A proposito di scuola…..

Inserito da casoledelsa il 31 Luglio 2009

Allarme per la scuola senese. La Cgil dà i numeri della ‘’situazione drammatica” in cui versa l’istruzione del territorio

30-07-2009 SCUOLA SIENA | La FLC CGIL di Siena denuncia “la situazione drammatica in cui i tagli delineati dalla legge 133 stanno gettando le scuole, tagli di risorse e di personale che compromettono la qualità della scuola pubblica e il relativo diritto all’istruzione”. Il sindacato richiama l’attenzione sui tagli sul personale docenti e ata che, visto il sensibile aumento degli alunni per classe, “compromette la qualità dell’offerta formativa garantita fino a ieri” e tutto ciò “senza una logica di merito”.

In una nota la Cgil richiama molti esempi nel territorio: “Accade a Montepulciano dove l’esperienza dell’indirizzo artistico/artigianale, che ha coinvolto l’intero territorio comunale e le sue associazioni artigiane, viene cassata senza discussione a partire dalla classe prima del prossimo anno; accade a Chiusi dove il taglio dei collaboratori scolastici mette in forse l’indirizzo musicale poiché il personale assegnato non è in grado di garantirne l’orario di funzionamento”.

Le quanto riguarda il personale ata: “Con questa riduzione le scuole nei casi migliori non riescono più a garantire la sorveglianza e in quelli peggiori a garantire la stessa apertura dei plessi come potrebbe accadere agli Istituti di Montalcino, Asciano, Sovicille solo per citarne alcuni. Sembra che attraverso la riduzione del personale il Ministro stia tentando di attuare quel piano di dimensionamento che non è riuscito a fare per le sentenze del TAR che lo riassegnano agli Enti Locali”.

Viene affrontato anche il tema della disabilità, sottolineando come l’attenzione a questo particolare aspetto della vita scolare era un’eccellenza il nostro paese, che viene messa in pericolo: ” di fronte ad un aumento di 12 bambini/ragazzi c’è una sottrazione di 13 insegnanti di sostegno e della relativa diminuzione del rapporto 1:2 per il quale già ci furono difficoltà nell’anno scolastico 2008/09 poiché non in tutti i casi è sufficiente per la complessità o meno della disabilità”.

C’è il problema della sicurezza nelle scuole, con la diminuzione della sorveglianza, l’aumento degli alunni in relazione a spazi non idonei se non completamente inadeguati. Ed infine “il sempre più grave dramma dei precari che dopo anni di lavoro nella scuola si trovano in una posizione di assoluta insicurezza sociale, senza ammortizzatori sociali e dentro la quale anche la trasparenza delle situazioni non è cosa certa”.

Dati relativi agli organici dei diversi ordini di scuola della Provincia di Siena

Scuola dell’Infanzia
aumento di 250 alunni
taglio di 15 posti
conseguenze: liste d’attesa e non soddisfazione delle richieste.

Scuola Primaria
a.s. 2008/09 alunni 43430 docenti 960
a.s. 2009/10 alunni 45279 docenti 933
perdita di 33 cattedre

Scuola Secondaria di primo grado
aumento di circa 150 alunni
diminuzione di circa 15 classi per effetto di un applicazione restrittiva dei parametri riguardanti il numero degli alunni per classe, anche in presenza di alunni diversamente abili, senza tener conto della peculiarità del territorio (Montalcino, Radicondoli; Radicofani…..)
Diminuzione di 10 docenti di lettere e 17 insegnanti di ed tecnica

Personale Ata
Assistenti Amministrativi : a.s. 2008/09 229; a.s. 2009/10 218
Assistenti Tecnici: a.s. 2008/09 74; a.s. 2009/10 69
Collaboratori scolastici: a.s. 2008/09 682; a.s. 2009/10 640

In particolare la diminuzione dei collaboratori scolastici comporterà una notevole difficoltà nell’organizzazione del servizio per la copertura dell’orarro scolastico e quindi per una corretta e puntuale sorveglianza degli alunni, soprattutto quelli più piccoli.

Sostegno
Numero alunni a.s. 2008/09 650
Numero alunni a.s. 2009/10 662
+ 12 alunni
numero docenti a.s. 2008/09 339
numero docenti a.s. 2009710 326
- 13 posti

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Interrogazione scritta al Consiglio Comunale del 28.7.2009

Inserito da Bruno il 29 Luglio 2009

Questa è l’interrogazione che ieri è stata consegnata al Sindaco Pii dal Centrosinistra per Casole d’Elsa :

                                                                                              Al Sindaco di Casole d’Elsa

                                                                                              Sig. Piero PII

                                                                                              Casole D’Elsa

 

Interrogazione scritta con richiesta di risposta scritta, C.C. del 28 Luglio 2009

 

Il sottoscritto Capogruppo Centrosinistra per Casole d’Elsa  Claudio Cavicchioli,

 in riferimento alla  DELIBERAZIONE N. 106 IN DATA 5.06.2009 

OGGETTO: REGOLAMENTO PER I PROCEDIMENTI DISCIPLINARI – DETERMINAZIONI

 Che recita (stralcio):

 Richiamata la propria precedente deliberazione n. 88 dell’8 maggio 2009, esecutiva ai sensi di legge, con cui è stato approvato il Regolamento per la gestione dei procedimenti disciplinari del Comune di Casole d’Elsa;

 VISTO l’art. 8, comma 1, del suddetto regolamento, ai sensi del quale “il responsabile dell’ufficio contenzioso, o suo delegato al procedimento, avuta notizia di un fatto suscettibile di azione disciplinare, provvede alla contestazione scritta dell’addebito, da effettuarsi tempestivamente e comunque non oltre   20   giorni    che     decorrono.dal momento in cui,  trattandosi di titolare di P.O. ; la Giunta invita l’ufficio ad esprimersi”;

 CONSIDERATO che l’attuale responsabile dell’Ufficio Urbanistica/Edilizia privata dell’Ente, Dott. Arch. Alessandra  BIANCO, ha provveduto con propri formali atti, nel corso degli ultimi mesi, all’annullamento in via di autotutela dei provvedimenti di seguito riportati, per le relative motivazioni che vengono corrispondentemente indicate nello       “Allegato 1”;

 Chiede :

se  è stata avviata la procedura di “azione disciplinare” nei confronti della Dirigente  Settore L.P.  Stefania Moschi, dalla competente commissione così come da delibera sopra riportata;

 Di avere conoscenza delle risultanze del procedimento

 Casole d’elsa  28/07/2009   Capogruppo  Centrosinistra per Casole d’Elsa, Claudio  Cavicchioli

Alcune considerazioni in merito:

E’ a disposizione dei cittadini presso la sede del Pd di Casole o dai consigliere della coalizione  Sig.ri Cavicchioli, Rumachella,Fontanelli, Angioletti Alice la delibera della Giunta Comunale del  5 /6/2009 

Scorrendo i fatti appena vissuti :

IN UN DOCUMENTO DEL FEBBRAIO 2007, GUIDO MANSUETO, AL TEMPO,  IN

 QUALITA’ DI CONSIGLIERE DELL’OPPOSIZIONE, OGGI ASSESSORE AI

 LAVORI PUBBLICI, DICHIARAVA, INSIEME AGLI ALTRI CONSIGLIERI DELLA

 CASA DELLA LIBERTA’ (P.D.L. attuale)  DI AVER FIRMATO IL PIANO DI

  RECUPERO DI SAN SEVERO IN QUANTO PRESENTATO COME UN      

  PROGETTO TESO ALLA RIQUALIFICAZIONE E RIEDIFICAZIONE DELLE

 VOLUMETRIE ESISTENTI”  (poi smentita dalla relazione tecnica e dalla

 decisione di abbattimento  di circa il 30% dell’attuale struttura per riallinearsi

 alle esatte volumetrie).

 IN POCHE PAROLE SI DICHIARA TRATTO IN INGANNO DALLA

 PRESENTAZIONE DI TALE PROGETTO DOPO LA VISURA E

 CERTIFICAZIONE DI IDONEITA’ A LIVELLO DI COMPATIBILITA’ DA PARTE

 DELLA COMMISSIONE EDILIZIA E DELL’UFFICIO TECNICO IN QUEL PERIODO

 PRESIEDUTO DALLA geom. MOSCHI STEFANIA, OGGI CON UN

 PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IN CORSO, RICOLLOCATA AL RUOLO DI

 RESPONSABILE DEI LAVORI PUBBLICI DA PARTE DEL NEO ELETTO SINDACO

 Piero PII. ANCHE SE APPARE DISCUTIBILE LA TARDIVA PRESENTAZIONE DEL

 PROCEDIMENTO A CARICO DELLA geom. MOSCHI DALLA PRECEDENTE

 GIUNTA (mancava un regolamento disciplinare che si è dovuto nel frattempo adottare), IL FATTO RESTA CHE OGGI  CI TROVIAMO UNA DIPENDENTE COMUNALE

 PROMOSSA NONOSTANTE UN PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IN CORSO E CON LA

 COSCIENZA DI DOVER RISPONDERE ALLE INDAGINI DEGLI AVVISI DI

 GARANZIA A LEI RECAPITATI SU VICENDE RIQUARDANTI IL TERRITORIO CASOLESE.

 CI DOMANDIAMO ALLORA:

 NON ERA PIU’ GIUSTO ASPETTARE L’ESITO DI QUESTI PROVVEDIMENTI

 PRIMA DI PROCEDERE ALLA PROMOZIONE ?????

 COME PUO’ L’ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI COLLABORARE CON IL

  RESPONSABILE COMUNALE DEL SUO UFFICIO, QUANDO DUE ANNI FA’

 LUI STESSO L’HA ACCUSATA DI AVERLO TRATTO IN INGANNO

 PRESENTANDOGLI ALL’ADOZIONE UN DOCUMENTO CHE CON IL

 TEMPO SI E’ DIMOSTRATO COMPLETAMENTE ERRATO NEL RECUPERO

 DELLE VOLUMETRIE E NELLA RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE????????

Ricordiamo anche al Sindaco Pii che ha dichiarato in Consiglio Comunale  che la Sig.ra Stefania Moschi è stata tenuta inattiva per due anni a stipendio della collettività, che questo non corrisponde al vero in quanto la Geom. Moschi era stata incaricata di seguire il censimento del patrimonio comunale . Con la sospensione della qualifica di Dirigente, c’è stato un risparmio per la colletività di circa 12 mila euro.

   IL  Segretario Pd di Casole  

Bruno Melani

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Pii e il PD di Casole

Inserito da Bruno il 29 Luglio 2009

In risposta all’art. apparso sul Blog Casole Nostra a firma Claudio Ciofi

Caro Claudio,

viviamo un momento storico in cui la disaffezione per la politica è forte ed è dimostrato dalle percentuali di astensione che vanno sempre più aumentando di elezione in elezione.

Fatti come quello che citi di Radicofani certo non aiutano a migliorare questo clima, anzi, credo che aiutano a peggiorarlo e queste alla fine risultano essere vittorie di Pirro.

Non ritorno sul Pii di destra o sinistra. Come cita in una lettera il compagno Mario Muzzi, Pii è un affarista e come tale camaleonticamente si allea con chi in quel momento può aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi.

 

Siamo alla vigilia di un Congresso Nazionale, ma più importante ancora siamo a pochi mesi dal rinnovo del Consiglio Regionale Toscano. Scadenze che dovranno radicare ulteriormente il PD nel territorio attraverso la discussione.

Vedi, Claudio, diversamente di quanto dichiarato nel corso dei suoi comizi, Pii, già rinnega il suo programma.

Conferma la collaborazione con il Comune di Colle in materia di urbanistica.

Ma tra collaborare per il bene dei cittadini e rientrare dalla “finestra di Via Casolani” il passo è lungo.

I Compagni/amici del Pd di Casole sono persone serie e non “tradiranno” mai i 1042 elettorali che hanno detto “no” alla candidatura Pii.

Mai, per riprendere “il Castello”, lo riaccoglierebbero nelle loro liste.

                                    Segretario Pd Casole - Bruno Melani

 

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

“Far cassa” vendendo “Casole e la sua storia”

Inserito da Bruno il 29 Luglio 2009

Il  punto n. 11 del Consiglio Comunale di Casole del 28/07/2009 recita:

 Alienazione immobile “ex lavatoi” Loc. Pievescola. Revoca D.C. n. 73 del 1998 e individuazione nuova procedura di vendita.

 “Far cassa” parole con le quale il Sindaco Pii, giustifica la vendita di una parte storica di Casole.

 Nel 1998 fu proprio l’allora Sindaco Pii a non accettare l’unica offerta arrivata dal sig. Pacella Mario, perché ritenuta non congrua.

Oggi, essendo entrambi animati dallo stesso spirito “il bene di Casole” hanno riproposto il tema. Il Sig. Pacella,  consigliere di maggioranza,  ha dichiarato nel corso del Consiglio Comunale la sua astensione dal voto (per coerenza!!).

Quando il patrimonio culturale e storico in tutte le città italiane viene rivalutato, per far conoscere ai nostri figli, momenti del nostro passato, ricco di valori umani (vedi le fonti dove le nostre nonne o mamme lavavano i panni), è’ inaccettabile che il Sindaco Pii (per far cassa) pensi alla vendita di un bene pubblico (acqua), di una struttura “ex lavatoi” che è parte della storia del paese.

Il Centrosinistra per Casole dice “NO” alla vendita.

Il Centrosinistra per Casoledice “SI” ad un progetto che rivaluti  tutte le “fontane” del comune al fine di dare un ulteriore spinta al “turismo ambientale” preservando nello stesso tempo nicchie di storia vissuta.

Il Centrosinistra per Casole,  presenterà un progetto di recupero,  come nel proprio programma elettorale.

                                     Gruppo Consiliare Centrosinistra per Casole

 

 

Categoria: Consiglio Comunale, Dibattito | 1 Commento »

 

Cavallano, la difesa della “legalità”

Inserito da Bruno il 29 Luglio 2009

Dal Consiglio Comunale del 28 Luglio 2009 di casole d’Elsa.

La Giunta Pii, vuol sostituirsi alla Magistratura, legalizzando l’immobile adiacente al Circolo di Cavallano.

 Pii astenendosi dalla discussione in quanto “indagato con avviso di garanzia” per le concessioni alla Real Estate srl ( la stessa di San Severo), ha delegittimato la discussione stessa.

 A favore della propria tesi, Pii ha fatto intervenire l’avvocato Tagliaferri, che nel 2008 fu incaricato dalla Giunta Feti di esprimere un parere,  sulla vicenda delle distanze che separano la nuova costruzione dal Circolo di Cavallano.

L’avvocato ieri nel corso dell’intervento, ha dichiarato, di non essersi mai recato a constatare,  se le sue considerazioni erano suffragate dalla realtà sul territorio.

In pratica, se la strada di uso pubblico da lui indicata come esistente tra i due immobili, ci fosse.

  La Giunta Feti, a sua volta indagata, nel rispetto delle indagini in corso,  che vedeva coinvolto l’ex Sindaco Pii, il Responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Casole e  gli  amministratori della Real Estate srl,   congelava il parere,  ripromettendosi di riprenderlo al termine dell’azione giudiziaria.

L’Avvocato, a domanda se era a conoscenza che su tale immobile pendevano vicende giudiziare, rispondeva di non esserne a conoscenza, e che il suo rimaneva un parere.

 Il gruppo di opposizione Centrosinistra per Casole, ha detto “NO” al 4° punto dell’ordine del giorno del consiglio comunale.

Per noi la “Legalità” è un “valore”  per il quale abbiamo fatto scelte “coerenti, dolorose ma irrinunciabili” nella candidature alle Amministrative 2009.

Il gruppo consiliare “Centrosinistra per Casole” intraprenderà  tutte le azioni legali al fine di non fare che oltre al danno (diritti dei cittadini),  si aggiunga anche la beffa (vittoria della illegalità).

                      Il Segretario Pd Casole 

                       Bruno Melani

 

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

BANDO A SOSTEGNO DEI LAVORATORI CHE HANNO PERSO IL POSTO DI LAVORO

Inserito da casoledelsa il 22 Luglio 2009

PREGHIAMO TUTTI I VISITATORI DEL NOSTRO BLOG DI DARNE LA PIU’ AMPIA E CAPILLARE DIFFUSIONE:

17/07/2009 h 12 Bando a sostegno dei lavoratori che hanno perso il posto di lavoro. Gia’ ricevute 350 domande
Un assegno di 400 euro mensili per i disoccupati che non possono usufruire di altri ammortizzatori sociali. Progetto finanziato dalla Fondazione MPS e condiviso con le organizzazioni sindacalie datorialiDare risposte a coloro che hanno perso l’occupazione e non possono usufruire di altri ammortizzatori sociali. In prossimità della prima scadenza del 31 luglio del bando promosso dalla Provincia di Siena per l’assegnazione di un contributo di sostegno di 400 euro mensili, sono già pervenute al Servizio Formazione lavoro 201 domande complete, mentre ulteriori 146 sono in corso di perfezionamento.

In conseguenza della crisi economica in atto la Provincia di Siena si è adoperata, in collaborazione con le organizzazioni sindacali e datoriali, per attivare azioni concrete finalizzate a sostenere economicamente quei lavoratori più colpiti. A questo proposito è stato presentato un progetto straordinario alla Fondazione Monte dei Paschi con l’obiettivo di attuare misure straordinarie di integrazione al reddito per quei lavoratori che stiano fruendo di ammortizzatori sociali e per coloro che, non avendone maturato il diritto, ne siano privi.

La difficile situazione congiunturale, infatti, ha avuto ripercussioni pesanti sul mercato del lavoro del territorio senese determinando l’aumento del ricorso alla Cassa integrazione straordinaria ed ordinaria. Dalla constatazione di questo preoccupante quadro si è dunque ritenuto che per fronteggiare la difficile situazione fosse necessario adottare un modello di “flexicurity”, flessibilità e sicurezza, che continui a garantire al sistema delle imprese il ricorso a rapporti di lavoro flessibili, ma, contemporaneamente, assicuri ai lavoratori una protezione sociale.
Possono usufruire del sussidio straordinario i lavoratori che siano iscritti allo stato di disoccupazione da almeno un mese, privi di lavoro e impegnati nella ricerca attiva di un’occupazione, nonché disponibili all’accettazione di offerte di lavoro.
Per avere maggiori informazioni sui diversi interventi e sulle modalità dell’Avviso Pubblico per l’accesso ai finanziamenti, gli interessati possono rivolgersi ai Centri per l’Impiego della Provincia, visionare il sito della stessa Provincia www.impiego.provincia.siena.it e chiamare il Numero Verde 800904504. Ulteriori strumenti di contrasto alla crisi attivati dalla Provincia in questi mesi sono le carte di credito ILA per rimborsare i costi della formazione a coloro che intendano riqualificarsi professionalmente, oltre ad interventi per l’inserimento in attività socialmente utili.
Le domande scadono il prossimo 31 luglio e devono pervenire alla Provincia attraverso i Patronati di categoria che provvederanno ad assistere gratuitamente i cittadini interessati. In caso di risorse residue sarà aperta una nuova scadenza fino al 31 ottobre 2009.
17 luglio 2009

ufficostampa@provincia.siena.it

Categoria: News | Nessun Commento »

 

CONSIDERAZIONI E RIFLESSIONI - FRANCESCO LENA - CENATE DI SOPRA -BERGAMO

Inserito da casoledelsa il 21 Luglio 2009

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto Veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie.

 Faccio alcune considerazioni e riflessioni, in occasione della fase congressuale del Partito Democratico.

Mi aspetto che sia un congresso che sappia costruire, un progetto politico di alta qualità e un programma di governo del paese concreto, idoneo a risolvere i problemi dell’Italia e di alternativa.

Un progetto politico dinamico, vero, aperto al contributo di personalità esterne, progetto aperto a 360 gradi, per favorire e allargare il consenso, la partecipazione e la crescita. Un progetto politico di allargamento del Partito Democratico e di alta civiltà, con tre obiettivi. 1)A livello nazionale diventare una grande forza politica di riferimento per i cittadini e di governo. 2) A livello europeo contribuire al governo dell’Europa e la costruzione di una costituzione europea, dove stabilisca i diritti e doveri dei cittadine europei. 3) A livello mondiale, battersi per combattere la fame, le malattie e per la pace in tutti i paesi del mondo. Sono certo che nella trasparenza e nella dialettica, verrà scelto un segretario e un gruppo dirigente capaci di dare una vera unità al partito, anche perchè sappiamo che le differenze, devono essere vissute come una ricchezza, poi sia fatta una sintesi dei contenuti e l’unità nelle decisioni, trovi quella forza necessaria per dare una spinta propulsiva al Partito Democratico in tutto il paese.

Deve essere un partito che sappia stare vicino ai cittadini, ai lavoratori, i pensionati,agli ammalati, ai loro bisogni, alle loro richieste, poi c’è la necessità di radicarsi sul territorio, di essere in mezzo alla gente e con la gente. La questione morale, deve essere messa al primo posto nel progetto politico e stabilire un codice etico di comportamento, nella vita pubblica e nella vita privata, da rispettare. Poi che sia un progetto pieno di valori veri, sincerità, onestà, trasparenza, solidarietà, rispetto dell’altro, grande umanità, devono essere la carta d’identità per il Partito Democratico.

Progetto programmatico, di governo del paese, ci devono essere dei pilastri portanti, fondamentali per la difesa e il miglioramento dello stato sociale. Sanità, il diritto alla salute che sia veramente garantito a tutti i cittadini, il Servizio Sanitario Nazionale, mantenga per tutti i suoi principi di uguaglianza di trattamento e universalistici su tutto il territorio nazionale. Scuola, il diritto allo studio, all’istruzione, alla formazione, sia garantito a tutti i cittadini in eguale misura, anche ai meno abbienti, siano fatti maggiori investimenti economici, nell’istruzione e nella ricerca, sia fatto tutto il possibile per elevare la cultura del nostro paese. Previdenza ed assistenza, bisogna garantire una pensione dignitosa a tutti i pensionati, non come avviene ora che tanti non c’è la fanno ad arrivare a fine mese. Il sistema socio assistenziale, deve essere finalmente resa efficiente una rete di servizi sul territorio, per anziani, diversamente abili, bambini. C’è urgentemente bisogno, di eliminare tanta burocrazia, in tutti i settori e tutti i servizi, i cittadini sono severamente messi in difficoltà, chiedono con forza una semplificazione, per facilitare lo svolgimento delle loro pratiche e a loro vita. La questione fiscale, il  novanta per cento delle entrate fiscale lo pagano i lavoratori dipendenti e i pensionati, è ora di mettere mano con forza a questo malcostume italiano, per combattere l’evasione e l’elusione fiscale, per poter pagare meno e pagare tutti. Poi una seria lotta alla corruzione, alla malavita organizzata, alle mafie, con la repressione, rafforzandole forze di controllo e quelle dell’ordine, dare anche più mezzi moderni a loro disposizione. Ma anche con un progetto culturale, educazione alla legalità, rispetto delle regole, coinvolgendo tutti i soggetti organizzati nella società, dalla scuola, alle associazioni di volontariato, alle organizzazioni sindacali, alle parrocchie. Vanno presi di petto i problemi del precariato e della sicurezza. Sul precariato incentivare il superamento, la sicurezza sui posti di lavoro, in casa e fuori, sulle strade, va elaborato un progetto di prevenzione, per poter evitare il più possibile gli infortuni e gli incidenti, per salvare tante vite umane. Il valore della vita va messo al primo posto nella scala dei valori. Un progetto per favorire e garantire la pluralità, la libertà e l’obbiettività d’informazione, il conflitto d’interesse, sia risolto. Lo sviluppo economico sia basato sulla piena occupazione salvaguardando l’ambiente.

Il programma di governo del paese, deve essere impostato nell’interesse del bene comune, ma soprattutto basato sui bisogni veri dei cittadini, con una maggiore attenzione ai più deboli, un programma capace di aiutare a far crescere la coscienza civile e sociale del nostro paese. Il Partito Democratico, deve avere l’obiettivo, di contribuire con la sua forza, alla costruzione di una società più equa. Più giusta, più solidale, migliore, di pace per tutti i cittadini, italiani, europei e del modo.

Francesco Lena Via Provinciale, 37

24060 Cenate Sopra   Bergamo     tel.035956434

Categoria: Dibattito | Nessun Commento »

 

Programma Segreteria Pd di Bruno Melani

Inserito da Bruno il 20 Luglio 2009

RELAZIONE DEL SEGRETARIO POLITICO DI CASOLE “BRUNO MELANI” ALL’ASSEMBLEA ISCRITTI E SIMPATIZZANTI DEL 15 LUGLIO 2009

 Nella lettera di invito a questo dibattito c’è la chiave di lettura di quello che sarà il nostro futuro:

la tornata elettorale appena conclusa ci ha riservato un verdetto purtroppo sfavorevole. Da parte nostra non invochiamo giustificazioni od attenuanti alla sconfitta elettorale, sicuramente causa di nostri errori ai quali non intendiamo certo sottrarci.

E’ nostro proposito fare una seria autocritica, facendo tesoro dei passi falsi commessi per programmare da subito il nostro futuro”.

 E’ sicuramente il periodo più buio per la Sinistra qui a Casole dal dopoguerra a oggi, ma ora dobbiamo ripartire e stasera è il nostro primo mattone.

 Il primo atto  è  stato quello di dividere i compiti politici della segreteria da quelli di opposizione. Le dimissioni di Claudio Cavicchioli da Segretario politico e la sua totale adesione al ruolo di Capogruppo di opposizione sono volte a dare un forte messaggio al governo Pii, che il Centrosinistra per Casole farà vera opposizione, nell’interesse generale dei casolesi.

 Vorrei ringraziare l’Assemblea Politica del PD di Casole per la fiducia accordatami nel ricoprire un ruolo vitale e di responsabilità come quello di Segretario dei Circoli di Casole del PD, al quale dedicherò: “IMPEGNO, PROGRAMMAZIONE, LAVORO”.

 Ho accettato perché  questo è il momento delle assunzioni di responsabilità. Oggi sarebbe più facile e conveniente  defilarsi, ma il sottoscritto non è mai scappato di fronte alle difficoltà, anzi, mi sono sempre rimboccato le maniche per superare momenti non favorevoli, oggi qui a Casole, ieri a Corsico (Mi).

 Sappiamo bene quali sono stati i nostri errori, i primi e più importanti:

 “Lontani dalla gente” e “Lontani dai problemi del paese”.

 Nel programma elettorale del Centrosinistra per Casole, una parte importante richiamava proprio al recupero di questi rapporti, ed è quello che abbiamo iniziato a fare in questo ultimo periodo. Il dibattito di stasera, va in questa direzione.

 Dobbiamo “Ascoltare, conoscere, confrontarci ma dopo decidere  perché           ”l’ immobilismo”  è stato un altro nostro peccato.

 Di seguito vi leggo il documento presentato all’Assemblea del PD, che racchiude il mio “pensiero” di come intendo portare avanti il compito di Segretario politico,

 

Politico Amministrativo

Ø     Attuazione Programma presentazione Candidato Sindaco compreso il nostro ruolo nella Val D’Elsa

Ø     Opposizione: Puntuale e ferma, trasparente e costruttiva, ma soprattutto, mirata al cambiamento. Non ci tireremo indietro se ci sarà da assumere decisioni importanti nell’interesse generale. Ogni Consigliere dovrà avere sempre nella sua borsa lavoro “il nostro Programma elettorale e il Programma di “Pensare Comune “  per non dimenticare gli impegni presi con i cittadini e che intendiamo portare avanti nel corso della legislatura, di pari passo ricordare a chi governa i propri impegni.

Ø     Vicino ai bisogni della gente. Particolare attenzione da parte di tutti i Consiglieri, quelli eletti ma anche quelli non eletti, su tutto quanto possa, nelle frazioni e nel capoluogo, portare ad una migliore qualità della vita, dibatterli con la gente e dopo portargli all’attenzione del Consiglio Comunale .

 

Politico Locale

         Comunicazione

Ø     Bacheca in ogni circolo. Sempre propositiva, parlante, pungente su tutti i punti che coinvolgono la gente.

Ø     Creazione di un foglio (periodico) che riporti quanto da noi fatto in Consiglio Comunale e le nostre iniziative.

                  

         Porte aperte

Ø     Aprirsi alla gente, andare esattamente all’opposto di quello che è stato il ns. modo di concepire il legame con il i cittadini, sia da parte del Partito che dell’ Amministrazione comunale.

Ø     Aprire i Circoli affinché diventino un punto di riferimento per le discussioni, informazioni.

 

         Coinvolgimento

Riunioni, dibattiti, tesseramento ( non come denaro ma come appartenenza).

Oggi siamo completamente assenti sui temi politici. Negli ultimi 4 anni abbiamo proposto solo un dibattito all’indomani del voto politico di aprile 2008.

Troppo poco.

 

 

 

         Trasparenza

Niente deve essere deciso che non venga discusso con la  base.

Non dobbiamo temere le critiche, anzi queste ci devono solo far riflettere.

                  

         Rapporto con la Federazione

Rafforzamento del nostro ruolo verso la Federazione sia provinciale che regionale, attraverso la nostra partecipazione alle iniziative proposte da loro e alla loro partecipazione a nostre iniziative.  PARTECIPARE  PER  CONTARE.

 

         Economia

Ripensare forme di autofinanziamento nuove.

 

         Coalizione

Rapporti improntati al continuo confronto che si concretizzi in azioni di opposizione congiunta.

Iniziative comuni su tutti i temi.

 

         Associazioni

Stimolare un confronto con tutte le “anime” dell’associazionismo casolese, che porti ad azioni comuni “positive”.

 

         Conclusioni:

Abbiamo davanti a noi un tempo che vale la pena di vivere.

Sarà un tempo di sfide dure e bellissime….

 

Credo che in queste parole del nostro Segretario Politico nazionale Dario Franceschini sia racchiuso  il  futuro di militanti a Casole.

L’ impegno dovrà essere quello di non deludere coloro  chi ci hanno votato, e far riavvicinare chi si riconosce nei nostri ideali  e si è allontanato. 

 

                        Casole  15 Luglio 2009          Bruno Melani

Categoria: Informazioni, Segreteria | Nessun Commento »

 

Bruno Melani nuovo coordinatore PD Casole d’Elsa

Inserito da Bruno il 15 Luglio 2009

L’Assemblea dei Circoli del PD di Casole d’Elsa ha eletto Bruno Melani quale Segretario PD di Casole.

Claudio Cavicchioli,  segretario uscente continuerà l’attività politica nel suo nuovo ruolo di Capogruppo di opposizione nel Consiglio Comunale di Casole.

La nomina di Melani verrà ufficializzata agli iscritti e simpatizzanti del PD nel corso dell’Assemblea convocata per Mercoledì 15 c.m. presso la pista Rivellino di Casole ore 21.30

Categoria: Segreteria | Nessun Commento »

 

NUCLEARE - WWF: “CI RISIAMO: L’ITALIA VOLA ALTO NEI NEGOZIATI INTERNAZIONALI, PER POI SMENTIRSI A CASA PROPRIA ”

Inserito da casoledelsa il 14 Luglio 2009

Approvato il nucleare e una norma che limita l’autoproduzione di rinnovabili

Il G8 a Presidenza Italiana affronta il nodo cruciale delle politiche climatiche ed energetiche del Pianeta, dalle quali emerge la necessità di puntare con decisione ed urgenza sulle nuove tecnologie pulite: sembrerebbe una strada finalmente tracciata anche per l’Italia, facilitata anche dal consenso che si sta formando tra i Paesi più influenti del mondo. E invece no: alla prova dei fatti, l’Italia decide di perseverare sulla vecchia strada e continuare a perdere tempo e denaro puntando tutte le proprie carte sull’opzione nucleare e ponendo un’ipoteca quasi irreversibile sulla diffusione delle energie rinnovabili nel nostro Paese.

In tutto ciò, il calendario parlamentare è impietoso nella sua drammatica puntualità, e paradossalmente si dimostra insensibile o indifferente al mutato contesto internazionale: approvando il decreto legge sul nucleare e una norma che limita l’autoproduzione di rinnovabili, si è andati palesemente controcorrente, quasi a “limitare”, ammortizzare e “indirizzare” la portata interna di una dichiarazione internazionale sul clima che, con tutti i limiti denunciati dal WWF, ha pur sempre sancito l’impegno mondiale ad intraprendere tutte le misure possibili per poter rimanere al di sotto dei 2°C di aumento medio della temperatura rispetto all’epoca preindustriale, andando ben oltre il mero riconoscimento dell’estrema pericolosità dei cambiamenti climatici di origina antropica.

“L’approvazione della legge che rilancia il nucleare in Italia è una crepa nella credibilità del nostro Governo - ha detto Stefano Leoni, Presidente del WWF Italia - Le buone intenzioni reiterate nel confronto con i Grandi vengono di fatto smentite o contraddette da un provvedimento che, finanziando il nucleare, prosciuga ogni altra risorsa destinabile ad azioni immediate e a portata di mano per la lotta ai cambiamenti climatici. E se ciò non bastasse, con lo stesso provvedimento all’art. 33 si è creato un aggravio per gli auto produttori di energia (quindi anche quella rinnovabile) che saranno costretti a pagare un dazio per l’immissione alla rete. Dazio che invece non paga, guarda caso, chi immette energia ad alta tensione, come ad esempio l’Enel, con le centrali a carbone. E quindi è legittimo domandarsi: a chi giova questa ostinata insistenza?”.

Roma, 9 luglio 2009

Ufficio stampa WWF presso G8: Francesca Mapelli

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

« Older Entries

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Luglio 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta