VOLANTINO CAMPAGNA ELETTORALE

Inserito da casoledelsa il 24 Marzo 2009

ELEZIONI COMUNALI 6 - 7 GIUGNO 2009

 ”CENTROSINISTRA Uniti per Casole”

 

Il futuro di Casole d’Elsa vogliamo continuare a

costruirlo insieme a te

 

 

con

CLAUDIO CAVICCHIOLI,

Candidato sindaco di Casole d’Elsa

 

Il 6 e 7 giugno si voterà per le elezioni comunali. Si tratta di un passaggio fondamentale per Casole d’Elsa. Il Centrosinistra si presenterà compatto a sostegno di Claudio Cavicchioli, segretario del Pd di Casole d’Elsa e persona di grande equilibrio e comprovate qualità morali ed umane. Claudio lavora presso la Banca MPS di Siena, ha ricoperto ruoli di titolare di agenzia, responsabile di risorse umane ed attualmente è dirigente responsabile dei consorzi fidi - nell’ area territoriale toscana centro- sud. Da sempre è impegnato in diverse attività associative e del volontariato. Vogliamo arrivare alle elezioni con una campagna elettorale ricca di iniziative ed eventi ai quali ti chiediamo di partecipare, per continuare a scrivere insieme il futuro di Casole d’Elsa

 

 

 

UNITI PER CASOLE - IL CENTROSINISTRA

PER CLAUDIO CAVICCHIOLI SINDACO

 

Per un rinnovamento di Casole d’Elsa nel solco del buon governo che ci ha permesso di raggiungere elevati livelli di qualità della vita

 

Per uno sviluppo nuovo, pulito e sostenibile di Casole d’Elsa attento al territorio, alle sue peculiarità e alle sue bellezze naturali e storico artistiche, ai bisogni sociali, economici e culturali di tutta la popolazione

 

Per una politica nuova che si opponga a vecchie logiche e all’affarismo, ai vecchi personaggi che hanno amministrato nel passato danneggiando l’immagine e lo sviluppo equilibrato del nostro Comune con scelte urbanistiche sbagliate e squilibrate e che oggi cambiano maschera e bandiera tentando di tornare.

Per un maggiore coinvolgimento dei giovani nella vita di Casole d’Elsa e nelle questioni più importanti che riguardano il territorio

 

Per guardare al futuro con più speranza e investire sulle nostre eccellenze e sulle nostre risorse

 

Per dire basta alla vecchia politica di chi pur di rimanere attaccato a certi ruoli e a certe poltrone è disposto a cambiare casacca e schieramento

 

Vieni con noi, porta le tue idee, partecipa alle iniziative che organizzeremo nelle prossime settimane per discutere e confrontarci sulle proposte che andranno a costituire il programma di governo di Casole d’Elsa nei prossimi cinque anni, ti aspettiamo

                      Un sincero saluto

Lista CENTROSINISTRA - uniti per casole

 Sede PD Via Casolani, 51 - Casole d’Elsa                           

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Alla cortese attenzione del Candidato Sindaco del PD di Casole d’Elsa, Claudio Cavicchioli e per conoscenza, ai vertici Provinciali del PD Senese.

Inserito da casoledelsa il 24 Marzo 2009

Pubblichiamo per correttezza la lettera del Prof. Dario Conte in risposta al comunicato stampa del candidato Claudio Cavicchioli.

Evitiamo ulteriori repliche alle polemiche e invitiamo ogni iscritto e simpatizzante a lavorare per il bene comune,  alla costruzione di un programma credibile, come auspicato dal Prof. Dario Conte.

Caro Claudio, come mia abitudine, prima di rispondere alla tua lettera comparsa sul sito del PD di Casole (perchè non sul blog “Casole nostra”dove era riportata la mia?), ho riflettuto a lungo e spero che le righe che seguono siano non solo chiare ma utili. Toccherò diversi punti:1- le tue dure parole nei miei confronti sono rivolte ad un iscritto al PD. Sono Socio fondatore del PD e sono iscritto presso la sezione 02PD di Via Eustachi 48 a Milano. Credo sia segno di ottusità politica negare la possibilità di dissenso all’interno dello stesso gruppo. L’amarezza legata a questo è però del tutto secondaria rispetto ai problemi che tocchi nella tua lettera.
2- se è vero, come indicato da una lettera sul blog Casole nostra che avevi vinto le primarie, a te spettava il ruolo di candidato Sindaco. Perchè tu non ti sei fatto avanti? Candidato Sindaco, dal momento delle primarie e con il consenso evidentemente della Federazione Provinciale, è stato Mario Batoni, che come tale ha partecipato a diverse riunioni, come ben sai. Con un atteggiamento che condivido in pieno, Mario Batoni ha indicato una serie di punti irrinunciabili per un impegno di grande importanza. Di questi punti, che ho elencato nella mia lettera, due hanno causato una reazione politica di tale gravità da indurre Mario Batoni a rinunciare (NON certo per motivi familiari ma politici, caro Claudio). Questi punti sono:
a) Batoni ha preteso giustamente, per proseguire, che fosse assolutamente trasparente il bilancio comunale non di ora ma degli ultimi anni, con entrate, uscite, e modalità di utilizzo dei fondi;
b) Mario Batoni ha richiesto ufficialmente che il Comune stesso si facesse promotore di un ricorso al TAR per le note vicende edilizie.
Ora, di fronte a queste due richieste sacrosante (chi prenderebbe in mano una situazione critica e non chiara?), Mario Batoni è stato rimosso dall’incarico. Ha rinunciato perchè gli è stato fatto capire che l’iniziativa di chiarezza non era condivisa dai vertici provinciali e che comunque tutto andava rimandato a dopo le elezioni. In questo strano Paese, caro Claudio, spesso si affrontano i problemi con due modalità: ignorandoli semplicemente, oppure nominando una Commissione che discuterà per mesi sul nulla cercando di guadagnare tempo. Non sono io quindi a dover spiegare l’accaduto, ma Bezzini come responsabile provinciale, Cigna e quanti come te erano presenti alla riunione che ha portato alla rinuncia di Mario Batoni.

 

3- Mi inviti a rivolgermi alla Magistratura qualora io sia a conoscenza di illeciti nel Comune di Casole. Ma stai scherzando, mi deridi, o parli sul serio? Questa tua richiesta tende a spostare l’attenzione dai VERI problemi sui quali la magistratura ha indagato (emettendo avvisi di garanzia nei confronti dell’ex Sindaco Piero Pii, dell’attuale Sindaco Valentina Feti e di molte altre persone con ruoli istituzionali a Casole), colpevolizzando invece un gruppo di poche persone che ha avuto il coraggio e la lucidità di intraprendere un percorso di chiarezza e trasparenza. Se tu credi che tutto sia regolare, sarai tu a dover andare alla Procura di Siena chiedendo spiegazioni per un sequestro di cantieri edilizi di colossale rilevanza da oltre ventisei mesi. Spendi qualche ora del tuo tempo e visita Pietralata, le Poggiola, la Selva, le Vigne, Cavallano, Querceto e San Severo. Non è un gruppo di persone che chiedono trasparenza e chiarezza ad aver bloccato i cantieri , ma la Legge dello Stato Italiano sulla base di acclarati illeciti. Quindi, è ai Rappresentanti della Legge che tu devi rivolgerti per capire la natura e l’entità degli illeciti. Che questi ci siano stati, personalmente lo so da tempo. Come spieghi altrimenti che proprio il Comune abbia ammesso di dover abbattere parte di San Severo? Chieditelo e chiedilo alla Magistratura, non a me nè a Casole nostra. Al tuo posto io pretenderei di sapere la verità PRIMA di aspirare ad un ruolo istituzionale importante in un momento così critico per la vita di Casole e della sua Comunità.

4- L’ultima parte della tua incattivita risposta alla mia lettera è dedicata alla necessità di discutere, di dialogare e di ripartire. Anche qui, stai scherzando o stai parlando sul serio? Sono ventisei mesi che chiediamo, educatamente e civilmente, con altri “compagni di strada” di discutere per il bene di Casole e per arrivare ad una totale trasparenza di comportamenti. Numerose lettere sono state indirizzate, attraverso il Corriere di Siena e altri quotidiani nazionali, a Bezzini, a Cigna, alle Autorità provinciali per intraprendere un percorso chiarificatore. Sai quale è stata la risposta?, NULLA !! Rivolgiti quindi anche tu a loro per una replica che certamente potrebbe aiutarti nella tua campagna a Sindaco

5- Localmente, alle pressanti richieste di chiarezza, NON hanno mai risposto nè l’ex sindaco Piero Pii nè l’attuale Valentina Feti. Credo sia a loro che tu ti debba rivolgere per acquisire dati importanti. Chiediti comunque perchè i Costruttori non ritirano le licenze edilizie se tutto è regolare, chiaro, trasparente e in linea con la legislazione attuale.

6- A OTTANTA giorni (!!) dalle Elezioni, invece di una polemica persa e nauseante verso chi chiede chiarezza, ti spiace occuparti dei problemi veri e stilare un programma con obiettivi, strategie ed elenco chiaro e comprensibile di tempi, modi e risorse per la realizzazione dello stesso?
In attesa di una risposta che credo dovuta ad un iscritto, come te, al PD, da parte dei vertici provinciali e locali, ti invio i miei saluti, ricordandoti che un dissenso intelligentè sempre costruttivo, perchè ha come obiettivo il bene comune.
Grazie per l’attenzione che tu, i vertici del PD e i cittadini di Casole, vorrete riservare a questa lettera.

Dario Conte
Milano 22/03/2009

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

COMUNICATO STAMPA

Inserito da casoledelsa il 20 Marzo 2009

L’intervento di Claudio Cavicchioli, candidato sindaco del Partito democratico a Casole d’Elsa sulla situazione politica.
Cavicchioli: “E’ ora di guardare avanti per il bene di Casole e della nostra comunità”
“Grazie di avermi dato fiducia e soprattutto grazie per avermi dato l’onore di rappresentare tutti voi in questo percorso, non facile, verso le elezioni comunali del 6 e 7 giugno”. Inizia così la lettera che Claudio Cavicchioli, candidato sindaco del Partito democratico a Casole d’Elsa ha inviato ai membri dell’assemblea comunale del Pd e ai cittadini di Casole d’Elsa. “In questi giorni - scrive Cavicchioli - sto ricevendo tante parole di stima e di fiducia da parte di molti cittadini. Tutto questo mi carica di una grande responsabilità ma soprattutto mi invoglia, ancora di più, ad andare avanti con convinzione e determinazione. E’ ora di voltare pagina e di essere uniti intorno all’interesse generale della nostra comunità e del nostro Paese. Sono orgoglioso di rappresentare il luogo dove sono nato e cresciuto, convinto che se riusciremo a stare uniti sapremo dare forza a un progetto che guarda al futuro”.
“Non condivido - afferma Cavicchioli - i toni violenti e l’utilizzo distorto dei fatti che è stato fatto, in questi mesi, da alcuni esponenti di forze politiche e associazioni trasversali. Distorcere la realtà e muovere accuse, prive di fondamento contro tutto e tutti, non aiuta il nostro paese, ma lo cala in un clima di divisione e in una cultura del sospetto perenne. E’ di pochi giorni fa un pesantissimo articolo di Casole Nostra, a firma di Dario Conte, che mi accuserebbe di aver complottato, insieme ad altre persone, contro Mario Batoni, inducendolo a rinunciare alla sua candidatura. Queste sono solo falsità e calunnie, mosse da chi ha tutto l’interesse per screditare il nostro partito e i suoi dirigenti. A Mario Batoni vanno tutta la mia stima e i miei ringraziamenti per quello che ha fatto nelle settimane scorse. La sua rinuncia, come ho detto personalmente a lui, è stata per me fonte di dispiacere e grande preoccupazione. Nello stesso articolo Dario Conte ha fatto riferimento alla presenza di atti amministrativi illegittimi a Casole d’Elsa. Invito lui e tutti coloro che muovono queste pesantissime accuse a recarsi presso l’autorità giudiziaria e denunciare questi presunti fatti, senza nascondersi dietro a Blog o a volantini. E’ ora di dire basta, alla diffusione di veleni che hanno il solo scopo di destabilizzare la nostra comunità”.
“Ho dato al partito la mia disponibilità - continua il candidato sindaco - convinto che sarebbe un errore gravissimo arrendersi e mollare in un momento difficile, come questo, per Casole d’Elsa. Cerchiamo di stare uniti e soprattutto di vivere con entusiasmo queste settimane che ci separano dal voto. Stiamo tra la gente, facciamo sentirci vicini e soprattutto parliamo di più con i nostri cittadini. Possiamo farcela perché siamo dalla parte della nostra comunità e abbiamo a cuore il nostro Paese. Io ce la metterò tutta”.
Tutti coloro che lo vorranno potranno contattare Claudio Cavicchioli 0577 - 920946 e 334 - 6889032

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

CAVICCHIOLI CANDIDATO SINDACO - BATONI: “Rinuncio per motivi familiari”

Inserito da casoledelsa il 18 Marzo 2009

Comunicato stampa n. 53 del 17 marzo 2009

 

 

 

Ieri in una  lettera Mario Batoni ha annunciato il ritiro della sua candidatura per motivi personali e familiari

Pd: Claudio Cavicchioli correrà per la carica a primo cittadino di Casole d’Elsa

 

E’ Claudio Cavicchioli, il nuovo candidato sindaco del Partito democratico di Casole d’Elsa. Lo ha deciso ieri, lunedì 16 marzo, a larghissima maggioranza, l’assemblea comunale del Pd, dopo che Mario Batoni ha annunciato, in una lettera, la sua indisponibilità a candidarsi per seri motivi familiari e personali.

 

“Quando il Pd mi ha chiesto la disponibilità a candidarmi – ha scritto Mario Batoni - ho accettato, da una parte, con soddisfazione e dall’altra con spirito di sacrificio non trascurando la gravosità che tale impegno avrebbe comportato. Ho accettato per due ordini di motivi: il primo perché ho trascorso metà della mia esistenza a Casole d’elsa, qui ho la mia vita, i miei affetti, gli amici e mi considero e sono considerato dalla gente un casolese in tutto e per tutto. Il secondo motivo, è che sono attaccato e che voglio bene a questo paese, alla sua gente e mi sono sentito lusingato di poter dare il mio contributo e mettere la mia esperienza a disposizione per aiutare il mio Comune”.

 

“Casole in quest’ultimo periodo – si legge nella lettera di Batoni - ha avuto seri problemi legati a scelte urbanistiche fatte nel passato, sbagliate e squilibrate che ci hanno tirato addosso forti critiche dai cittadini, dalla stampa locale e nazionale, persino indagini da parte della magistratura. Tutto questo ha danneggiato a torto l’immagine del nostro territorio ed ha creato sfiducia ed amarezza nella popolazione. Ritengo che si debba voltare pagina, che occorra per Casole uno sviluppo nuovo, pulito e sostenibile ed una politica nuova che si opponga alle vecchie logiche  amministrative. Ritengo anche, che oggi occorrano insieme ad un nuovo sviluppo persone nuove. Uno dei miei obiettivi era quello di lavorare per far crescere una nuova generazione di amministratori per il futuro del nostro Comune”.

 

“Oggi però – spiega Batoni - debbo comunicarvi con notevole sofferenza che in questi ultimi giorni sono sopraggiunti seri impegni familiari e personali che mi vedono costretto, mio malgrado e con forte dispiacere a dover rinunciare alla candidatura a sindaco di Casole che mi avete accordato. Ho preso questa decisione non a cuor leggero, ma con molta ponderazione e anche rammarico per alcune difficoltà organizzative che si sarebbero venute a creare, ritenendo però giusto e serio fare così nell’interesse di tutto il partito e dei tanti cittadini che mi hanno espresso fiducia, consapevole che trattasi di campagna elettorale difficile e complicata. 

Mi tranquillizza la consapevolezza che nel partito e nel territorio ci sono delle risorse nuove, anche giovani, sulle quali si può investire, che sono in grado di assolvere bene all’impegno al quale rinuncio. Voglio ringraziare tutti voi e i tanti cittadini che mi hanno dato fiducia in questi mesi”.

        

il 6 e 7 giugno, in occasione delle amministrative, sarà quindi Claudio Cavicchioli a correre per la carica di sindaco di Casole d’elsa. Cavicchioli, 47 anni, coordinatore comunale del Pd,sposato con due figli, dipendente presso la banca Mps, attualmente lavora a Siena come responsabile dei Consorzi fidi nell’Area Toscana Centro- sud. E’  da sempre impegnato nel volontariato, e’ anche sindaco revisore in fondazione onlus per la ricerca delle malattie del sistema nervoso. Vive a Casole d’elsa, nella frazione di Mensano.

 

 

 

 (Claudio)

Categoria: Informazioni | 1 Commento »

 

Risposte ai cittadini di Riccardo Gabellieri

Inserito da Bruno il 10 Marzo 2009

Riccardo Gabellieri Vice Sindaco ed assessore ai lavori pubblici del Comune di Casole risponde a fatti inererenti problematiche inerenti taglio di alberi nelle frazioni del Comune.

PIEVESCOLA : In merito alla questione del taglio dei cipressi in località La Suvera, a Pievescola, l’Assessore ai Lavori Pubblici, nonchè Vicesindaco del Comune di Casole d’Elsa, Riccardo Gabellieri, ci ha confermato la natura dei contributi erogati dalla Regione Toscana alla Comunità Montana che prevedevano soltanto fondi finalizzati al taglio dei cipressi affetti da cancro corticale.
Il Comune ha già effettuato 2 sopralluoghi finalizzati al reimpianto di nuovi cipressi in sostituzione degli espiantati, e l’Assessore intende rassicurare la popolazione residente che le nuove piante saranno messe a dimora all’incirca entro le prossime 4 settimane. Si tratta di 20 esemplari di Cipresso tipico toscano alti da circa 2,50 a 3 metri.

 

MENSANO :Per quanto concerne invece il taglio delle acacie presso i vecchi lavatoi, l’Assessore conferma che si è trattato di un errore di comunicazione tra i titolari dell’impresa appaltante il lavoro e le maestranze incaricate di eseguirla materialmente. Il problema si era posto in occasione della riqualificazione dei “Giardini del Poggio” a Mensano, quando il Consigliere Comunale Alessio Galli aveva reso edotto il Vicesindaco Gabellieri di alcuni problemi logistici derivanti dalla sporgenza di alcuni rami di acacia in prossimità dei vecchi lavatoi che rendevano difficoltoso il passaggio dei mezzi pesanti e dei mezzi pubbblici del TRA-IN.
Per tali motivi era stata decisa una potatura (e non un taglio alla base) dei rami sporgenti. Purtroppo alcuni banali problemi linguistici tra le maestranze incaricate del taglio materiale e la titolarietà della azienda incaricata del lavoro hanno determinato il frainteso che ha portato al taglio assolutamente non voluto da parte della Amministrazione Comunale.

Da colloqui intercorsi con la popolazione di Mensano la scelta sul futuro reimpianto di piante in sostituzione delle tagliate, è caduta su piante di leccio, tipiche della macchia mediterranea in cui Mensano è circondato; il tutto, ovviamente, a spese della ditta che ha causato l’involontario danno.

MONTEGUIDI : Per quanto concerne le piante tagliate alcune settimane fa, si trattava di pini marittimi le cui radici stavano danneggiando il manto stradale sia nella pubblica proprietà che in alcuni spazi privati.

Negli spazi verdi pubblici di Monteguidi il numero delle piante tagliate ammonta a 9; di queste, 2 piante erano completamente secche con pericolo di cadurta rami sui freequentatori dello spazio pubblico, mentre le restanti 7 piante costituivano una “pinetina” dalla eccessiva densità. Questi alberi, messi a dimora in tempi passati a distanze non superiori ai 2 metri l’una dall’altra, stavano reciprocamente interferendo nei rispettivi processi di accrescimento, ed i professsionisti interpellati avevano espresso la convinta opinione della necessità di effettuare un diradamento sulle piante sottomesse e sofferenti.

Una ultima precisazione a latere di quanto appena detto: l’Assessore dichiara con convinzione che non esiste alcuna relazione tra lo smottamento ai piedi del Circolo ARCI di Monteguidi ed attività di diradamento e/o taglio effettuate in tempi recenti. Questa Amministrazione prende ogni distanza da eventuali tagli che siano stati effettuati in epoche lontane e comunque non noti. Si informa la cittadinanza di Monteguidi che alla luce dei recenti smottamenti è però allo studio un intervento di micropalificazione a consolido della scarpata.

 

L’Assessore  si rende, come da sempre, completamente disponibile a tutta la cittadinanza per segnalazioni e chiarimenti nella speranza che la nostra piccola comunità sia caratterizzata da una crescente chiarezza e trasparenza e perchè, soprattutto, non si ingenerino voci e si possano diffondere notizie spesso destituite di ogni fondamento.

Riccardo Gabellieri è sempre reperibile tramite i propri recapiti presso la casa comunale di Casole d’Elsa

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

BONSAI

Inserito da casoledelsa il 9 Marzo 2009

PIANO NUMERO UNO

Fa discutere l’annuncio del “piano casa” di Berlusconi, che consiste - come ha spiegato lui stesso- nel dare agli italiani “la possibilità di aggiungere una o due stanze e dei bagni alla villa esistente”.

Ma pochi sanno che l’aiuto ai proprietari di ville è solo il primo di una serie di interventi urgenti a favore degli italiani più colpiti dalla crisi.

Almeno altri quattro sarebbero infatti imminenti.

Il  “piano salute”  che prevede la detraibilità totale del trapianto di capelli.

Il “piano trasporti” con incentivi di di due milioni di euro a chi rottama un elicottero più vecchio di cinque anni.

Il “piano consumi”, ovvero l’esenzione dall’IVA di mazze da golf, diamanti e tartufi bianchi.

E,  per ultimo, l’attesissimo “piano auto”: la facoltà di aggiungere due posti - con un progetto vistato da un carrozziere, anche abusivo - a tutte le Ferrari Testarossa.

 

(S.Messina)

la Repubblica

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

8 marzo Festa della donna

Inserito da casoledelsa il 6 Marzo 2009

AUGURI A TUTTE LE DONNE

PARTITO DEMOCRATICO CASOLE D’ELSA

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Ricominciamo dal senso di appartenenza ad un grande progetto

Inserito da casoledelsa il 6 Marzo 2009

di Susanna Cenni

Sono state settimane difficili queste per il PD. Il voto in Sardegna, poi le dimissioni di Veltroni. La tensione è stata tanta, ma da qualche giorno abbiamo un nuovo segretario, eletto con una ampia maggioranza da una assemblea nazionale che ha discusso seriamente ed appassionatamente: Dario Franceschini, una nuova segreteria con importanti novità, tra le quali, con grande soddisfazione di tutti noi, la nostra giovane segretaria provinciale, nuove responsabilità di lavoro per i dipartimenti. Quanti partiti sarebbero stati in grado di far questo in pochi giorni? Insomma, non ci siamo fermati, abbiamo dato alcuni segnali di discontinuità, siamo in campo.La fase è complessa, dura, ed il percorso tutto in salita, ma ho la sensazione che se davvero tutti andiamo nella stessa direzione il Pd si possa salvare e con lui una possibilità ancora per il Paese. C’è tanto da fare. Ilvo Diamanti in questi giorni ci ha invitato a riflettere su quella parte dei nostri elettori delusa, incapace di comprendere l’egemonia culturale di un destra che sta cambiando in peggio il nostro Paese, che rischia di chiudersi in se, che non parla, che non sa se rinnoverà la fiducia in noi. Mi hanno colpito come una coltellata le parole di una cinquantenne pratese, lavoratrice del tessile…”non ho votato alle primarie e non so se andrò a votare a giugno..la politica e le istituzioni hanno lasciato morire Prato”. Prato, la rossa Prato in cui operai ed imprenditori votavano a sinistra con percentuali bulgare, la Prato in cui, sono certa il Sindaco, gli amministratori hanno dato tutto per combattere la crisi.

Sono mutate profondamente le cose nel rapporto tra l’elettorato di centrosinistra e la rappresentanza politica, il non voto, ed è come se la speranza, la fiducia, l’investimento in una possibilità di cambiamento si fossero …congelate. Insiema alla constatazione delle difficoltà del Pd. Anche nel nostro elettorato stanno vincendo la paura per il domani, per il mutuo che forse non si riuscirà a pagare, per il figlio che ora studia..ma poi che farà, per lo stipendio decurtato dalla cassa integrazione, per l’immigrato che qualcuno sostiene che ti ruba il lavoro e forse la casa popolare??? Tutto questo sta bypassando le nostre proposte per attenuare e governare la crisi economica, la nostra azione di opposizione in parlamento e il buongoverno dei sistemi locali??

Io temo che il “congelamento” ci sia anche dove non lo vediamo così esplicitamente, e la temperatura risalirà solo con un’iniezione di buona politica che in parte sta giungendo dal segretario, ma in parte dovrà arrivare da noi tutti, nessuno escluso. Buona politica, quella che si occupa delle persone normali, della vita quotidiana e che è capace di farci comprendere le grandi sfide del mondo. Questa crisi è più di ogni altra cosa la rappresentazione proprio di questo intreccio tra destini del mondo e destini individuali: ne usciremo se sapremo costruire nuovi modelli sociali, economici e valoriali sui quali ricostruire. Chi se non la sinistra può indicare la rotta?? E non è tutto questo nella sua drammaticità politicamente appassionante?…e allora durante l’occupazione o nel dopoguerra? se avesse vinto la paura allora..che fine avrebbe fatto l’Italia, avremmo avuto una democrazia, questa costituzione?

La paura vincerà nella misura in cui lasceremo le persone sole davanti ad una tv che ci parla solo di rumeni che stuprano e che ci invita a consumare. La paura vincerà se noi la lasceremo vincere. Io sono convinta che è ancora possibile invertire la rotta. Le crisi possono essere occasioni in cui operare svolte formidabili, ma noi dobbiamo esserci con voce ed autorevolezza ogni volta che la paura annebbia la vista e fa sentire solo o deluso qualcuno.

Abbiamo idee, proposte e contenuti seri e concreti, per l’economia, sui diritti civili, sull’Italia, sulla sicurezza e sul governo delle nostre comunità. Abbiamo uomini e donne capaci di grandi passione, nei circoli del Pd, nei nostri piccoli Comuni e nelle grandi istituzioni. Abbiamo energie, vere, pulite e sane. E’ giunto il momento di liberarci dall’idea che solo alcuni “padri”, che poi sono sempre gli stessi, dietro ai quali accodarci comodamente, possono condurci “fuori dal guado”. Il Pd era nato anche per questo, per dare nuovo senso all’appartenenza, a quell’orgoglio di essere parte. lo scongelamento può cominciare, ma diamoci da fare!!

 (Susanna Cenni)

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

ELISA MELISA MELONI PROTAGONISTA A UNOMATTINA -MATRIX -TELECAMERE

Inserito da casoledelsa il 3 Marzo 2009

Continua il grande interesse dei media nazionali per la nomina di Elisa Meloni, segretario provinciale del Partito democratico senese, nella segreteria nazionale guidata da Dario Franceschini. Dopo le numerose interviste di questi giorni, sui quotidiani e sulle radio nazionali è la volta delle televisioni.

Domani, mercoledì 4 marzo alle ore 00.15, la trentunenne segretaria democratica, sarà intervistata della trasmissione di Canale5, “Matrix”, nell’ambito di una puntata alla quale parteciperà, in diretta, il segretario del Pd, Dario Franceschini. Venerdì 5 marzo, invece, Elisa Meloni parteciperà in diretta, su Rai Uno, allo spazio di Uno Mattina dalle ore 9.15 alle ore 10 dedicato al tema “Donne e Politica – Donne e Impresa”. Alla trasmissione parteciperanno anche Renata Polverini, segretaria nazionale dell’UGL; Michela Vittoria Brambilla, sottosegretaria alla presidenza del Consiglio; Gianna Fregonara, giornalista del Corriere della Sera e Flavia Perina, direttore de “Il Secolo d’Italia”. Domenica 8 marzo, infine, appuntamento alle ore 12.25 su Raitre dove, la giovane segretaria senese sarà ospite della trasmissione “Telecamere”.

Categoria: Informazioni | Nessun Commento »

 

Scrivi a:

Per Informazioni scrivi a:
info@pdcasoledelsa.net
oppure direttamente a:
Claudio Cavicchioli

Calendario

Marzo 2009
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

Archivi

LINK

Meta