione di Centro (poco) - Destra (tanta) guidata dal Dott. Piero Pii, divenuto poi Sindaco di Casole.


Definire faraonico quel Programma mi era sembrato perfino riduttivo e, con persone esperte, si era stimato un costo di realizzazione fra i 12 e 20 milioni di Euro in 5 anni (tra i 24 e 40 miliardi di vecchie Lire, tanto per capirci).
Il Programma stesso si dilungava sulle eccellenze dell´Amministrazione, del territorio, dei servizi, del lavoro. Venivano poi dedicate ben 8 pagine al piano delle opere pubbliche ed infine venivano garantite 101 azioni da realizzare nel periodo 08 Giugno 2009 - 31 Dicembre 2010, cioè in 19 mesi. Ero rimasto francamente sbalordito da questo Programma e ritenevo velleitarie le proposte. Sono passati 4 mesi, quindi il 20% del tempo a disposizione per l´ambizioso programma di azioni garantite, e mi permetterei di chiedere quanti e quali punti possiamo già considerare splendidamente ed efficacemente risolti.

Peccato che, nel frattempo, 33 mesi di vigilanza (Gennaio 2007 - Settembre 2009) abbiano confermato una serie talmente grave di irregolarità ed abusi da condurre, come emerge dal Corriere di Siena del 21/09/2009, alle indagini per il reato di abuso edilizio ben 20 persone, di fatto facendo intravvedere un´ulteriore grave paralisi delle attività comunali di Casole, diretta conseguenza di una pessima conduzione del bene comune. A questo punto le mie non sono più domande al Dott. Pii, che peraltro non mi ha ritenuto evidentemente degno di una risposta riguardante i quesiti a lui indirizzati in questi lunghi mesi, ma osservazioni con punti di domanda:
Quanto è costato alla Comunità Casolese, in termini proprio economici, il penoso tentativo di minimizzare le irregolarità, le illegalità e gli abusi di San Severo, di Pietralata, della Selva, delle Vigne. Ancora più chiaramente: quanti soldi sono stati sottratti allo sviluppo di Casole per pagare perizie, controperizie, conferenze stampa (dove tutto veniva dato per risolto, alla faccia di quattro cialtroni ambientalisti).
A quanto ammontano le parcelle degli Avvocati che si sono succeduti nel penoso tentativo di prospettare soluzioni a situazioni NON sanabili? Visto che la “trasparenza” (quale?) appare come primo obiettivo, come emerge al punto 2 a pagina 7 del patinato Programma di Governo del Dott. Pii, credo sia pieno diritto conoscere l´ammontare delle cifre di cui sopra, erogate in un decennio di malgoverno Pii.

Da chi verrà pagata la demolizione di parte (o tutto?) San Severo? Non si è lontani dal vero nel prospettare una cifra colossale, stimabile in 500-700 mila Euro.
Che cosa si intende fare per la burrasca in arrivo per Pietralata, Le Vigne, La Selva?
E quale stuolo di Avvocati verrà reclutato, e a che costi, per cercare di dimostrare che spianare un ettaro di bosco e devastare un territorio moltiplicando cubature inesistenti è “assolutamente” regolare?

Quante anomalie tipo Cavallano bisognerà ancora vedere prima di poter affermare che davvero a Casole gli Amministratori hanno capito che l´interesse pubblico viene prima di squallide operazioni, inesorabilmente destinate ad essere smascherate e sanzionate di conseguenza? Mi spiego meglio: l´Avvocato Tagliaferri (NON quattro cialtroni ambientalisti), richiesto di un parere dal Comune di Casole stesso, ha affermato, come emerge dalla registrazione del Consiglio Comunale del 28/07/2009, che l´insediamento di Cavallano era irregolare e con acclarate illegalità. Quindi lo è ancora e non serve a nulla far finta che tutto possa diventare miracolosamente sanabile essendoci in quella struttura un Ambulatorio medico, il che la renderebbe regolare in quanto utile alla popolazione.

E allora, per finire, altro che “farò ripartire le opere pubbliche” e ancora “San Severo e Le Vigne? Saranno una nostra priorità” (come si può leggere nella sventuratamente profetica intervista del Dott. Pii, appena rieletto Sindaco, sul Corriere di Siena del 10/06/2009)

Umiltà, trasparenza e dura fatica per ripartire su basi nuove, eticamente corrette e condivise da persone perbene.
Credo non vi sia altro da dire.

Dario ConteMilano, 24/09/2009

Categoria: Dibattito

 

Rispondi

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Settembre 2009
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Categorie

Archivi

LINK

Meta